-
Le regole del gioco

Cambio campo e... controllo il segno!

Se c'è l'arbitro non si può fare, a maggior ragione dopo il cambio campo quando si è già accettata la decisione e il punto è considerato acquisito. A sedia vuota, invece, si può chiedere di superare la rete per verificare personalmente

06 novembre 2019

LA SITUAZIONE
Giuliano sta giocando il terzo set di una partita di singolare sulla terra battuta contro Francesco.
Sul punteggio di 40-30 del primo gioco del terzo set in favore di Giuliano, Francesco tira un dritto che rimbalza vicino all'incrocio tra la riga di base e quella laterale. L'arbitro chiama la palla “out” e Francesco chiede di verificare il segno: l'arbitro va sul segno e conferma la chiamata.
I giocatori successivamente cambiano lato del campo e Francesco decide di andare direttamente a guardarsi il segno chiamato poco prima dall'arbitro: secondo lui la palla aveva toccato la riga e quindi il punto va rigiocato.

Che cosa succede?

Partiamo intanto da un presupposto importante: sui campi in terra battuta (e solo su quelli ovviamente) è possibile chiedere la verifica del segno o su un qualunque colpo che comporti la fine di quel punto specifico (vincente o palla tirata fuori), oppure fermando immediatamente il gioco a proprio rischio e pericolo. Il nostro caso, quindi, appartiene alla prima delle due categorie.

Giudizio... insindacabile

In presenza di un arbitro, nel momento in cui si chieda e si ottenga la verifica di un segno, vale il giudizio insindacabile dell'arbitro, il quale una volta presa la decisione non può più tornare indietro; inoltre sarà impossibile appellarsi al giudice arbitro in quanto essendo una questione “di fatto” non potrà in nessun caso modificare il giudizio dell'arbitro.

Accettare la chiamata

Il fatto che, poi, essendoci il cambio di campo, il giocatore decida di attraversare la rete, implicitamente dichiara di accettare la decisione dell'arbitro (che comunque come detto non potrà essere modificata).
Stessa cosa vale anche se Francesco non avesse chiesto la verifica del segno: attraversare la rete per andare a vedere il segno in occasione di un cambio campo, significa accettare quella chiamata.

Se l'arbitro non c'è, attraversare la rete si può

Diversamente avverrà in caso di partita giocata senza arbitro. In quella situazione è assolutamente concesso al giocatore, in caso di palla dubbia, chiedere di attraversare la rete per andare a verificare personalmente il segno chiamato dall'avversario.

 

* Testo a cura di Alessandro Saini