-
Eventi nazionali

Sul Garda fanno festa Paradisi e Merre

Il nuovo Itf under 18 di Tremosine, circondato dalle montagne affacciate sul Lago di Garda, ha incoronato la giovanissima Anna Paradisi, capace di vincere fra le diciottenni ad appena 14 anni e 8 mesi. Un successo che arricchisce un curriculum già molto interessante. Nel maschile titolo al belga Noah Merre.

di Viviano Vespignani | 15 ottobre 2019

Tremosine, Bari e Pescara. Il primo dei tre eventi che nel 2019 hanno portato da sei a nove il numero di tornei internazionali Itf under 18 in scena in Italia è stato il “Lake Garda Junior Open” del Tennis Center di Tremosine, un club dotato di 13 campi che da un’altezza di 700 metri si affaccia sul Lago di Garda da uno dei borghi più belli d’Italia.

La prima edizione dell’evento bresciano è stata un successo, portando sul Garda quasi 130 atleti da 18 nazioni diverse, e inserendo nella prima riga dell'albo d'oro i nomi dell'azzurra Anna Paradisi e del belga Noah Merre, entrambi giovanissimi e protagonisti di due tornei perfetti.

Subito fra le under 18

La toscana paradisi, classe 2005, ha fatto centro in un torneo under 18 alla verdissima età di 14 anni e 8 mesi, che non è record per il tennis azzurro (Lisa Pigato due anni or sono vinse in Macedonia a 14 anni e 2 mesi) ma rappresenta pur sempre un risultato di grande prestigio, che va ad arricchire un curriculum già prestigioso. La Paradisi, infatti, può fregiarsi di ben tre titoli nazionali in serie – da under 12 a under 14 – inanellati nelle ultime tre stagioni, e al suo sesto tentativo fra le under 18 si è regalata il primo centro.

In gara grazie a una wild card, Anna è giunta in finale senza lasciare un set e poi ha meritatamente vinto la sfida con la sorprendente diciassettenne Linda Salvi, anche lei toscana e portacolori dello Sporting Valdelsa, che non faceva parte dei sedici nomi del seeding ma è riuscita ad arrivare fino in fondo. Tuttavia, nel match decisivo ha avuto poche chance, arrendendosi con il punteggio di 6-2 6-1.

Nel maschile vince Noah Merre

Ad una finale femminile interamente tricolore ha risposto una finale maschile tutta straniera, che ha visto emergere il quindicenne belga Noah Merre, ottava testa di serie e anch’egli al primo successo internazionale fra gli juniores. Lo ha fatto spuntandola per 7-5 6-4 in finale sul sedicenne bulgaro Nikolay Nedelkev, che in semifinale aveva sorpreso il migliore degli italiani, Alessio Tramontin.

RISULTATI
Singolare maschileQuarti di finale:  Nedelchev (Bul) b. Van Assche (Fra) 5-7 6-4 6-3, Tramontin (Ita) b. Jakic (Cro) 6-4 6-3, Vidovic (Slo) b. Greif (Ita) 7-6 7-6, Merre (Bel) b. Seifert (Ger) 6-2 6-4. Semifinali: Nedelchev (Bul) b. Tramontin (Ita) 6-4 6-2, Merre (Bel) b. Vidovic (Slo) 6-4 6-1. Finale: Merre (Bel) b. Nedelchev (Bul) 7-5 6-4.

Singolare femminile
Quarti di finale:  Paradisi (Ita) b. Cegarra Ramirez (Esp) 7-5 ritiro, Bejlek (Cze) b. Pescucci (Ita) 3-6 6-3 6-3, Penne (Sui) b. Rowinska (Pol) 6-2 6-4, Salvi (Ita) b. Moccia (Ita) 7-5 3-6 7-5. Semifinali: Paradisi (Ita) b. Bejlek (Cze) 7-6 6-3, Salvi (Ita) b. Penne (Sui) 7-5 6-3. Finale: Paradisi b. Salvi 6-2 6-1.

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi