-
La vita fuori dal campo

Iga Swiatek, l'altra maga

Iga Swiatek è sulle orme della sua connazionale Agnieszka Radwanska. 18 anni appena compiuti, ha raggiunto gli ottavi al Roland Garros dei grandi, mentre lo scorso anno ha conquistato Wimbledon juniores

di Alessandro Nizegorodcew | 05 giugno 2019

Da Aga a Iga. Il tennis polacco sembra aver finalmente trovato in Iga Swiatek la degna erede di Agnieszka Radwanska. Brillante, ricca di talento e con una grande voglia di emergere, la neo diciottenne di Varsavia sta scalando il ranking Wta a suon di successi e prestazioni degne di nota. Il quarto turno conquistato al Roland Garros le permetterà di avvicinare la Top 50, ma il sogno è quello di emulare e superare la ‘maga’ Aga. “Ho avuto modo di conoscere Agnieszka in questi giorni a Parigi – ha raccontato Iga, che nel giorno del suo diciottesimo compleanno, durante il Roland Garros, si è concessa una singola fetta di torta – e mi ha fatto piacere scambiare con lei qualche parola, anche se abbiamo parlato poco di tennis”. Iga Swiatek ha colpi potenti, un’ottima mano e un tennis completo; ma chi è fuori dal campo? Quali le sue passioni?

Tennis e studio

Iga Swiatek (si pronuncia Shviòntek, come il milanista Piatek) nasce a Varsavia il 31 maggio 2001. Figlia di Tomasz Swiatek, canottiere polacco protagonista all’Olimpiade di Seoul ’88, inizia a giocare per volere del padre. “Mia sorella – racconta Iga – è più grande di me di tre anni, giocava già e io volevo essere come lei, quindi ero felice di poter provare il tennis. Nei primi anni perdevo sempre, dettaglio che mi ha motivato ancor di più per migliorare. Se l’ho mai battuta? Mai! Ha smesso quattro anni fa per un problema fisico…”. Iga si fa notare sin da giovanissima per i suoi successi da junior, tra cui spicca il titolo a Wimbledon under 18 nel 2018. Frequenta attualmente una scuola privata, “ma nonostante i professori siano molto comprensivi rispetto alla mia attività da professionista – spiega – mi ritrovo spesso a dover recuperare compiti e interrogazioni quando rientro in Polonia. Non è facile riuscire a concentrarsi al cento per cento sia sul tennis che nello studio”.
Esiste un genere per ogni stato d’animo, ma se dovessi scegliere direi sicuramente rock! Amo i Pink Floyd, mentre la mia anima pop adora Abba, Coldplay e Santana.

Musica e followers

Come passa i momenti di svago Iga Swiatek? “Nel tempo libero, quando non studio, leggo libri e soprattutto ascolto musica. Ho una passione smisurata per la musica. Esiste un genere per ogni stato d’animo, ma se dovessi scegliere direi sicuramente rock! Amo i Pink Floyd, in particolar modo “Comfortably Numb’ e ‘Shine on you crazy diamond”. La mia anima pop invece adora Abba, Coldplay e Santana. Prima di entrare in campo? Ho un brano che ascolto sempre: si tratta di Thunderstruck degli AC/DC. Mi dà una grandissima carica”. Iga, intanto, inizia a raccogliere fans anche sui Social Network: sia su Instagram che su Twitter i followers hanno superato ampiamente i 10.000. L’obiettivo è eguagliare Aga Radwanska sia in campo che fuori, raggiungendo il numero 2 del mondo (con 20 titoli Wta) e oltre 300.000 followers.