-
Eventi nazionali

Foligno, sulle orme di Fognini

La prima edizione dell’evento giovanile in provincia di Perugia fu vinto dal neo Top 10 italiano. Quest’anno, 18 anni dopo, hanno esultato il paraguaiano Adolfo Daniel Vallejo e la croata Petra Marcinko.

di Viviano Vespignani | 12 giugno 2019

Il secondo appuntamento italiano under 16, nell'ambito del Circuito europeo Tennis Europe, ha coinciso con l'evento internazionale “Città di Foligno”, torneo di prima categoria che il Circolo Tennis ha organizzato (per la 18esima edizione) sui propri campi in sintetico. Primi protagonisti sono stati il paraguaiano Adolfo Daniel Vallejo e la croata Petra Marcinko. Per il quindicenne Valleio, quindicesimo nome del seeding, si è trattato del secondo successo europeo dopo la vittoria riportata lo scorso anno a Nantes, in Francia, mentre la precocissima Marcinko, nata a Zagabria nel dicembre del 2005 e quindi under 14, ha ribadito i lusinghieri traguardi tagliati nelle scorse settimane: vittoria a Zoetermeer, Olanda, e finale a Rijeka, in Croazia.

Gli azzurri sulle orme di Fognini
Nel tabellone maschile (la cui prima edizione del 2002 fu appannaggio di Fabio Fognini) Vallejo è emerso da semifinali che hanno visto in primo piano tre azzurrini; nel femminile invece l'Italia si è fermata a una sola presenza nei quarti di finale con la palermitana, allieva del Circolo del Tennis, Giorgia Pedone.

Ha fatto sensazione la medaglia d'argento guadagnata da un sedicenne del Club La Meridiana di Casinalbo impegnato nel suo primo torneo internazionale del 2019, Luca Parenti, il cui ingresso in tabellone era stato propiziato da una lungimirante wild card. E ha stupito anche la semifinale guadagnata da un qualificato, Nicola Filippi (Forum Forlì), che nemmeno compare nella classifica europea under 16, mentre era quanto meno atteso sul terzo gradino del podio il napoletano Mariano Tammaro, già primo a Gyor, in Ungheria.

Quante straniere nel femminile
In campo femminile - ove le prime otto teste di serie sono approdate con inusitata regolarità ai quarti di finale - alle spalle della Marcinko troviamo una quindicenne finlandese terza testa di serie, Laura Hietaranta, autrice anche della vittoria in doppio a fianco della bulgara Katerina Dimitrova.

Troviamo poi, piazzate al terzo posto, due russe: la precocissima Anastasia Gureva di 14 anni che vanta un eccezionale ruolino internazionale under 12, e la moscovita Ksenia Zaytseva, di 15 anni, che godeva di molti favori dei pronostici in virtù delle quattro vittorie colte negli scorsi mesi in Spagna, Russia e a Cipro.

RISULTATI

Singolare maschile

Quarti: Nicola Filippi b. Aleksander Chayka (Rus) 64 75, Adolfo Daniel Vallejo (Par) b. Dinko Dinev (Bul) 62 75, Mariano Tammaro b. Illya Maksymchuk (Ukr) 76(6) 63, Luca Parenti b. Stefano D'Agostino 76(7) 64
Semifinali: Vallejo b .Filippi 67(4) 76(4) 63, Parenti b. Tammaro 46 64 63.
Finale: Vallejo b. Parenti 75 64

Singolare femminile

Quarti: Petra Marcinko (Cro) b. Katerina Dimitrova (Bul) 36 64 64, Anastasia Gureva (Rus) b. Giorgia Pedone 61 64, Laura Hietaranta (Fin) b. Daria Khomutsianskaya (Blr) 61 36 63, Ksenia Zaytseva (Rus) b. Divna Ratkovic (Mne) 76(4) 62

Semifinali: Marcinko b. Gureva 63 16 63, Hietaranta b. Zaytseva 57 63 61

Finale: Marcinko b. Hietaranta 61 64