-
Padel

Assoluti indoor: il gioco delle coppie ribalta i pronostici

Doppia sorpresa ai campionati assoluti indoor di padel, al Villa Pamphili Padel Club di Roma. Nel maschile una finale tra outsider premia Cotto/Tinti, nel misto Stellato/Di Giovanni detronizzano Sussarello/Cremona. Nel femminile si confermano Pappacena/Sussarello su Orsi/Tommasi. Nirdaci: “Si chiude una stagione indimenticabile per il padel italiano”

di | 11 dicembre 2019

Il gioco delle coppie era uno dei fattori che, nel tabellone maschile, avrebbe potuto rimescolare le carte ai Campionati italiani assoluti indoor 2019, ma al Villa Pamphili Club Roma è accaduto un vero e proprio ribaltone: hanno conquistato lo scudetto Nicolò Cotto e Alessandro Tinti al termine di una finale tra outsider su Lorenzo Di Giovanni e Riccardo Sinicropi.

Sorpresa anche nel misto, con Emily Stellato e Lorenzo Di Giovanni che hanno detronizzato Giulia Sussarello e Simone Cremona. Conferma, invece, sul fronte femminile, con Chiara Pappacena e Giulia Sussarello vittoriose sulle rivali stagionali Carolina Orsi e Valentina Tommasi.

Il padel italiano chiude così un 2019 fantastico, che ha avuto il suo apice in occasione degli Europei di Roma, con l'oro della nazionale maschile e l'argento di quella femminile.

A Cotto/Tinti la finale degli outsider

Il tabellone di doppio maschile Open vedeva al via diverse coppie inedite: le incognite, come le mine vaganti, erano molte, ma in pochi avrebbero pronosticato una finale tra uno dei binomi creatisi ad hoc, quello composto da Nicolò Cotto ed Alessandro Tinti, e una coppia che si è avvicinata al padel solo quest'anno, quella formata da Riccardo Sinicropi e Lorenzo Di Giovanni.

Questi due tandem sono emersi da un torneo ad alto tasso spettacolare, nel quale tutti i match, a partire dai quarti di finale, si sono conclusi al fotofinish, compresa la finale. La futura coppia tricolore ha firmato scalpi eccellenti: Daniele Cattaneo con Lorenzo Rossi (2) e Michele Bruno con Luca Mezzetti (3, tricolori outdoor e recenti vincitori del Master del Circuito Slam), battuti rispettivamente 1-6 6-3 6-4 nei quarti di finale e 7-6 1-6 7-6 in semifinale.

Non da meno le vittime di Di Giovanni/Sinicropi (con un ranking di seconda categoria e non compresi tra le 16 teste di serie): 7-6 6-3 su Giorgio Negroni e Filippo Scala (4) negli ottavi, 7-5 3-6 6-2 su Marco Cassetta ed Emanuele Fanti  (5) nei quarti, e 7-5 7-6 su Simone Cremona e Saverio Palmieri (1) in semifinale.

La Lombardia fa 3 su 4

Curiosamente, tre dei quattro padelisti di questa sorprendente finale (tutti eccetto Tinti) sono lombardi d'adozione, a testimonianza della grande crescita del movimento in Lombardia.

L'Over 35 Cotto, di origine piemontese, era reduce dalla finale del Circuito Slam persa a Milano. Di Giovanni, 31 anni dall'Abruzzo ed ultimo allenatore di Roberta Vinci, e Sinicropi, 29enne cresciuto tra Mentone e la Liguria con un passato da Top-500 ATP, hanno già mostrato un buon affiatamento con alcuni sigilli e diversi buoni piazzamenti nell'arco della stagione.

Alessandro Tinti, il quarto protagonista dell'ultimo atto a Villa Pamphili, ha 28 anni ed è romano: tra i suoi “allievi” persino un certo Francesco Totti.

Pappacena/Sussarello inarrestabili

Il tabellone di doppio femminile Open è stato quello più regolare ed ha visto il suo naturale epilogo in un altro capitolo della sfida che ha caratterizzato tutta la stagione: da una parte Chiara Pappacena e Giulia Sussarello, dall’altra contro Carolina Orsi e Valentina Tommasi.

Al termine di due set molto intensi hanno prevalso ancora Pappacena/Sussarello, che hanno dunque replicato il tris perfetto del 2018: scudetto outdoor, Master Slam e tricolore indoor.

Equilibrio anche nelle due semifinali, Emily Stellato ed Erika Zanchetta si sono arrese per 7-5 6-3 a Pappacena/Sussarello, mentre Claudia Noemi Cascella e Alessia La Monaca hanno ceduto per 6-4 7-5 a Orsi/Tommasi.

Stellato/Di Giovanni detronizzano Sussarello/Cremona

Esito a sorpresa anche nel tabellone di doppio misto Open, nel quale Emily Stellato e Lorenzo Di Giovanni hanno costretto Giulia Sussarello e Simone Cremona ad abdicare.

 Stellato/Di Giovanni hanno piegato in finale proprio la coppia regina dell'ultimo biennio al termine di una vera e propria battaglia chiusa al match tie-break.

La sfida per lo scudetto è stato solo l'ultima tappa di un percorso decisamente tortuoso, che ha visto il futuro tandem tricolore domare altri due binomi favoriti: 7-6 4-6 10/8 a Valentina Tommasi e Michele Bruno (3) negli ottavi di finale, e 5-7 6-4 10/5 a Carolina Orsi e Saverio Palmieri (1) in semifinale.

Tra le migliori quattro coppie anche Francesca Campigotto e Marco Cassetta (4).

Nirdaci: “Una stagione indimenticabile”

“Gli 'Assoluti indoor' hanno chiuso una stagione fantastica e indimenticabile – il commento finale di Gianfranco Nirdaci, presidente del Comitato FIT per il Padel –, consacrata dal titolo europeo della nazionale maschile che ci ha ripagato di un lavoro incredibile fatto di tanti sacrifici.

Il mio pensiero va sia a chi ha saputo confermarsi come Pappacena e Sussarello, capaci di inanellare l'ennesimo scudetto, sia a chi ha saputo ritagliarsi un vero e proprio momento di gloria tricolore come Cotto e Tinti. Mi sento di spendere due parole proprio per Alessandro: è un ragazzo che si è sempre impegnato tantissimo e avrebbe potuto far parte della nazionale che ha vinto gli Europei.

Con questo titolo italiano si è preso una grande e meritata soddisfazione. Desidero – conclude – ringraziare ancora una volta il Villa Pamphili Padel Club: per l'ospitalità di questi Campionati e per il prezioso supporto logistico che ci ha dato durante gli Europei, contribuendo in maniera significativa alla perfetta riuscita della manifestazione nonostante le avversità meteorologiche”.

I risultati delle finali

Doppio maschile Open: Nicolò Cotto/Alessandro Tinti b. Lorenzo Di Giovanni/Riccardo Sinicropi 1-6 6-4 7-6.

Doppio femminile Open: Chiara Pappacena/Giulia Sussarello b. Carolina Orsi/Valentina Tommasi 7-5 7-5.

Doppio misto Open: Emily Stellato/Lorenzo Di Giovanni b. Giulia Sussarello/Simone Cremona 7-6 4-6 10/7.

Doppio maschile terza e quarta categoria: Alessandro Faconda/Cristian Ilardi b. Marco Guercio/Gianluca Di Salvia 4-6 6-3 6-2.

Doppio femminile terza e quarta categoria: Daniela Piangerelli/Giorgia Stridacchio b. Lucia Di Ghionno/Cecilia Pattacini 6-1 6-2.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi