-
Eventi Internazionali

Rune e Parry: ecco i “maestri” under 18

Mentre Milano si prepara a eleggere il miglior Next Gen della stagione, l’annata dei big del circuito juniores under 18 si è già conclusa a Chengdu, con i due Master stagionali. Vittoria per il sedicenne danese Holger Rube e per Diane Parry, capace di mettere la ciliegina sulla torta alla grande annata dei francesi.

di Viviano Vespignani | 01 novembre 2019

Il sedicenne danese Hoger Vitus Rune e la diciassettenne francese Diane Parry sono i “maestri” del tennis junior 2019. Li ha laureati campioni la quinta edizione delle World Junior Finals, il Master ITF under 18 disputato al Sichuan International Center di Chengdu, in Cina.

In campo buona parte dei migliori talenti del mondo, selezionati in base al ranking mondiale, impegnati in tornei dalla formula identica a quella delle Finals ATP e WTA, con la prospettiva di intascare un bonus compreso tra i 7.000 ed i 15.000 dollari e anche un rilevante bottino di punti ITF (da 105 a 750).

Grandissima protagonista è stata la Francia che si è presentata a Chengdu con la bellezza di quattro portacolori, col risultato, ancor più straordinario, di conquistare non solo il titolo femminile ma di raggiungere la finale maschile con Harold Mayot ed i due terzi posti con Valentin Royer ed Elsa Jacquemot.

Il danese Rune, classe 2003, ha dato ancora una volta prova del talento che gli riconoscono gli addetti ai lavori sin quando nel 2017 vinse il titolo europeo under 14. Il successo lo ha proiettato al vertice della classifica mondiale junior, scavalcando il ceco Jonas Forejtek (vincitore del Trofeo Bonfiglio) che si è dovuto accontentare della quinta piazza.

Per Rune si è trattato del successo numero quattro di quest' anno, dopo le vittorie riportate a Parigi, Beaulieu (Francia), e a Santa Croce. Vittima in finale in Cina il francese Harold Mayot, reduce dal successo in semifinale sul giapponese Mochizuki, le cui credenziali (tre vittorie nel round-robin, titolo di Wimbledon, semifinale a Parigi) lo avevano accreditato come primo favorito alla vigilia delle semifinali.

Tuttavia Mayot ha giocato – per sua stessa ammissione – il miglior tennis della propria vita, imponendosi per 6-2 7-5. Con l'identico punteggio che ha deciso la finale (7-6 4-6 6-2), Rune aveva invece avuto la meglio in semifinale sull' altro francese in lizza, il campione europeo Valentin Royer, numero dodici del mondo e penultimo nome dell' entry list.

Il torneo femminile ha decretato il convincente successo della diciassettenne Diane Parry, nata a Nizza nel settembre del 2002, presentatasi nelle vesti di numero uno del tennis junior targato ITF e sulla scia della vittoria appena riportata nella Mayor's Cup di Osaka, in Giappone.

Ha lasciato per strada un solo set allorché si è confrontata nel “Group Li” con la statunitense di colore Hurricane Tyra Black, poi stroncata in semifinale da una ispirata Daria Snigur. Ma il big match in gonnella, che valeva il vertice della classifica mondiale under 18, ha deluso le attese perche Daria è uscita di scena in meno di un' ora, tra l' altro consentendo a Diane Parry di ribadire il trionfo del 2018 raggiunto dalla connazionale Clara Burel.

Poche sono state le soddisfazioni per i colori cinesi che puntavano non tanto su Bu Yunchaochete, comunque sfortunato per l'incidente ad una caviglia subito nella seconda giornata dei round-robin, quanto su Qinwen Zheng (terza a Parigi e negli US Open Junior) cui è stato fatale un doppio 6-2 incassato da Hurricane Black.

RISULTATI
Singolare maschile
Group Shuai: Holger Vitus Rune (Den) b. Bu Yunchaokete (Chn) 64 76(4), Harold Mayot (Fra) b. Jonas Forejtek (Cze) 61 63, Rune b. Mayot 76(5) 76(6), Forejtek b. Yunchaokete wo, Forejtek b. Rune 64 76(1), Mayot b. Yunchaokete wo.
Group Yong: Valentin Royer (Fra) b. Thiago Agustin Tirante (Arg) 63 62, Shintaro Mochizuki (Jpn) b. Liam Draxl (Can) 64 62, Mochizuki b. Royer 62 57 61, Tirante b. Draxl 63 61, Mochizuki b. Tirante 64 67(0) 64, Royer b. Draxl wo.
Semifinali: Mayot b. Mochizuki 62 75, Rune b. Royer 76(5) 46 62.
Finale: Rune b. Mayot 76(3) 46 62.

Singolare femminile
Group Li: Qinwen Zheng (Chn) b. Natsumi Kawaguchi (Jpn) 62 64, Diane Parry (Fra) b. Hurricane Tyra Black (Usa) 64 36 62, Black b. Zheng 62 62, Parry b. Kawaguchi 62 61, Parry b. Zheng 64 62, Black b. Kawaguchi 75 76(1).
Group Liang: Daria Snigur (Ukr) b. Elsa Jacquemot (Fra) 46 63 62, Kamilla Bartone b. Oksana Selekhmeteva 46 75 64, Snigur b. Selekhmeteva 64 67(1) 61, Jacquemot b. Bartone 61 64. Snigur b. Bartone wo, Jacquemot b. Selekhmeteva 61 61.
Semifinali: Parry b. Jacquemot 63 63, Snigur b. Black 60 62.
Finale: Parry b. Snigur 61 63.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi