-
Sempre in forma

Impara prima (e meglio), ecco l'Xpress Tennis

Tutti conoscono il minitennis per i più piccoli, ma esiste una forma facilitata anche per gli adulti che si avvicinano alla racchetta. Palle più morbide, rimbalzi ridotti e soddisfazione immediata. Così è più facile e veloce

di Paolo Girella * | 11 novembre 2019

* I.S.F. R. Lombardi e S.T.N.

Si è parlato molto negli ultimi anni del Tennis 10s, progetto voluto dall’ITF per uniformare l’attività di gara under 10 in tutto il mondo, codificando di fatto un percorso di minitennis che da moltissimo tempo tante Federazioni nazionali portavano avanti in modo eterogeneo. Pochi sanno però che esiste qualcosa di simile anche per gli adulti, che risponde al nome di Tennis Xpress.
Dallo studio condotto da diverse Federazioni è emerso che gli adulti si avvicinano alla pratica sportiva nel tempo libero per:

  • trarre benefici sulla salute grazie all’esercizio fisico;
  • vivere un’esperienza sociale per conoscere nuove persone;
  • senso di appartenenza;
  • imparare e migliorare in qualcosa di nuovo.

Nell'approccio a questo tipologia di nuovi appassionati, la capacità dell’insegnante deve essere quella di considerare tutti questi aspetti in tutte le sedute.

Palline morbide, rimbalzi ridotti

L’Istituto Superiore di Formazione “R. Lombardi” sta portando avanti, da diverso tempo, un cambio culturale all’interno del Sistema delle Scuole Tennis italiane. L’insegnante deve considerare non più gli spazi, le palline e le racchette come regole, ma come mezzi didattici.
Ridurre gli spazi di gioco, l’altezza della rete, utilizzare diverse tipologie di palline e racchette di lunghezza e peso differenti, sono ottimi modi per facilitare l’apprendimento non solo per i bambini ma anche per gli allievi in fase di avviamento di tutte le età, compresi gli adulti.
In particolare l’utilizzo di palline dal rimbalzo e dalla velocità ridotta è fondamentale per aiutare gli adulti a imparare a giocare a tennis bene e in fretta.
L'utilizzo di queste specifiche attrezzature infatti facilita l’allievo adulto nell’acquisizione di una corretta tecnica, fornendo tempi maggiori per organizzarsi nello spazio e nel tempo rispetto a quelli concessi da una palla normale. Inoltre un rimbalzo ridotto in termini di altezza consente la ricerca di un impatto ideale tra la vita e l’altezza delle spalle.

Impatto: più controllo con le palle Orange e Green

Il maggior tempo di contatto di una pallina Orange o Green, come vengono definite, sul piatto corde determinerà inoltre più controllo da parte dell’allievo congiuntamente ad una velocità esecutiva del gesto tecnico più elevata, e quindi più vicina ai modelli di riferimento biomeccanici del tennis di alto livello.
Per lo stesso motivo diventerà più semplice anche trovare sin da subito l’interazione tra allievi, i quali potranno riuscire a eseguire scambi lunghi e divertenti pur non essendo ancora in possesso di una corretta tecnica, e perché no dare vita a entusiasmanti e coinvolgenti competizioni, o addirittura a vere e proprie partite.
Come l’Istituto Superiore di Formazione “R. Lombardi” predica da diverso tempo, lo sviluppo della fase tattica sin da subito è determinante per la comprensione del gioco da parte dell’allievo, e l’acquisizione di una tecnica corretta sarà possibile per l’Insegnante contestualizzarla immediatamente all’interno delle situazioni stesse di gioco (è il succo del metodo olistico contro il metodo analitico).

Tempi brevi, più soddisfazione

Insomma, chi si avvicinerà alla pratica del tennis in età adulta con la convinzione che il percorso per arrivare a ottenere una tecnica tale da potergli consentire lunghi scambi con i compagni di gioco o la disputa delle prime vere partite sarà lungo, si ritroverà al contrario di fronte a una realtà completamente diversa in cui l’apprendimento e il divertimento saranno immediati.
Insomma, giocare a tennis fin da subito è possibile per tutti, al di là dell’età e delle capacità.

Green per la tecnica, Orange per la tattica: le palline giuste per l'Express Tennis

Le due tipologie di palle da considerare maggiormente sono quella Orange (rimbalzo ridotto rispetto alla palla normale del 50%,) e quella Green (rimbalzo ridotto del 25% rispetto alla palla normale). L’altra tipologia di palla dal rimbalzo ridotto è la Red (75% rispetto a quella normale), che necessità però, viste le caratteristiche, di spazi molto più piccoli e quindi meno facile da utilizzare dagli adulti in fase di avviamento. Nella foto qui accanto vediamo la differenza d'altezza del rimbalzo tra le varie palline (la gialla è quella standard, le altre - arancio, verde e rosso – sono le tre di cui abbiamo appena parlato. Considerando Orange e Green, dunque, il consiglio per tutti è quello di variare l’utilizzo di diverse tipologie di palline anche all’interno della stessa seduta in base proprio alla tipologia di lavoro proposto, che per i livelli più avanzati potrebbe vedere la pallina Green protagonista delle esercitazioni tecniche e quella Orange per quelle tattiche o in cui viene richiesto un consistente numero di scambi.