-
Eventi nazionali

Pronti per il Roland Garros?

Dopo la Grande Bellezza delle finals di Roma, si riparte a caccia dei 3000 punti del secondo 'SuperSlam' stagionale

di Claudia Pagani | 30 maggio 2019

Dopo il mese di maggio, che ha visto la massima concentrazione dei fighters verso la fase finale del Gazzetta Tpra Challenge al Foro Italico, ora l’attenzione passa al secondo Slam Stagionale, il Roland Garros, la competizione che mette in palio ben 3000 punti e che permette a tutti di rientrare in corsa per le qualificazioni verso le Finals Awt.

Tempo di SuperSlam

Vita frenetica per gli amatori di tennis, quasi quanto quella dei professionisti, volati da Roma a Parigi per affrontare il più grande torneo tennistico sulla terra rossa, il Roland Garros. Si passa così dall’ebrezza di aver disputato al Foro Italico le finali della prima edizione del Gazzetta Tpra Challenge, l’evento eccezionale che ha coinvolto da novembre a maggio più di 11.000 giocatori in tutta Italia, alla pianificazione degli eventi futuri, primo fra tutti il secondo SuperSlam stagionale.
Ma gli amatori sono abituati ad incassare in fretta sia le gioie delle vittorie che l’amarezza della sconfitta, anche perché ogni lunedì c’è un lavoro che aspetta, una famiglia che li supporta e gli amici con cui allenarsi e commentare i risultati del weekend. C’è stato appena il tempo, giusto un paio di giorni, per godersi le bellezze di Roma, per chi ha avuto la fortuna di arrivarci, per poi riprendere la 'Race to Awt Finals' che appassiona tutto l’anno. I Fighters, così si chiamano i tennisti del circuito amatoriale della Fit, sono subito scesi in campo, pronti a riprendere la corsa, immediatamente ripartita nel fine settimana appena trascorso, con il Grand Prix da 2000 punti Internazionali BNL d’Italia. Più di 1700 i giocatori iscritti nei numerosi tornei programmati in ben 38 provincie.

I tornei in contemporanea

La stagione 2018/19 dei tornei amatoriali del circuito Fit/Tpra e la conseguente classifica che porta i primi qualificati direttamente al Master Awt Finals, inizia il primo ottobre e finisce e il 30 settembre, creando una grande competizione tra i giocatori di tutta Italia che si possono confrontare a distanza partecipando ai tornei in contemporanea, programmati secondo un calendario eventi con punteggi maggiorati che segue le stesse tappe del circuito dei professionisti.
L’obiettivo è chiaro: permettere a tutte le Provincie/Regioni di organizzare lo stesso evento distribuendo gli stessi punti, per una classifica sempre più aperta e avvincente. I fighters che ne apprendono la logica non perdono di certo l'occasione di conquistarsi punti importantissimi per scalare la classifica Fit-Tpra. Eccoli quindi pronti a rimettersi in pista per i prossimi appuntamenti, primo fra tutti il Roland Garros, che si svolge dall’1 al 9 giugno e che mette in palio ben 3000 punti. Un evento imperdibile per raggiungere l’obiettivo della qualificazione all’Awt Finals 2019. A seguire il Masters 1300 Halle e lo Slam di luglio: Wimbledon.

Come i pro

Partecipare a questi grandi eventi permetterà a molti amatori di vivere le stesse emozioni dei professionisti impegnati a Melbourne, a Parigi, a Londra e a New York, con lo spirito goliardico e di divertimento che contraddistingue il circuito. Chiunque può partecipare, gente comune con un’infinita passione per il tennis, che si mette in gioco pronta a inseguire un sogno: quello di sentirsi come un tennista professionista, in corsa in una competizione lunga un anno, vissuta pianificando preparazione e impegno, tra sacrifici e successi. E migliorandosi di torneo in torneo grazie alle sfide con nuovi giocatori che fanno parte della grande famiglia degli amatori.
Nemmeno questo maggio così piovoso ferma le ambizioni dei fighters. Che dopo Roma, partono all'attacco del Roland Garros

Un weekend di sport e amicizia

La classifica può cambiare ogni weekend in base ai tornei giocati. Ogni partecipante accumula punti sommando i 15 migliori risultati in un anno, cercando di migliorare se stesso e mantenendo l’occhio puntato sulle scelte degli altri competitor. Si può scegliere di iscriversi in un torneo in cui sia schierato anche il diretto avversario per superarlo direttamente sul campo, oppure cercare di rosicchiare punti incamerando di volta in volta il miglior risultato, il bottino pieno. Sì, perché ogni torneo dà diritto a punti in base alla posizione raggiunta in tabellone. Un mese di maggio così piovoso non si vedeva da almeno trent’anni, eppure questo non ha fermato la voglia di giocare di migliaia di amatori che ora scalpitano per scendere in campo sotto il sole, ci auguriamo, di giugno. Ancora poche ore e i tabelloni programmati in questo weekend si chiuderanno; per i singolari maschili e femminili si attende la settimana prossima, così da giocare in contemporanea con la finale del Roland Garros di Parigi. C’è ancora tempo per scegliere la tappa a cui partecipare. In ben 36 province sono stati attivati 181 tornei in contemporanea per accontentare sempre più giocatori, dando loro le stesse opportunità da Nord a Sud. Non resta che consultare il sito e poi iscriversi ai tornei. Non resta che scegliere il posto preferito per vivere un weekend di sport e amicizia, con la giusta dose di competizione. Le opportunità non mancano.