-
Eventi Internazionali

Tsitsipas da manuale, è in semifinale

Il greco domina il campione in carica Alexander Zverev in due set. Tsitsipas gioca una partita praticamente perfetta. Il tedesco, invece, lontanissimo dalla seconda metà del primo set dalla versione vista contro Nadal

di Alessandro Mastroluca | 14 novembre 2019

Stefanos Tsitsipas si firma "Assassin's creed" sull'obiettivo della telecamera. Saluta con un riferimento a una celebre serie di videogiochi su un gruppo di sicari che uccidono in nome della libertà. Tsitsipas, in versione sportiva, si è preso la libertà di azzannare la partita contro il campione in carica alle ATP Finals Alexander Zverev. L'ha dominato dal 3-3, ha completamente cambiato lo scenario. Ha aggredito, sbagliato pochissimo, chiuso 6-3 6-2 e si è preso di forza la semifinale alla prima partecipazione al Masters.
Dagli altoparlanti della O2 Arena, parte "Heroes" di David Bowie: possiamo essere eroi, ma solo per un giorno. Tsitsipas proverà ad esserlo almeno fino a sabato, fino al giorno della semifinale. E a spostare il confine del possibile ancora un po' più in là.

La classifica del girone, dopo questa sfida, tiene aperte possibilità di semifinali per tutti. Tsitsipas, con due vittorie su due e nessun set perso, non è sicuro del primo posto. Se lo giocherà nello scontro diretto con Rafa Nadal. Se lo spagnolo dovesse vincere, infatti, e Medvedev dovesse battere Zverev, lo spagnolo sarebbe primo. Si dovrebbe invece ricorrere al quoziente set in due occasioni: se dovessero vincere Nadal e Zverev, che chiuderebbero con due vittorie e una sconfitta come Tsitsipas; e se dovessero vincere Tsitsipas e Medvedev. In questo caso, il greco sarebbe primo e una serie di calcoli servirebbe a individuare il secondo tra gli altri tre. 

Zverev parte subito forte al servizio: prime costantemente sopra i 200 orari già dal primo turno di battuta, cerca soprattutto il diritto di Tsitsipas. Una scelta che mantiene anche nel corso dello scambio. Tsitsipas, bravo a salvare con un micidiale uno-due la prima palla break in un complicato quinto game, di rovescio traccia almeno un paio di vincenti in diagonale che spiegano bene le ragioni del piano del tedesco.

Tsitsipas cerca di anticipare, Zverev all'inizio regge lo scambio e il livello di gioco sale: si vedono 14 vincenti nei primi cinque game. Ha le idee chiare Tsitsipas, cambia gioco e usa spesso il lungolinea anche con il diritto da sinistra che riesce a giocare in più di un'occasione arrivando sulla palla dall'angolo opposto.

"Quando ho giocato un tennis così aggressivo, ho battuto tutti i Fab 3. Questo dimostra che posso giocare molto bene e battere i top player" ha detto Zverev che contro Nadal ha vinto l'88% di punti con la 'prima' e gli ha servito praticamente sempre contro il rovescio da sinistra.

Rispetto alla sfida d'esordio contro Medvedev, Tsitsipas varia di più con il servizio da sinistra. Cerca anche di aprirsi il campo con la 'prima' piatta contro il rovescio dell'avversario per costringerlo a rispondere in allungo. Sa cosa serve per battere Zverev, l'ha sconfitto due volte quest'anno e in tre occasioni su quattro in carriera.
"La competizione fra noi giovani è molto importante per questo sport" ha detto il greco. "Siamo all'inizio della carriera, siamo molto determinati e abbiamo tutti stili diversi. Siamo noi il futuro, siamo noi che riempiremo gli stadi" ha aggiunto Tsitsipas, che guida con Zverev l'edizione delle ATP Finals più "giovane" dal 2009. 
 
E' svelto e reattivo, Tsitsipas, a cogliere l'occasione nel primo game negativo al servizio di Zverev che, sotto 3-4 15-40, azzarda un serve and volley inopportuno sulla palla break.

