-
Collezionismo

Palline da tennis... rosse

Sul finire del 1800 alcune aziende tedesche hanno prodotto palline di colore rosso con l'obiettivo di aumentare la visibilità. E in Italia?

di Franco Alciati – Presidente Associazione Collezionisti Tennis | 29 novembre 2019

La pallina da tennis nasce di colore bianco ma già verso gli ultimi anni dell’Ottocento alcune ditte tedesche, aziende leader del settore in quel periodo come la Standard Harburg-Wien e la Continental, propongono sul mercato delle palle di colore rosso.

Lo scopo è quello di migliorare la loro visibilità soprattutto nelle giornate ove il sole è particolarmente forte e fluorescente.

Palline rosse italiane

Tale procedimento di ricopertura della palla in gomma con feltro o flanella rossa viene attuato anche nel nostro Paese dapprima dalla Pirelli di Milano nel 1899 seguita poco dopo, nel 1902, dalla ditta barese GB Pezzarossa.

Come riportano le cronache di quegli anni, sono palline italiane (probabilmente Pirelli) ad essere utilizzate nel Torneo di Tripoli del 1927 (qui sotto un'immagine del torneo) proprio con lo scopo di contrastare meglio la forte luminosità del sole africano.