-
Abbigliamento e scarpe

Wow, la prima scarpa da tennis senza stringhe!

Adidas vuole stupire con un nuovo modello tecnico pensato per Stefanos Tsitsipas famoso per romperne una gran quantità. Si presenta in modo elegante e originale: sarà una rivoluzione?

di | 15 gennaio 2020

Se il primo amore non si corda mai, la prima scarpa da tennis senza stringhe… non si slaccia mai. In effetti il primo colpo d’occhio con le nuovissime Adidas Stycon lascia a bocca aperta proprio come nel video promozionale sembra succedere a Stefanos Tsitsipas che è pronto a indossarle agli Open d’Australia.
“No way!”, esclama il 21enne greco n.6 del mondo, famoso per spaccarne tante di stringhe, più di tutti. Il siparietto di papà Apostolos che gliele sistema e gliele fa riavere in campo ha fatto il giro del mondo. Chissà che non sia stato quello a ispirare i designer di Adidas nel tentativo di spostare il limite dell’innovazione un po’ più in là.

In effetti l’impatto visivo è senza precedenti: un taglio alto, da scarpa da basket, ma caratterizzato dall’aspetto morbido e avvolgente di una calza, una semplice calza.

Il responsabile del design Adidas, Stanislav Goussev, spiega che a Herzogenaurach volevano proprio tentare di proporre qualcosa di mai visto. Si parla di 18 mesi di progettazione.

Il tennis non è uno sport facile per chi progetta calzature tecniche. Mette insieme le problematiche della corsa (durata, ammortizzazione) con quelle degli arresti in velocità, degli spostamenti laterali che richiedono stabilità, sicurezza.

A sentire Goussev il segreto è stato ripartire dal centro del problema, la zona di appoggio del piede, l’intersuola. Per queste Stycon ne è stata disegnata una inedita, a due densità: una parte più dura e stabilizzante dove il materiale è verde; una più morbida ed elastica, bianca.

La differenza la fanno due aspetti:

  • 1) il bordo rialzato lungo tutto il perimetro che fa sì che il piede sia sostenuto, come incapsulato;
  • 2) l’altezza consistente dei bordi laterali che garantiscono stabilità nella zona mediana e posteriore.

GUARDA LE FOTO DELLA SCARPA E DELLA SUA PROGETTAZIONE

La tomaia è in tessuto mesh e sembra davvero una calza. All’interno però sono state collocate delle bande di stabilizzazione che, secondo i tecnici Adidas, rendono le stringhe non solo inutili ma anche, a questo punto, obsolete.

Come tutte le novità dal sapore rivoluzionario sarà interessante la prova del campo, sia quella che farà Tsitsipas agli Open d’Australia (questa è l’idea) sia quello che faremo noi alla prima occasione. Il prezzo on line è allineato a quello dei modelli top di gamma con le stringhe: intorno ai 140 euro.