-
Eventi nazionali

Mondiali studenteschi: il via al Centro estivo di Castel di Sangro

Dal 4 all'8 giugno al Centro estivo FIT di Castel di Sangro: si sfidano 109 atleti in rappresentanza di 11 nazioni. Il saluto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) Marco Bussetti

03 giugno 2019

Dal 4 all'8 giugno al Centro estivo FIT di Castel di Sangro: si sfidano 109 atleti in rappresentanza di 11 nazioni. Il saluto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) Marco Bussetti
Un appuntamento da non perdere: per la prima volta in Italia si stanno svolgendo i Mondiali studenteschi di tennis presso il Centro estivo di Castel di Sangro appena rinnovato. Nella rassegna sono impegnate 11 rappresentative: Italia, Cina, Turchia, Germania, Francia, Paesi Bassi, Cile, Cina Taipei, Inghilterra, Australia e Emirati Arabi, rappresentanti quattro dei cinque continenti per un totale di 109 atleti tra i 15 e i 18 anni. Giovani che si sfideranno fino a sabato.
La manifestazione, partita ieri pomeriggio da piazza del Plebiscito alle ore 18.30, ha visto sfilare per le vie del paese le rappresentative con le scuole locali fino al palazzetto dello sport, dove tutto è culminato con l’alza bandiera e l’accensione della fiaccola.
Per la Federazione Italiana Tennis erano presenti il Presidente di FIT Servizi Emilio Sodano, il Direttore generale di FIT Servizi Marco Martinasso, oltre al Direttore dell’Istituto Superiore di Formazione "Roberto Lombardi" Michelangelo Dell’Edera, il membro del consiglio federale Donato Calabrese e il presidente del Comitato regionale Abruzzo/Molise Luciano Ginestra. A fare gli onori di casa il sindaco di Castel di Sangro Angelo Caruso.
Una decima edizione dei Mondiali studenteschi di tennis dal forte respiro internazionale, dunque, all'insegna del fair play e dell'amicizia, pensata per favorire la diffusione dello sport nelle scuole. Il programma della manifestazione, organizzata da ISF - International Schools Sport Federation in collaborazione con Kinder+Sport Joy of Moving, il progetto di responsabilità sociale del Gruppo Ferrero presente con i suoi istruttori. Proprio per rendere onore ai valori di fondo dell'evento, alla squadra che rappresenterà maggiormente i principi del fair play sarà assegnato il Trofeo Fair Play Kinder+Sport Joy of moving
Tanti i momenti di festa, come il Cultural day del 5 giugno, con visita al Parco Nazionale d'Abruzzo, e la Nations Night organizzata allo scopo di incoraggiare gli scambi tra le diverse culture delle delegazioni partecipanti.

IL SALUTO DEL MINISTRO BUSSETTI

Per l'occasione il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca (MIUR) Marco Bussetti ha inviato alla Federazione Italiana una lettera di saluto e ringraziamenti in occasione dei Campionati Mondiali Studenteschi di tennis in programma a Castel di Sangro (L'Aquila), sui campi del Centro Tecnico Federale FIT, dal 3 all'8 giugno.

Questo il testo della lettera del Ministro:

"Buongiorno a tutti,
sono molto contento che si disputino a Castel di Sangro i Campionati Mondiali Studenteschi promossi dall’International School Sport Federation. Ringrazio tutti coloro che rendono possibile lo svolgimento di questo evento: dalla Regione Abruzzo all’Ufficio Scolastico Regionale, dalla Provincia de L’Aquila al Comune di Castel di Sangro.
Quando a gennaio abbiamo annunciato al Miur le città ospitanti le finali dei Campionati nazionali e del mondo studenteschi abbiamo voluto dare un segnale chiaro: sottolineare l’importanza di queste manifestazioni per il sistema sportivo scolastico italiano. Oltre a rappresentare bellissimi momenti di gioia e condivisione, sono fondamentali per proseguire e sviluppare il lavoro che i
docenti di educazione fisica svolgono nell’insegnamento curricolare.
Lo sport fu, nei difficili momenti del sisma, àncora di salvezza. Deve essere ora occasione di rilancio e di rinnovamento. E nulla più della compresenza durante questi giorni di 350 ragazzi provenienti da 17 nazioni di tutto il mondo contribuisce a rendere vivo il territorio e dare un segnale di speranza e di futuro.
Lo sport riveste nella nostra società una determinante funzione culturale ed educativa. I nostri bambini e ragazzi imparano a partecipare attivamente alle varie forme di gioco, a collaborare con gli altri, a rispettare, le regole di una competizione sportiva. A saper accettare una sconfitta e a rispettare sempre chi perde e chi vince. L’attività sportiva concorre al pieno sviluppo di ogni individuo. È a tutti gli effetti educazione civica “sul campo”.
Ci tengo a fare a tutti un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti…e che vinca il migliore!
Un augurio particolare lo rivolgo ai ragazzi che rappresentano l’Italia: siete il nostro orgoglio!"
Il Ministro
Marco Bussetti"