-
Eventi Internazionali

Diario dall'australia: l'ATP dona mezzo milione

Un pompiere è la quarta vittima degli incendi nello stato di Victoria. Annunciata l'apertura di un'inchiesta. L'ATP ha confermato in un comunicato che donerà 500 mila dollari

di | 13 gennaio 2020

A due mesi dallo scoppio dei primi roghi, il governo australiano ha annunciato l’apertura di un’inchiesta indipendente per fare luce sulle cause delle falle nella gestione dell’emergenza incendi e che indaghi su eventuali correlazioni tra le emissioni nocive e la straordinaria ondata di calore che si è abbattuta sul Paese negli ultimi mesi. Annunciando l’iniziativa, il Primo Ministro Scott Morrison ha spiegato che l’emergenza ha visto andare in fumo 2000 abitazioni e che spinto il suo gabinetto a richiamare all’opera tremila riservisti. Intanto la giornata di sabato ha fatto registrare la morte di un vigile del fuoco impegnato nello spegnimento delle fiamme nella regione del Gippsland orientale. Attraverso un comunicato particolarmente scarno, le autorità si sono limitate a spiegare che Bill Slade, sessantenne impiegato della polizia forestale dello Stato, è morto dopo essere stato travolto da un albero a Omeo, a circa 400km a nord est di Melbourne, e che col suo decesso sale a quattro il numero dei morti degli incendi nel Victoria e 26 il bilancio delle delle vittime in tutta Australia. 


In un fine settimana a due velocità, la ministra federale della protezione civile – Lisa Neville – ha dichiarato che l’emergenza non è superata e che i cittadini di molte aree del Paese devono ancora aspettarsi da giornate caratterizzate dalla presenza di fumo nell’atmosfera. La buona notizia è che il governo statale del Victoria ha revocato lo stato di emergenza alla luce delle previsioni dei prossimi 7 giorni, secondo le quali le temperature a Melbourne e dintorni dovrebbero mantenersi attorno ai 20 gradi, con venti freddi e occasionali precipitazioni che agevoleranno l’opera delle squadre di soccorso. Nonostante questo, le autorità hanno ammesso che il fumo dei cinquanta incendi ancora attivi nell’est dello Stato continuerà a peggiorare la qualità dell’aria e hanno confermato l’allerta nelle cosiddette zone alpine al confine col New South Wales, chiedendo agli abitanti della regione compresa tra Dandongadale e Mount Buffalo di evuacuare le proprie abitazioni.

L'ATP dona 500 mila dollari: il comunicato (Redazione)

Al termine dell'ATP Cup, l'ATP ha annunciato che ha raccolto 500 mila dollari da donare all'Australian Wildlife and Nature Recovery Fund del WWF. I tennisti si sono uniti nella campagna Aces for Bushfire Relief, donando una quota per ogni ace messo a segno. "Tutto il nostro sport ha teso una mano per l'Australia, che ci ospita a gennaio ogni anno in maniera incredibile. Siamo felici di poter dare una mano" ha detto il presidente Andrea Gaudenzi.

Novak Djokovic, presidente del Players Council, parteciperà con Nadal, Roger Federer, Stefanos Tsitsipas, Kyrgios e non solo all'esibizione Australian Open Rally for Relief, il 15 gennaio a Melbourne, trasmessa su Supertennis alle 9.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi