-
Eventi Internazionali

Per Nadal il quinto Natale da re, 8° Berrettini

Nessuna variazione nella Top-100 della classifica, ormai definitiva per chi gioca nel tour principale: Rafa chiude sul trono la stagione, Matteo top ten e Fognini al 12° posto le punte di diamante dell’Italia che vanta otto giocatori nei primi cento del mondo, con il Next Gen Sinner 78esimo

23 dicembre 2019

Le vacanze per i tennisti sono ormai agli sgoccioli, almeno quelli che giocano esclusivamente i tornei del tour maggiore, che ripartirà a inizio gennaio. Il ranking maschile è dunque diventato "end year" dopo la conclusione delle Atp World Tour Finals di Londra. In vetta c'è Rafa Nadal, che oltre a chiudere l’anno da numero uno per la quinta volta in carriera (2008, 2010, 2013 e 2017 le precedenti) ha pure aggiunto la ciliegina del trionfo in Coppa Davis con la Spagna. Si tratta dell’ottava settimana del suo ottavo periodo sul trono per il 33enne maiorchino, 204 settimane complessive da numero uno, sesto nella speciale classifica all time. Alle sue spalle Novak Djokovic (li separano 840 punti), con Roger Federer sul terzo gradino del podio. In quarta posizione Dominic Thiem (best ranking eguagliato), davanti al russo Daniil Medvedev e al greco Stefanos Tsitsipas (i tre sono racchiusi in 525 punti e quindi sarà subito lotta al via della stagione 2020), che vanta invece quasi 2000 punti di margine nei confronti di Alexander Zverev, settimo. Matteo Berrettini, che a inizio novembre ha centrato lo storico ingresso in top ten, quarto italiano nell’Era Open a riuscire in tale impresa, è sull’ottava poltrona - terzo italiano per record in classifica dietro Panatta (numero 4) e Barazzutti (numero 7) e davanti a Fognini (numero 9) – piazzamento che corona un 2019 da grande protagonista, riconosciuto anche dal premio assegnato dall’Atp come giocatore che ha compiuto i maggiori progressi. Completano il club d’elite del circuito mondiale lo spagnolo Roberto Bautista Agut (a 330 punti dal 23enne romano) e il francese Gael Monfils

Classifica Atp - Top ten


1 Nadal, Rafael (ESP) 0 9.985 punti
2 Djokovic, Novak (SRB) 0 9.145
3 Federer, Roger (SUI) 0 6.590
4 Thiem, Dominic (AUT) 0 5.825
5 Medvedev, Daniil (RUS) 0 5.705
6 Tsitsipas, Stefanos (GRE) 0 5.300
7 Zverev, Alexander (GER) 0 3.345
8 BERRETTINI, Matteo (ITA) 0 2.870
9 Bautista Agut, Roberto (ITA) 0 2.540
10 Monfils, Gael (FRA) 0 2.530

Sinner al numero 78: otto azzurri nei top 100

L’Italtennis sta per salutare una stagione da applausi nel tour maschile con un top ten e un top 15. E’ saldo sull’ottava poltrona Matteo Berrettini, da inizio novembre entrato prepotentemente tra i primi dieci del mondo a coronamento di un’annata in continua ascesa - quarto italiano nell’Era Open a riuscire in tale impresa e terzo per record in classifica dietro Panatta (numero 4) e Barazzutti (numero 7) e davanti a Fognini (numero 9) -, così come Fabio Fognini mantiene la 12esima posizione mondiale. 
Stabili anche gli altri azzurri: Lorenzo Sonego (52°), Marco Cecchinato (71°), Andreas Seppi (72°), Jannik Sinner (78°), divenuto a soli 18 anni il sesto azzurro in classifica mondiale in un 2019 in costante progresso, Stefano Travaglia (84°) e Salvatore Caruso (96°), a confermare gli otto italiani fra i primi cento del ranking, in un anno di grande crescita per il settore maschile tricolore (con altri sette giocatori fra i primi 200 della classifica). Chiudono il 2019 poco fuori dalla Top-100 Thomas Fabbiano (114), Paolo Lorenzi (115) e Gianluca Mager (118).

Classifica Atp - Top 15 italiani


8 Berrettini, Matteo (ITA) 0 2.870 punti
12 Fognini, Fabio (ITA) 0 2.290
52 Sonego, Lorenzo (ITA) 0 990
71 Cecchinato, Marco (ITA) 0 780
72 Seppi, Andreas (ITA) 0 776
78 Sinner, Jannik (ITA) 0 671
84 Travaglia, Stefano (ITA) 0 637
96 Caruso, Salvatore (ITA) 0 586
114 Fabbiano, Thomas (ITA) 0 482
115 Lorenzi, Paolo (ITA) 0 480
118 Mager, Gianluca (ITA) 0 473
148 Giannessi, Alessandro (ITA) 0 361
151 Giustino, Lorenzo (ITA) 0 347
152 Gaio, Federico (ITA) 0 347
181 Marcora, Roberto (ITA) 0 283



Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi