-
Angelique Kerber

I Numeri

28
anni
2016
stagione
18
posizioni
Match
La più "anziana" debuttante sul trono

Quando diventa numero uno del mondo per la prima volta, il 12 settembre 2016, dopo il trionfo agli Us Open.

Match
"Angie", che esplosione!

Vince tre titoli, tra cui Australian Open e Wimbledon (i suoi primi Slam), un argento alle Olimpiadi di Rio e diventa numero 1.

Vittoria
Quelle guadagnate in sei mesi

Nel 2018 passando dalla 22esima posizione a gennaio alla quarta a luglio subito dopo il successo a Wimbledon.

Il Profilo

Nata a Brema da una famiglia di origini polacche - lo sono sia papà Slawek che mamma Beata - ha una sorella, Jessica, e parla tre lingue: tedesco, inglese e polacco. Innamorata del nuoto, ha preso per la prima volta una racchetta in mano a tre anni, spinta dal nonno materno Januzs - che costruì un centro sportivo con campi in cemento e palestra intitolandolo alla nipote -, ed è cresciuta nel mito di Steffi Graf. Grintosa in campo, tranquilla fuori, ha scelto di vivere in una piccola città della Polonia dal nome impronunciabile e complicato pure da scrivere: Puszczykowo.

Il suo miglior colpo è…la resistenza! Forza mentale e tennis difensivo mandano ai matti le avversarie costringendole a giocare non uno, ma diversi colpi in più per ottenere il punto. Ma è capace anche di contrattaccare all’improvviso con entrambi i fondamentali. Dotata di un fisico possente, soprattutto nella parte inferiore, colpisce quasi meglio in corsa che da ferma.

Il primo titolo ITF è arrivato nel 2004 ad Opole (un 25mila dollari), proprio in Polonia, mentre il primo trofeo Wta lo ha conquistato nel 2012, firmando il torneo di Parigi indoor. La svolta per la mancina tedesca - affacciatasi relativamente tardi sui palcoscenici più prestigiosi del circuito - era infatti arrivata agli Us Open 2011: a New York, da numero 92 Wta, superò nei quarti Flavia Pennetta prima di cedere in semifinale alla Stosur, poi vincitrice del titolo. Dopo aver conquistato i suoi primi due Major nel 2016, Aus Open e Us Open («Per vincere uno Slam tutto deve funzionare alla perfezione per 15 giorni!»), ed essere arrivata in vetta al ranking, a luglio del 2018 è diventata la prima tedesca a trionfare sull’erba di Wimbledon, proprio dopo la Graf.