-
L'allenamento

#RIGADIFONDO - I propositi di Maria

In un video postato su Instagram da Bordighera, Sharapova condensa una (durissima) sessione di lavoro in palestra agli ordini di Dalibor Sirola. L’ex n.1 del mondo e 5 volte vincitrice di Slam lavora duro per tornare al vertice. E dà una bella lezione sui buoni propositi per l’anno nuovo

di | 27 dicembre 2019

Questo è il periodo dei buoni propositi. C’è da pensare che facciano da antibiotici contro i sensi di colpa, ecco perché serve assumerne in dosi industriali subito dopo le feste. C’è chi alle porte del nuovo anno si ripromette di andare in palestra, salvo poi far scadere l’abbonamento mensile a metà febbraio; chi giura che si metterà a dieta, ma ha una scorta di panettoni residui da sfamare una caserma di alpini. I buoni propositi vanno alimentati con le motivazioni e, girovagando in rete nel periodo natalizio, una bella lezione arriva da Maria Sharapova, che indica a tutti noi la retta via. Non a parole, ma con i fatti.
Nel bel mezzo del dicembre mite di Bordighera, dove la siberiana si sta allenando sotto gli occhi attenti del Team Piatti, arriva un video che la 5 volte vincitrice di Slam pubblica sui suoi seguitissimi profili social. Su Facebook è disponibile la versione breve (che trovate qui sotto), su Instagram quella più approfondita. Ebbene, la tenacia che dimostra una ragazza che nei suoi 32 anni di vita, e 19 di carriera, ha incassato quasi 40 milioni di dollari di soli prize-money - senza considerare “l’indotto” di sponsor, attività imprenditoriali, annessi e connessi - è quasi commovente. A noi altri basterebbe la metà della volontà per vincere quattro partite in più al club, perdere qualche cm dal giro-vita e non far disperare lo specchio.
Adesso che al Piatti Tennis Center si trova a suo agio, in campo come con le orecchie da renna a fare gli auguri-ballati in compagnia di Jannik Sinner (se vi siete persi quel video, rimediate subito e cliccate qui), Maria dimostra giorno dopo giorno di fare di tutto e di più per tornare lassù dove la sua fame le chiede di stare. Nel video in cui si ‘ammazza’ di fatica nella palestra vista campi di Bordighera, c’è tutto. La sua voglia, la sua serietà, la sua costanza, la sua motivazione. I suoi buoni propositi.

Quel signore col ‘fisicaccio’ che sta con lei nel video e che la incita a fare sempre di più e sempre meglio, si chiama Dalibor Sirola. Croato di Rijeka, classe 1972, preparatore fisico di professione e di vocazione. È l’uomo che ha costruito Ivan Ljubicic e gli ha dato le basi atletiche per arrivare fino al n.3 del mondo; è l’uomo che Riccardo Piatti cita sempre quando parla di “qualità delle persone” all’interno del suo team; è l’uomo che sta lavorando sulle fasce muscolari, sui tendini e sui nervi di Jannik Sinner, per farlo esplodere in tutta la sua potenza e potenzialità.

PROTAGONISTI: RIVIVI LA CARRIERA DI MARIA SHARAPOVA IN 10 CAPITOLI 

Maria Sharapova, 32 anni, 3,7 milioni di followers su Instagram, 645 partite vinte in carriera e una spalla che continua a far cri-crack, sa che niente e nessuno al mondo potrà assicurarle di tornare a vincere uno Slam. Né di tornare in pianta stabile tra le primissime giocatrici del mondo. Ma sa anche che se una possibilità c’è, passa per forza da quell’abnegazione lì. Da quel ‘Ancora uno’ detto col fiatone al preparatore fisico che le dà lo stop dopo una serie durissima.

Lo sa lei come lo sanno Roger Federer, Rafael Nadal e tutti gli altri che devono confermarsi ad altissimi livelli nonostante gli anni che avanzano.  Lo sa lei come lo sanno gli Zverev, gli Tsitsipas, i Medvedev e i Berrettini che devono fare quel saltello in più, così vicino e così lontano, per superare i mostri sacri. Cosa credete che stiano facendo, magari lontani da una fotocamera o da Instagram? Cosa credete che stiano facendo adesso, mentre gli altri mangiano “l’ultimo” cioccolatino natalizio stilando - a parole - la lista dei buoni propositi? ‘Ancora uno’. ‘Ancora uno’, ecco che cosa stanno facendo.