-
Collezionismo

Il tennis alla Rinascente

I Magazzini della Rinascente di Milano, affacciati sul Duomo, presero questo nome, ideato da Gabriele D’Annunzio, nel 1917. In occasione del centenario, nel 2017 è stata aperta una mostra a Palazzo Reale, all’interno della quale ha trovato spazio anche il tennis. Con anche il marchio aziendale “Gymnasium”.

di Franco Alciati - Presidente Associazione Collezionisti Tennis | 18 ottobre 2019

Le origini dei Magazzini de la Rinascente di Milano risalgono al lontano 1865, ma solo a partire dal 1917 la società assume l’attuale nome, ideato da Gabriele D’Annunzio.

Per festeggiare i 100 anni del suo nome la Rinascente, in collaborazione con il Comune di Milano, dal 24 maggio al 24 settembre di due anni fa ha organizzato a Palazzo Reale una mostra dal titolo ‘Rinascente100’ che raccontava attraverso immagini e filmati inediti la storia di questi magazzini che hanno contribuito significativamente all’evoluzione del costume, della comunicazione e dei consumi nel nostro Paese.

Sin dalla sua nascita la Rinascente ha dato molta importanza alla vendita degli articoli destinati al tempo libero e allo sport, prodotti ai quali ha riservato una organizzazione speciale denominata ‘Gymnasium’ reparto sport La Rinascente.

Nelle undici sale della mostra hanno trovato spazio interessanti cimeli sportivi, fra i quali spiccavano in particolare numerosi manifesti pubblicitari ideati dai più bravi artisti degli anni trenta del Novecento come Dudovich, Boccasile e Cappiello.

All’interno della rassegna, al pari di sci, alpinismo, ciclismo, nuoto e automobilismo è stato presente anche il tennis, in particolare con un’opera eseguita nel 1925 dall’illustratore Giovanni Manca, che raffigura uno sportivo con tutte le attrezzature acquistabili nel reparto sport dei magazzini milanesi.

Oltre ai manifesti, molto ricercati dai collezionisti sono anche i primi cataloghi della Rinascente (che al loro interno contenevano alcune pagine sui prodotti sportivi) ed in particolare quelli interamente dedicati allo sport come quello relativo all’anno 1930, che presenta svariati capi d’abbigliamento ed attrezzature per il tennis.

La Rinascente oltre a commercializzare le principali marche straniere ed italiane di racchette (Persenico e Sail) proponeva anche una sua linea di telai denominata ‘Gymnasium’ (modelli ‘P’ – ‘S’ – ‘T’) i cui prezzi erano decisamente a buon mercato.

Anche per quanto riguardava le palline, la Gymnasium presentava una propria linea il cui costo per una scatola da dodici pezzi era di lire 42, molto inferiore rispetto alle 65 lire delle palle Pirelli e alle 82 lire delle Dunlop.