-
La vita fuori dal campo

Il next gen biondo che fa impazzire il mondo

Denis Shapovalov è estro, classe, creatività e voglia di emergere. Non solo in campo, anche nella vita e (soprattutto) sui social network. Una carriera sempre più lanciata e fan (e followers) in aumento esponenziale

di Alessandro Nizegorodcew | foto Getty Images | 12 maggio 2019

Denis Shapovalov è un grande tennista, ma anche un ragazzo che ragiona e si diverte, che si allena con serietà alimentando però sempre le sue tante passioni. In questi anni abbiamo imparato ad ammirarne i rovesci in salto, le accelerazioni improvvise e le smorzate millimetriche, ma chi è ‘Shapo’ fuori dal campo?

La ‘Shapo Fashion’

Shapovalov ha cominciato a fare tendenza sui social circa due anni fa con la cosiddetta ‘Shapo Fashion’. Di cosa si tratta? “Ho la testa abbastanza piccola - ha spiegato il canadese - e quindi devo stringere molto i cappelli che indosso. Mi dicono che ormai questo stile sia stato definito da un paio di persone ‘Shapo Fashion’…”. Sì, un paio… che sono rapidamente diventate centinaia e poi migliaia nel giro di pochi minuti. Su Instagram, per la precisione, il next gen canadese vanta al momento ben 300.000 followers.

Le passioni del giovane Denis

‘Shapo’ non segue solamente il tennis, ma anche tanti altri sport. Fra tutti il basket NBA e i ‘suoi’ Toronto Raptors, che cerca di seguire il più possibile anche dal vivo. Il suo tifo sfrenato si nota anche lontano da casa: è quasi impossibile infatti, che in giro per i tornei non indossi sempre una maglietta o un cappello dei Raptors. Quando è nel tour cerca di vivere, per quanto possibile, anche le città in cui si trova a giocare, tra scarpinate in montagne e passeggiate in città. Il tutto sempre ben documentato su Instagram (ben 350 foto postate in 4 anni). Tante le immagini ‘postate’ insieme all’amico Felix Auger-Aliassime, accanto a cui è cresciuto tennisticamente e non.

Il legame con la famiglia

Quando torna a casa, in Canada, i social si ‘spengono’ per alcuni giorni per dedicare tempo alla famiglia e ai suoi tanti amici. Nato a Tel Aviv da genitori russi, ma trasferitosi in Canada sin da bambino, Shapovalov sente molto il legame con la nazione d’origine, tanto da postare ogni anno, il 9 maggio, una foto che ricordi ‘il giorno della vittoria’ della Russia sulla Germania nazista alla fine della seconda guerra mondiale. E allora giù il cappello per questo ragazzo, desideroso di conoscenza, intelligente e mai banale.