-
La vita fuori dal campo

Casper Ruud tra Rafa e Reds

Il tifo per l’hockey NHL, la passione per il golf, l’amore per il Liverpool finalista di Champions: come passa il tempo fuori dal campo il talento norvegese che sogna di superare il best ranking di papà Christian. E ci è già molto vicino

di Alessandro Nizegorodcew | foto Sposito | 19 maggio 2019

Vent’anni, diritto da urlo e una crescita tennistica esponenziale. Casper Ruud nasce a Oslo il 22 dicembre 1998 da papà Christian, ex numero 39 Atp a metà degli Anni ’90, e da mamma Lele Cathrine. Ha due sorelle minori, Caroline e Charlotte, sue grandi tifose.
A 2 anni grazie al padre prende in mano la prima racchetta e, sin dai primi colpi, lascia intravedere doti coordinative fuori dal comune. “Andavamo a giocare in giardino - ha raccontato Christian - e lì Casper, che era ancora più basso del cesto di palle, ha imparato i suoi primi rudimenti tennistici”. La finale nel torneo ATP 250 di Houston ha lanciato definitivamente tra i Top-100 Atp il talento norvegese, pronto a inseguire il best ranking (n.39) di papà Christian. Ma chi è Casper Ruud? Quali sono le sue passioni e come si rapporta con i suoi fan, che aumentano giornalmente?

Sport come ragione di vita

“Sono un grande tifoso del Liverpool. Anfield è il primo stadio che ho visitato e me ne sono innamorato”. La finale di Champions League è alle porte e Casper Ruud sostiene da anni la squadra di Jurgen Klopp. Sui Social Network parla dei ‘Reds’ nel 50% dei suoi post e l’hashtag #YNWA (You’ll never walk alone; nda) è una costante. Il calcio non è l’unico sport che appassiona Ruud, che segue (e pratica) appena può anche il golf e l’hockey su ghiaccio. “Il mio idolo nello sport è il golfista Rickie Fowler, mentre sono tifosissimo del campionato NHL (National Hockey League; nda) dei Tampa Bay Lightning. Ho praticato tanti sport da bambino, ma a 11 anni ho deciso che avrei fatto il tennista e così è stato”.
Ho letto che alcuni giocatori non amano il tennis mentre per me è sempre una grande passione

Followers in aumento

Ruud non è ancora ‘personaggio’, ma i suoi seguaci aumentano in maniera costante. Su Instagram i like sono 23.300 mentre su Twitter, dove è molto attivo, è intorno ai 10.000 followers. Il sottotitolo dei suoi profili recita “la mia vita dentro e fuori dal campo” e, in effetti, Casper parla, condivide e posta sul tennis e sulle sue altre passioni. Seguendolo, si scopre che l’idolo indiscusso con racchetta è Nadal, con sui si è allenato durante la preparazione invernale alla Rafa Nadal Academy ricevendo tanti consigli importanti da zio Toni, mentre il colpo che ruberebbe a un suo collega è “certamente il servizio di John Isner”5 .