-
Eventi Internazionali

New York tiene duro: “Giocheremo gli Us Open”

A margine della conferenza stampa in cui annunciava la disponibilità degli impianti di Flushing Meadows per allestire posti letto, il direttore esecutivo della Federazione americana, USTA, ha confermato le date dello Slam statunitense: ”Stiamo lavorando pensando che il torneo possa cominciare il 24 agosto come previsto”

01 aprile 2020

Gli Stati Uniti faticano ad arginare l’esplosione della pandemia, Donald Trump annuncia che potrebbero esserci 200.000 vittime nelle prossime due settimane, ma per ora New York non molla. Anzi, combatte su due fronti. Ieri a Flushing Meadows in una conferenza stampa era stato dato l’annuncio che le strutture dei campi da tennis coperti sarebbero state messe a disposizione dei servizi sanitari per realizzare 350 posti letto destinati a malati “non covid-19”. E che le cucine del Billie Jean King Tennis Center avrebbero prodotto 25.000 pasti al giorno per pazienti, lavoratori, volontari e ragazzi delle scuole di New York.  

A margine dell’evento il direttore esecutivo della Usta, Danny Zausner, ha dichiarato che gli Us Open “dovrebbero tenersi come previsto” a partire dal prossimo 24 agosto. Gli organizzatori stanno infatti lavorando con determinazione anche sul fronte del tennis.

Mentre da tante parti si comincia a mettere in dubbio l’intera stagione agonistica gli americani, nel pieno della crisi, hanno la forza di dire sempre per bocca di Zausner: “Stiamo lavorando giorno dopo giorno come se il torneo dovesse svolgersi come previsto e speriamo di poter godere tra cinque mesi della gioia di vedere i giocatori allenarsi e giocare sui nostri campi”.

Una speranza più che mai condivisibile: forza New York!

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi