-
Eventi nazionali

Pre-quali IBI: Cocciaretto e Paolini nel main draw, Basso sfida Sinner

La Cocciaretto ha sconfitto la Stefanini. "Ora sogno di giocare contro Caroline Wozniacki" ha detto

07 maggio 2019

L'emozione, dicono, non ha voce. Ha però il sorriso commosso di Elisabetta Cocciaretto e Jasmine Paolini che hanno centrato il main draw agli Internazionali BNL d'Italia vincendo l'ultimo turno delle prequalificazioni. Cocciaretto, numero 779 del mondo, ha battuto Lucrezia Stefanini 63 63. Paolini, che debutterà in un Premier Mandatory, ha sconfitto Giorgia Brescia 61 57 62. Nel tabellone maschile Andrea Basso ha sconfitto Jacopo Berrettini 75 64 e affronterà Jannik Sinner per un posto nel main draw: lo sconfitto avrà una wild card per le qualificazione. Un invito per le quali verrà assegnato anche al vincente della finale del tabellone di ripescaggio tra Filippo Baldi, che ha beneficiato del walkover di Raul Brancaccio, e Riccardo Balzerani che ha superato Enrico Della Valle 61 62.

"E’ l’emozione più bella della mia vita” ha detto Cocciaretto. “Ho iniziato a 5 anni vedendo giocare le campionesse proprio in questo torneo. Vincere la wild card sul Pietrangeli, il campo più bello al mondo, è qualcosa di indescrivibile”.Eppure la 18enne marchigiana, che frequenta il liceo linguistico a Cecina, era arrivata a Roma senza grosse aspettative, complice un infortunio alla schiena rimediato nell’ultima trasferta di Fed Cup in Russia."Ora viene il bello, toccare con mano e non più sbirciare da un oblo il mondo dei big. Il sogno lo ha già realizzato, ora Elisabetta ha un desiderio. “Sarei contenta di affrontare la Wozniacki. Fin da piccola, quando facevo il Lemon Bowl era la mia giocatrice preferita. Sarebbe veramente una bella emozione poterci giocare contro” ha detto.

Paolini, seconda testa di serie del tabellone di prequalificazioni, ha ottenuto l'obiettivo dichiarato sin dal suo arrivo al Foro quest'anno. "“L’accesso diretto in main draw era il traguardo che mi ero prefissata prima di arrivare a Roma. Non posso che essere contenta, ho disputato un buon tabellone. E’ un obiettivo che ho sempre avuto giocare qui, per un tennista italiano è un sogno essere protagonista al Foro Italico” ha detto Paolini che confessa un debole per Serena Williams. "'E' la più forte giocatrice di quest’epoca” ha detto. Nessuna preferenza, però, su chi affrontare al primo turno. “Di sicuro ci sarà da vincere anche l’emozione. Spero soltanto di riuscire ad esprimermi al meglio e sono pronta a godermi questa esperienza”.

UOMINI - semifinali 

Jannik Sinner b. Lorenzo Musetti 67(5) 76(6) 63

Andrea Basso b. Jacopo Berrettini 75 76(4)

Filippo Baldi b. Raul Brancaccio rit.

Riccardo Balzerani b. Enrico Dalla Valle 61 62 

DONNE - semifinali

Elisabetta Cocciaretto b. Lucrezia Stefanini 63 63 - (Cocciaretto wild card per il main draw; Stefanini wild card per le qualificazioni)

Jasmine Paolini b. Giorgia Brescia 61 57 62 - (Paolini wild card per il main draw; Brescia wild card per le qualificazioni)

Anastasia Grymalska b. Deborah Chiesa 62 67(4) 64 - (Grymalska wild card per le qualificazioni)

Cristiana Ferrando b. Monica Cappelletti 75 76(6) - (Ferrando wild card per le qualificazioni)

DOPPIO MASCHILE - semifinali

Baldi/Pellegrino b. Dalla Valle/Brancaccio rit.

Giacalone/Campo c. Fago/Fioravante 

DOPPIO FEMMINILE - semifinali

Paolini/Chiesa b. Gai/Grazioso 75 63

Di Sarra/Moratelli b. Brescia/Ferrando 61 75