-
Eventi nazionali

Fit-Tpra: verso le finali del Roland Garros

Il secondo appuntamento dello Slam vede gli amatori impegnati sulla terra battuta. Come per i professionisti, le finali si disputeranno nel weekend

di Claudia Pagani | 07 giugno 2019

È iniziata l’estate e gli appassionati del circuito amatoriale della Fit non hanno disatteso le aspettative: è bastato un raggio di sole per alimentare la loro voglia di uscire di casa, impugnare la racchetta, calcare la terra rossa dei campi da tennis, pronti per una intensa stagione di gare e tornei all’aperto. Perché non iniziare quindi dal secondo Slam in programma? Numerosi sono i tornei programmati per questo evento in tante regioni italiane. Quasi tutte le competizioni di doppio e i tornei dedicati agli All Star si sono già svolti nel week-end appena trascorso.

'Il mio secondo lavoro'

Da segnalare a tal proposito il successo nel torneo di doppio misto organizzato da Mauro Ardizzoia presso il Tennis Altiora, nella cittadina lacustre piemontese di Verbania. Mauro ha 63 anni e vive, con la paziente moglie, proprio a Verbania, dove si occupa della vendita e assistenza di macchine da giardino. Ma non appena termina il lavoro, si dedica a quello che lui stesso definisce il suo “secondo lavoro”, fare l’organizzatore e il coordinatore dell’attività non agonistica della Fit. Nel 2015 ha conosciuto il Fit-Tpra quasi per caso: un giocatore di Milano, Francesco Balestrini, si trovava per lavoro nei dintorni e gli ha lanciato una sfida. La sfida è stata persa ma di seguito c’è stata una lunga chiacchierata dove Mauro, grazie alle informazioni del più esperto Balestrini, si è incuriosito al tal punto sulle potenzialità del circuito che non solo ha iniziato a giocarci assiduamente, ma poi ha proseguito diventandone divulgatore nel suo circolo prima e in tutta la provincia di Verbano Cusio Ossola poi.

Amicizia e aggregazione

Ardizzoia, dopo il successo dell’edizione dello scorso anno (a cui hanno partecipato 175 giocatori nei 9 tornei programmati distribuiti su tre circoli vicini, con tanto di bus navetta gratuito per gli eventuali spostamenti), è riuscito con il suo entusiasmo ad organizzare un doppio misto Roland Garros di tutto rispetto. Ben 16 le coppie in tabellone provenienti da diverse regioni: 32 i fighters giunti da Liguria, Lombardia e ovviamente Piemonte, riuniti sulle sponde del Lago Maggiore per trascorrere una intensa domenica di sport, amicizia e perché no turismo, il tutto grazie al Fit-Tpra. “Ai miei tornei - dice Mauro - i giocatori tornano volentieri perché qui siamo abituati a coccolare chi viene a trovarci, preparando un’accoglienza doc con bibite, stuzzichini e gadget vari, perché siamo convinti che il circuito serve si a migliorare il proprio tennis ma soprattutto a fare amicizia e creare aggregazione”.

3000 punti in palio

Il misto, per la cronaca, è stato vinto dalla coppia lombarda formata da Michele Terone e Alessandra Galimberti, che si è imposta in rimonta per 9-7 sulla coppia di casa composta da Attilio Federici e Lucia Perrucchini in un’intensa e combattuta finale. Ancora più numerosi saranno i giocatori pronti a scendere in campo l’8 e il 9 giugno per contendersi il titolo ambito di vincitore dello Slam del Roland Garros e aggiudicarsi il massimo dei punti in grado di rivoluzionare la classifica: ben 3.000 in palio per il vincitore del torneo Open, 1.950 per il vincitore del Limit65 e 1.350 per il vincitore del Limit45. Tra poche ore si chiuderanno le iscrizioni ai tabelloni programmati nel prossimo weekend. C’è ancora tempo per scegliere la tappa a cui partecipare. In ben 39 province sono stati attivati 200 tornei in contemporanea per accontentare sempre più giocatori, dando loro le stesse opportunità da Nord a Sud. Entro domenica anche gli amatori avranno i loro vincitori, in contemporanea con la finale del Roland Garros di Parigi scopriremo chi sarà riuscito a conquistare l’ambito titolo e se ci saranno avvicendamenti nella classifica AWT. È ancora tutto da decidere. Non resta che consultare il sito e poi iscriversi ai tornei. Le opportunità non mancano.