-
Collezionismo

Tennis da colorare

Negli Anni Venti e Trenta del secolo scorso ebbe successo la pubblicazione di piccoli album pensati per i bambini con immagini sportive, spesso d’autore, da rifinire con le matite colorate. E la stessa idea venne ripresa anche per le cartoline.

di | 27 settembre 2019

Tra le tante possibilità di collezionismo cartaceo sul tennis, ritengo meritevole di citazione la raccolta dei vecchi album da disegno da colorare pubblicati in particolare fra gli Anni Venti e Trenta del secolo scorso. Venivano generalmente stampati con l’identico disegno proposto su due pagine: una considerata l’immagine guida, tutta ben pitturata, e l’altra bianca ove occorreva intervenire con la colorazione. Oltre al classico album da disegno erano inoltre molto in voga in quel periodo i libretti delle cartoline postali da dipingere; postcards che finita la pittura venivano poi staccate ed utilizzate per la normale corrispondenza. Indirizzati essenzialmente ai bambini alle prime esperienze con il disegno, gli album a tematica sportiva (calcio, tennis e sci in particolare) sono stati tra quelli proposti con più assiduità dalle varie case editrici.

Sovente queste pubblicazioni venivano firmate da importanti illustratori e caricaturisti come il libretto edito dalla S. Lattes & C. di Torino qui presentato: ‘Sport – calendarino del mondo piccolino’ opera del grande Eugenio Colmo, in arte Golia (Torino 19/10/1885 – Torino 15/9/1967) che tra i vari personaggi esibisce un bel bimbetto tennista in azione di gioco. In questa pagina il libretto è accompagnato da alcune cartoline da colorare a tematica tennis tra le quali quella più ricercata fa parte della serie sullo sport denominata ‘Giottino’.

Il programma degli Internazionali… 1930

Per gli appassionati italiani di tennis il mese di maggio si identifica da sempre con il più importante torneo tennistico del nostro Paese: gli Internazionali BNL d’Italia. Questo torneo, salvo rarissime eccezioni, si è quasi sempre disputato nel meraviglioso impianto del Foro Italico di Roma. La prima edizione venne organizzata tuttavia, nel lontano aprile 1930, sui campi del prestigioso Tennis Club Milano e vide la partecipazione dei più grandi tennisti dell’epoca tra cui Bill Tilden che si aggiudicò il titolo di singolare battendo in finale il nostro Uberto De Morpurgo. Rievocando questa competizione ecco che salta fuori il raro programma edito dalla rivista Tennis e Golf che contiene nelle dodici pagine immagini del TC Milano, la piantina dell’impianto e dei vari settori del campo centrale, le modalità d’iscrizione ed anche curiosi consigli agli spettatori come quello di non applaudire un doppio fallo o una palla ‘net’.