-
Racchette e corde

Le novità più calde dell'estate, in attesa della nuova Blade

Tutti aspettano l’uscita (in agosto) della nuova Wilson Blade, svelata per ora solo in un video. Nei negozi invece c’è già la versione Gold della nuova Yonex Ezone e le nuove Head Gravity

di | 26 luglio 2019

Il tennis non va in vacanza, anzi. Estate vuol dire ferie, che significa tempo libero, quindi... tennis!

Mentre i circuiti professionistici proseguono nel bel mezzo delle stagioni Atp e Wta, con Serenona e soprattutto Roger che si devono riprendere (ce la faranno?) dalle batoste morali di Wimbledon. C’è chi torna per qualche settimana sulla terra battuta, chi già si prepara per la stagione americana sui campi duri e caldi di Oltreoceano.
Ma in generale la sostanza non cambia, le palline non si fermano, gli allenamenti e le partite proseguono, quelle dei Pro e quelle degli appassionati, dagli agonisti di Terza Categoria sino alle attività dei circoli.

Così anche il “mercato” del tennis non si ferma e mentre nei negozi specializzati e sui grandi store on-line ci sono i saldi a farla da padroni con mille occasioni per tutte le tasche (racchette ma soprattutto abbigliamento e scarpe), le aziende propongono delle novità. Alcune già “assaggiate”, altre solo pre-annunciate. Tutti aspettano l’uscita (in agosto) della nuova Wilson Blade, svelata per ora solo in un video. Nei negozi invece c’è già la versione Gold della nuova Yonex Ezone e le nuove Head Gravity.

Wilson Blade v7, la racchetta di Serena, Halep e Raonic

È una delle racchette più riuscite e vendute nell’ultimo decennio, la Blade. Giunta alla sua settima edizione. Ora c’è un video d’anteprima pubblicato da Wilson che ne ritrae l’ultimissima versione nelle mani di Serena Williams e Milos Raonic. Nessuna data, nessuna informazione, solo si è alzato il sipario: la nuova Blade 98 v7 avrà oltre all’oramai consueto binomio cromatico nero verde anche il grigio. Più precisamente a ore 3 e ore 9 del telaio, un po’ come si è già visto nell’ultima novità della Casa, la Clash.
da55053b-c1ac-42d6-93d2-8a539a70cf53
Play
Le nuove Blade saranno disponibili dalla metà di agosto; ancora non si conoscono assolutamente le specifiche e le novità in termini di materiali e/o tecnologie. L’attesa cresce, soprattutto perché come detto sin dalla sua nascita Blade è una racchetta versatile, ideale per i giocatori moderni che amano colpire da fondo campo; quelli che gradiscono un rapporto equilibrato tra potenza e controllo. Un po’ una via di mezzo tra le modernissime tubolari e profilate molto potenti (vedi Pure Drive) e le agonistiche sottili molto ‘controllose’ un po’ old style (vedi Prestige o Pro Staff). Perfetta per picchiare da dietro senza esagerare con le rotazioni, ma precisa anche nelle giocate di sensibilità, nei pressi della rete o con i tagli indietro. Insomma, tutti aspettano la nuova Blade.

Una Ezone… d’oro

Non c’è stagione per le edizioni limitate, ovvero le versioni speciali di racchette già esistenti. Yonex ha voluto celebrare l’ascesa al n.1 del mondo di Naomi Osaka confezionando una versione tutta dorata della sua Ezone.

Sicuramente in questo caso non si può dire che abbia portato bene, visti gli ultimi risultati di Naomi, ma c’è tempo per rifarsi.

Giapponese lei, giapponese l’azienda, non si potevano non commemorare le vittorie agli Us Open e Australian Open e l’avvento della prima giocatrice nipponica al vertice delle classifiche mondiali. Sia Ezone 100G sia Ezone 98G sono state ripitturate di oro con solo alcuni tratti in nero.

Stiamo parlando di una racchetta dalla storia giovane, ma è si tratta di un attrezzo completo e moderno in senso stretto. Perché? Perché è un’agonistica potente ma allo stesso tempo non così selettiva come si potrebbe pensare in prima battuta.

Una caratteristica resa possibile in primo luogo da uno sweet-spot ampio e secondariamente dall’ovale isometrico targato Yonex.

Le Head Gravity... a colori

Le abbiamo già testate in campo (la Mp e la S) con i prototipi Head neri e con tutte le specifiche rigorosamente all’epoca top secret. Ma adesso sono disponibili, svelate sia esteticamente sia tecnicamente. Sono le Head Gravity, nere con profili verde acqua.
La Mp pesa 295 grammi con bilanciamento 32,5 cm (senza corde), ovale da 100 pollici quadrati e schema corde 16x20, contornato da profilo sottile da 22 millimetri). La S pesa invece 10 grammi in meno con identico bilanciamento ma ha profilo più spesso (24 mm) e ovale più ampio (104”).
In campo si erano dimostrate agonistiche con cui spingere, più precisa ed esigente ovviamente la Mp, accessibile e molto versatile la S. Di sicuro attrezzi non così convenzionali. La stessa famiglia comprende anche Pro, Tour, Mp Lite e Lite. Dai 315 grammi di peso della prima ai 270 della Lite, con passaggi graduali di ovali e profili.
b1064132-ded8-483b-ba4d-18c8da1cfbb9
Play