-
Padel

Il circuito che ha fatto Slam verso il Master di Milano

Dopo l’ultima tappa al Monviso di Grugliasco il Circuito Slam guarda al gran finale di novembre. Chiusi tutti i sei appuntamenti dalla Sicilia al Piemonte, ecco quali sono gli uomini e le donne da battere.

di Fabio Bagatella | 18 ottobre 2019

Da Triggiano (Bari) a Grugliasco (Torino), un giro d'Italia che – nelle gabbie da Padel – ha fatto Slam. Anche perché, in ordine temporale, il circuito è passato anche per Riccione, Catania, Castenaso e Roma. Partito in Puglia nel mese di marzo, il Circuito Slam 2019 ha fatto tappa in Emilia Romagna (due volte), Sicilia, Lazio e ha chiuso la sua prima fase in Piemonte con il sesto e ultimo appuntamento disputato al Monviso Sporting Club.

Chiusa la prima fase

La tappa del Monviso ha visto in campo quasi tutti i big azzurri e ha incoronato nel maschile Daniele Cattaneo e lo spagnolo Alexis Rosete Barriga (4-6 6-3 6-1 in finale su Simone Cremona e Lorenzo Di Giovanni) e nel femminile Chiara Pappacena e Giulia Sussarello (6-0 6-2 su Francesca Campigotto e Carolina Petrelli). In evidenza gli emergenti Marco Cassetta e Simone Licciardi, che hanno eliminato i campioni italiani in carica Michele Bruno e Luca Mezzetti e sfiorato il successo contro Cattaneo/Rosete Barriga in semifinale.

Molte coppie e tante incognite

In campo maschile il Circuito Slam 2019 ha registrato un percorso decisamente poco lineare, con molte coppie createsi ad hoc per le varie tappe e una sola, quella formata dai 'maestri' di Milano 2018 Daniele Cattaneo e Simone Cremona, capaci di vincerne due: a Riccione su Michele Bruno e Luca Mezzetti e a Catania su Saverio Palmieri e Gianmarco Toccini.

Cattaneo e Cremona, presi singolarmente, hanno timbrato una terza volta ciascuno, ma con un partner diverso: il primo nella tappa appena conclusa a Grugliasco, il secondo a Roma con Michele Bruno; in entrambe le finali dall'altra parte della rete c'era il rispettivo 'ex compagno': Cremona con Lorenzo Di Giovanni in Piemonte e Cattaneo con Marcelo Capitani nella Capitale.

Ha vinto due tappe anche quest'ultimo, l'italo-argentino selezionatore della nazionale azzurra under 18, anche lui con due compagni differenti (entrambi sudamericani trapiantati in Italia): a Triggiano con Gustavo Sarmiento e a Castenaso con Adrian Matias Baez Clemente.

Donne: una coppia sopra tutte

Sul fronte femminile, dove i cambi nelle varie coppie sono stati molto minori, il Circuito Slam ha confermato che Pappacena/Sussarello continuano a essere le regine. Assenti a Catania e ritirate a Roma per un problema fisico (Pappacena), le campionesse italiane hanno vinto tutti e tre gli altri appuntamenti, compreso l’ultimo a Grugliasco.

L'unico k.o. è giunto nella finale di Castenaso contro Carolina Orsi e Valentina Tommasi. Queste ultime, vincitrici anche a Catania e finaliste a Riccione, possono considerarsi la seconda forza dell’anno. Una vittoria di tappa (Roma) anche per Sara D'Ambrogio e Benedetta Sobrero, capaci di far centro alla loro prima uscita insieme.

Il Master di Milano

Il Circuito Slam è un circuito nazionale organizzato dalla FIT ed è la principale manifestazione itinerante della stagione italiana di padel. L'edizione 2019 si è articolata in sei tappe e si concluderà con il Master finale in programma a Milano nel mese di novembre (22-24). Qui si sfideranno i migliori sedici giocatori (otto coppie, Prima e Seconda categoria) e le migliori otto giocatrici (quattro coppie, categoria Open), decretati da una classifica individuale (tutti i partecipanti hanno potuto gareggiare con compagni diversi) stilata in base ai risultati conseguiti nelle singole tappe e col vincolo di averne disputate almeno quattro.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi