-
Next Gen

Piccolo grande Gabriele: sogna Nadal e…il mare

Il 15enne Piraino, palermitano, che ha conquistato il Torneo Avvenire, grande classica internazionale del tennis giovanile, fa già la vita del ‘pro’. Sa di dover migliorare servizio e diritto ma sente anche bisogno di un po’ di… vacanza

di Ivan Filannino – Torneo Avvenire | 16 giugno 2019

 

Sembra ancora non crederci Gabriele Piraino, cinquantacinquesimo vincitore del Torneo Avvenire. Invece è tutto vero, il tennista palermitano classe 2003 ha superato Niccolò Ciavarella nella prima finale tutta italiana da quando l’Avvenire è diventato un torneo internazionale.

Gabriele raccontaci innanzitutto la gioia per questa vittoria

“Sono davvero felice, questo è un torneo davvero prestigioso. So che qui ha vinto gente come Borg, Edberg e per me è una grandissima emozione riuscire a entrare nell’albo d’oro”.

Quale è stato il momento più difficile in questa settimana?

“Ce ne sono stati due. La prima partita contro il bulgaro Dinev perché ero molto teso, volevo fare bene in questo torneo e mi sono subito trovato davanti un avversario forte. Vinta quella sono riuscito a sciogliermi, secondo e terzo turno sono filati via lisci. Nei quarti il secondo grosso ostacolo perché l’argentino Fransisco Pini è tosto e mi ha dato filo da torcere”.

A chi vuoi dedicare questo successo?

“A tutti quelli che mi seguono e mi aiutano ogni giorno, in particolare i miei genitori e il mio maestro Davide Cocco”.

Cosa vi siete detti tu e Niccolò alla fine della partita?

“Ci siamo fatti i complimenti, lui ha perso ma abbiamo fatto una bella partita e il suo torneo resta comunque molto buono”.

In cosa pensi di dover migliorare maggiormente?

“Devo migliorare il servizio perché molti miei coetanei infilano qualche ace in più o comunque hanno una prima di servizio più corposa. Ogni tanto nei momenti di tensione mi perdo un po’ col diritto”.

Chi è il tuo tennista preferito?

“Rafa Nadal, mi piace il suo atteggiamento in campo e la voglia di vincere. Non si ferma mai davanti a niente, un animale, sportivamente parlando”.

Durante l’anno com’è la tua giornata tipo?

“Mi sveglio alle sette e vado a scuola e finisco all’una e un quarto. Il pomeriggio lo dedico agli allenamenti dalle tre fino alle sei e mezza, a volte fino alle otto”.

Quali sono i tuoi prossimi progetti sportivi?

“Non lo so ancora, ma sicuramente ora andrò al mare”.

Il tuo sogno invece quale è?

“Diventare un tennista, il più forte possibile”.

 

La scheda

Gabriele Piraino

Nato a Palermo il 12/11/2003, ha iniziato a giocare a tennis all’età di sei anni. Attualmente si allena al Circolo Tennis Palermo, il suo coach è Davide Cocco. Nel 2018 ha vinto la San Marino Junior Cup Under 16.