-
Abbigliamento e scarpe

Area test - Le scarpe Next Gen, confortevoli e iper-leggere

De Minaur light, Sinner e Tiafoe veloci, Ruud va sul comfort, Ymer in 3D. Dopo le racchette, andiamo a vedere le scarpe. Ecco le calzature che gli otto giocatori dovrebbero indossare sui campi veloci dell’Allianz Cloud di Milano

di Mauro Simoncini | 01 novembre 2019

Dopo le mani, i piedi. Siamo all’inizio dei dieci giorni delle Next Gen Atp Finals a Milano (compresi i tre di qualificazioni a Milano 3) e dopo gli attrezzi che manovreranno i protagonisti, siamo andati a curiosare un po’ più in giù per scoprire che cosa portano ai loro piedi e per capire con quali calzature si disimpegneranno sul campo Indoor e veloce del Allianz Cloud di Milano.

Il canadese Denis Shapovalov è uomo Nike, come altri del torneo. Ai suoi piedi ci sono le Nike Air Zoom Vapor X Knit HC (Hard Court) appunto concepite per i campi veloci. Tomaia in maglia costruita per bloccare il piede durante i movimenti più esplosivi e - come accade sempre più spesso - una fodera interna elastica ad avvolgerlo ulteriormente.

La scarpa è la fusione della storica tecnologia Air Tech Challenge di suola e intersuola con la Knit Upper della decima edizione delle Vapor.

GUARDA LE FOTO DELLE SCARPE NEXT GEN

Alex De Minaur è invece sponsorizzato dai giapponesi di Asics; ai piedi ha le Solution Speed FF, calzature sono dotate di ammortizzazione Flyte Foam, leggera ed elastica. La tomaia è priva di cuciture: è una delle scarpe più leggere del mercato.

Lo statunitense Frances Tiafoe, come il nostro Jannik Sinner, fa parte del team Nike. ‘Big Foe’ e l’azzurro usano le stesse Nike Air Zoom Zero. Design innovativo e tecnologia ‘Air Zoom’ sotto tutto il piede (tallone e avampiede) garantiscono performance ad alte velocità

Total look Yonex (abbigliamento, racchette e scarpe) è invece Casper Ruud. Il norvegese di Oslo, che si allena alla Rafa Nadal Tennis Academy, mette ai piedi le Yonex Fusionrev 3 ideate per garantire ammortizzazione e comfort ottimali. Hanno intersuola Power Cushion che assorbe gli shock degli impatti al terreno restituendo reattività.

Il serbo Miomir Kecmanovic, pure lui sponsorizzato da Nike, ai piedi - anche nella foto delle locandine Next Gen - ha le Vapor X Tech Challenge, una sorta di scarpa celebrativa, iconica, il cui design si ispira al modello storico di Andre Agassi, con scritta Nike Air in rientro in pelle sul tallone. In realtà in campo lo si è visto con delle Nike Air Zoom Cage 3 HC (Hard Court) tutte in nero. Una calzatura completa e versatile, robusta grazie al rinforzo a mo’ di gabbia (Cage) sulla tomaia; la scarpa di Rafa Nadal.

Mikael Ymer è uomo Adidas. Tra i diversi modelli del marchio tedesco lo svedese ha scelto Adidas SoleCourt Boost, un modello di nuova generazione caratterizzata da un’intersuola in materiale 3D con tecnologia Boost (che sembra polistirolo), pensata ovviamente per l’ammortizzazione e per attutire gli urti sul terreno.

Il transalpino Ugo Humbert, per chiudere la rassegna degli 8, veste Le Coq Sportif; per le calzature però si affida al suo sponsor tecnico delle racchette, cioè Wilson. Ai piedi del francese le Rush Pro 3.0 che a Parigi ha sfoggiato in bianco; ammortizzazione garantita dalla tecnologia Sensifeel, mentre Pro Torque Chassis avvolge il piede internamente per evitare movimenti sbagliati. Tomaia in morbido tessuto a rete. Anche le scarpe, come loro, sono Next Gen.