Il greco vince 12 degli ultimi 15 punti del set. Zverev, destabilizzato anche da un paio di nastri, commette qualche errore di troppo in lunghezza per questione di millimetri: ma il tennis è sport diabolico, e il diavolo, si sa, si materializza nei dettagli.
52a7adda-ff95-476b-a900-308a64e2e43d
Play
La sfida più giovane al Masters da Del Potro-Murray del 2009 si indirizza verso Tsitsipas. Più energico, più vicino al campo, il greco comanda il gioco. Zverev invece ritorna quello titubante della prima parte della stagione. E' incerto, instabile, insicuro. Tsitsipas invece verticalizza con naturalezza, tira sempre più forte da dietro, comanda di dritto e di rovescio con identica efficacia.

Ha vinto più di 50 partite in stagione per la prima volta in carriera. E' la sua partita. E' la sua serata, e accelera verso la gloria. Verso la semifinale.

GIRONI E CLASSIFICHE
GRUPPO BORG - (vittorie - set vinti/persi - game vinti/persi)
5. Dominic Thiem (AUT) 2/0 4/1 33/26
2. Novak Djokovic (SRB) 1/1 3/2 28/22
3. Roger Federer (SUI) 1/1 2/2 23/23
8. Matteo BERRETTINI (ITA) 0/2 0/4 12/25

GRUPPO AGASSI - (vittorie - set vinti/persi - game vinti/persi)
6. Stefanos Tsitsipas (GRE) 2/0 4/0 25/15
7. Alexander Zverev (GER) 1/1 2/2 17/18
1. Rafael Nadal (ESP) 1/1 2/3 25/28
4. Daniil Medvedev (RUS) 0/2 1/4 26/32


RISULTATI E PROGRAMMA

giovedì 14 novembre
(2) Lukas Kubot/Marcelo Melo (POL/BRA) c. (4) Rajeev Ram/Joe Salisbury (USA/GBR)
(5) Dominic Thiem (AUT) c. (8) Matteo Berrettini (ITA)
(5) Raven Klaasen/Michael Venus (RSA/NZL) c. (8) Ivan Dodig/Philip Polasek (CRO/SVK)
(2) Novak Djokovic (SRB) c. (3) Roger Federer (SUI)

mercoledì 13 novembre
(6) Jean-Julien Rojer/Horia Tecau (NED/ROU) b. (1) Juan Sebastian Cabal/Robert (COL) 62 57 10-8
(1) Rafael Nadal (ESP) b. (4) Danil Medvedev (RUS) 67(3) 63 76(4)
(7) Pierre-Hugues Herbert/Nicolas Mahut (FRA) b. (3) Kevin Krawietz/Andreas Mies (GER) 75 76(3)
(6) Stefanos Tsitsipas (GRE) b. (7) Alexander Zverev (GER) 63 62

martedì 12 novembre
(4) Rajeev Ram/Joe Salisbury (USA/GBR) b. (8) Ivan Dodig/Philip Polasek (CRO/SVK) 36 63 10-6
(3) Roger Federer (SUI) b. (8) Matteo Berrettini (ITA) 76(2) 63
(5) Raven Klaasen/Michael Venus (RSA/NZL) b. (2) Lukas Kubot/Marcelo Melo (POL/BRA) 63 64
(5) Dominic Tiem (AUT) b. (2) Novak Djokovic (SRB) 67(5) 63 76(5)

lunedì 11 novembre
(3) Kevin Krawietz/Andreas Mies (GER) b. (6) Jean-Julien Rojer/Horia Tecau (NED/ROU) 76(3) 46 10-6
(6) Stefanos Tsitsipas (GRE) b. (4) Daniil Medvedev (RUS) 76(5) 64
(7) Pierre-Hugues Herbert/Nicolas Mahut (FRA) b. (1) Juan Sebastian Cabal/Robert (COL) 63 75
(7) Alexander Zverev (GER) b. (1) Rafael Nadal (ESP) 62 64

domenica 10 novembre
(5) Raven Klaasen/Michael Venus (RSA/NZL) b. (4) Rajeev Ram/Joe Salisbury (USA/GBR) 63 64
(2) Novak Djokovic (SRB) b. (8) Matteo Berrettini (ITA) 62 61
(2) Lukas Kubot/Marcelo Melo (POL/BRA) b. (8) Ivan Dodig/Philip Polasek (CRO/SVK) 46 64 10-5
(5) Dominic Tiem (AUT) b. (3) Roger Federer (SUI) 75 75

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi