-
Eventi internazionali

Roma: Nadal con Carreno. La Next Gen sfida Djokovic

Rafa Nadal esordirà agli Internazionali BNL d'Italia contro Carreno Busta, che usufruisce di un bye come le teste di serie vista la semifinale dello US Open. Il tabellone è a 55 giocatori. Il main draw maschile

di | 12 settembre 2020

Matteo Berrettini, quarta testa di serie, nella parte alta del tabellone con Novak Djokovic, mentre Stefanos Tsitsipas, terzo favorito del seeding, nella metà inferiore, quella presidiata da Rafa Nadal, che però per il suo rientro nel circuito dopo nove mesi troverà niente meno che Pablo Carreno Busta, fresco semifinalista agli Us Open. Ecco l’esito, assai intrigante, del sorteggio del tabellone principale maschile degli Internazionali BNL d’Italia, svoltosi negli uffici dei supervisor ATP ed effettuato materialmente da Lorenzo Sonego, uno dei sette azzurri al via al Foro Italico.

Tabellone a 55 giocatori

C’è poco da dire, il derby spagnolo è per varie ragioni il principale motivo di interesse legato ai big, visto che il mancino di Manacor, campione in carica e nove volte trionfatore su questi campi, è l’unico tra le prime otto teste di serie – esentate dal turno iniziale – a conoscere già il suo rivale. E questo è uno dei frutti della regola speciale introdotta dall’ATP per tutelare i giocatori che arrivavano alle battute conclusive a Flushing Meadows, come appunto il 29enne di Oviedo, numero 27 del ranking.

Una regola (“performance rule”) che per la prima volta vede 55 giocatori in tabellone e non 56, con nove “bye”. I precedenti parlano in favore del maiorchino, sempre vincitore nei cinque testa a testa con il connazionale (l’ultimo dei quali al terzo turno degli Australian Open di gennaio), ma si sa che il ritorno dopo un lungo stop presenta sempre delle insidie, specie se contro un avversario “caldo”. Chi uscirà promosso dal confronto iberico potrebbe trovare negli ottavi Milos Raonic, 13esima testa di serie, con ipotetici quarti contro Diego Schwartzman o Andrey Rublev.

Tsitsipas attende Sinner o Paire

Risalendo il tabellone, il “maestro” Tsitsipas attende al secondo turno il vincente del match fra Jannik Sinner e Benoit Paire, che torna in campo dopo lo stop forzato a New York per la positività al Covid-19, con ipotetico incrocio negli ottavi con Grigor Dimitrov, mentre in quello spot in vista dei quarti il seeding indica Fabio Fognini (numero 7) o Denis Shapovalov (12) che però dovranno fare i conti con bombardieri temibili quali Anderson e Querrey.

Djokovic fra Next Gen e "vecchi draghi"

 Passando alla metà superiore, Novak Djokovic debutterà con Salvatore Caruso o un qualificato, per poi negli ottavi ritrovarsi il Next Gen Felix Auger-Aliassime o l’altro serbo Filip Krajinovic, opposti in uno dei primi turni più gustosi determinati dalla dea bendata.

Sulla strada del numero uno del mondo, quattro volte vincitore a Roma (2008, 2011, 2014 e 2015), nei quarti dovrebbe esserci Gael Monfils, quinto favorito del torneo, che però ha non poche insidie nella sua zona: il funambolico francese molto probabilmente comincerà la sua avventura in riva al Tevere al secondo turno contro Alex De Minaur (qualificato o lucky loser permettendo), reduce dai quarti agli Us Open, con il rischio di trovare agli ottavi un altro grosso calibro come Stan Wawrinka.

Stesso discorso in tema di pericoli per Matteo Berrettini, che si presenta nel torneo di casa con lo status di quarto favorito del seeding: dopo l’esordio con Struff, salvo sorprese, il beniamino di casa, numero 8 del mondo, quasi sicuramente troverà chi passa fra Borna Coric e Christian Garin, 14esima testa di serie, senza ombra di dubbio la sfida di primo turno più appetitosa. Senza dimenticare che nello spot successivo ci sono nomi quali David Goffin, numero 6 del seeding, Marin Cilic o Karen Khachanov (11esima testa di serie). Della serie gli esami non finiscono mai per il miglior azzurro in classifica.

Allenamento Matteo Berrettini (foto Adelchi Fioriti)

Loading...

Altri articoli che potrebbero piacerti