-
Eventi Internazionali

A Shenzhen Wta Finals da record: da oggi in tv

Scatta sul veloce indoor del Bay Sports Center l’edizione più ricca della storia: in campo le 8 più forti giocatrici del mondo. Sorteggiati i gironi con Ashleigh Barty che guida quello Rosso e Karolina Pliskova quello Viola. Tutte le sfide in tv

di Tiziana Tricarico | 27 ottobre 2019

Domenica a Shenzhen scatta l’edizione più ricca di sempre delle Wta Finals - live su SuperTennis -, con un montepremi stellare di 14 milioni di dollari (addirittura 4,75 milioni di dollari per la vincitrice imbattuta, più del campione/ssa degli Us Open): in campo Ashleigh Barty, Karolina Pliskova, Naomi Osaka, Bianca Andreescu, Simona Halep, Petra Kvitova, Belinda Bencic ed Elina Svitolina.

Da quest’anno, e fino al 2028, il veloce indoor del Bay Sports Center della metropoli cinese sarà il palcoscenico dell'evento, griffato Shiseido, che conclude la stagione del circuito rosa: sfida aperta per il titolo, con otto potenziali candidate al successo. Quel che non pare in discussione, invece, è il trono mondiale di Ashleigh Barty, alla quale basterà scendere in campo in tutti e tre gli incontri di round robin per assicurarsi i 375 punti che le permetteranno di rimanere numero uno a fine stagione. Come sempre le protagoniste sono state suddivise in due gironi.

"SuperTennis", la tv della Fit, trasmette in diretta ed in esclusiva le Wta Finals di Singapore. Questa la programmazione:
domenica 27 ottobre - LIVE
alle ore 09.30
Naomi Osaka (JPN) c. Petra Kvitova (CZE) - Gruppo Rosso
a seguire
Ashleigh Barty (AUS) c. Belinda Bencic (SUI) - Gruppo Rosso
a seguire doppi

lunedì 28 ottobre - LIVE alle ore 09.00 doppio
non prima delle ore 11.30
Karolina Pliskova (CZE) c. Elina Svitolina (UKR)
non prima delle ore 13.00
Bianca Andreescu (CAN) c. Simona Halep (ROU)
a seguire doppio  

martedì 29 ottobre - LIVE alle ore 09.00 doppio; alle ore 11.30 ed alle ore 13.00 singolari; a seguire doppio
mercoledì 30 ottobre - LIVE alle ore 09.00 doppio; alle ore 11.30 ed alle ore 13.00 singolari; a seguire doppio
giovedì 31 ottobre - LIVE alle ore 09.00 doppio; alle ore 11.30 ed alle ore 13.00 singolari; a seguire doppio
venerdì 1°novembre - LIVE alle ore 09.00 doppio; alle ore 11.30 ed alle ore 13.00 singolari; a seguire doppio
sabato 2 novembre - LIVE alle ore 09.00 semifinale doppio; alle ore 11.30 ed alle ore 13.00 semifinali singolare; a seguire semifinale doppio
domenica 3 novembre - LIVE alle ore 09.30 (finale doppio); alle ore 12.30 (finale singolare)


Format e gironi

Il sorteggio ha definito la composizione dei due gruppi del Masters di Shenzhen, l’evento più importante organizzato dalla Women's Tennis Association. Nella fase a gironi, da domenica 27 ottobre a venerdì 1° novembre, ogni giocatrice affronta le altre tre del proprio gruppo. Le prime due di ogni raggruppamento sono promosse alle semifinali: la prima del girone Rosso sfida la seconda del girone Viola, e viceversa. In caso di parità tra due o più giocatrici al termine della fase a gironi, contano nell'ordine numero di vittorie, numero di match giocati, scontro diretto, percentuale set vinti, percentuale game vinti.

GIRONE ROSSO
1. Ashleigh Barty (AUS)
3. Naomi Osaka (JPN)
6. Petra Kvitova (CZE)
7. Belinda Bencic (SUI)

GIRONE VIOLA
2. Karolina Pliskova (CZE)
4. Bianca Andreescu (CAN)
5. Simona Halep (ROU)
8. Elina Svitolina (UKR)

Storie di campionesse

Anche se nessuna tennista “baratterebbe” mai una vittoria al Masters con un titolo dello Slam, è pur sempre vero che si tratta di un trofeo di grandissimo prestigio (e da quest’anno anche paurosamente ricco). Nell'albo d'oro dei Championships sono 22 le campionesse che hanno trionfato a partire dal 1972 (successo di Chris Evert): di queste, 15 sono anche state numero uno del mondo. L’ultima più recente eccezione è rappresentata proprio dalla campionessa in carica, l’ucraina Elina Svitolina. La plurivincitrice è Martina Navratilova con 8 trofei (nel 1986 ne ha vinti addirittura due: in quella stagione infatti si giocò sia a marzo che a novembre), davanti a Steffi Graf e Serena Williams (5), e Chris Evert (4). Tra le giocatrici in gara quest’anno solo Petra Kvitova (2011) ha già vinto il Masters. 

Formula giusta cercasi

Il Masters femminile condivide attualmente con quello maschile la formula dei due gironi con una prima fase round robin (introdotta per la prima volta nel 1976, abbandonata e poi nuovamente reintrodotta) e semifinali incrociate, ma non è sempre stato così. E’ infatti stato aperto a 16 giocatrici con tabellone ad eliminazione diretta, a 32 giocatrici (1973), ancora a 12 giocatrici con le prime quattro teste di serie avanti di un turno. Prima di Shenzhen, dove quest’anno si giocherà per la prima volta, il torneo si è disputato a Singapore (2014-2018), ad Istanbul (2011-2013), Doha (2008-2010), Madrid (2006-2007), Los Angeles, Monaco e New York (si è giocato al Madison Square Garden per 22 edizioni consecutive, dal 1979 al 2000). Anche la data non è sempre stata la stessa: fino al 1986 il torneo si è giocato nel mese di marzo successivo alla fine dell'anno di riferimento; in seguito - con criterio più razionale - è stato spostato in chiusura di stagione, oramai a fine ottobre. La finale non ha avuto sempre la stessa durata: dal 1984 al 1998 - esperimento unico per il circuito femminile - si è giocato sulla distanza dei tre set su cinque. Solo in tre occasioni la finale si è risolta al quinto set: nel 1990 (successo di Monica Seles, con i suoi 16 anni la più giovane vincitrice della storia del Masters, su Gabriela Sabatini), nel 1996 (vittoria di Steffi Graf su Anke Huber) e nel 1996 (ancora Graf vittoriosa su Martina Hingis). Una sola la finale non disputata: nel 2001 Serena Williams vinse il titolo per il forfait di Lindsay Davenport.

Un po' di numeri

Il lotto delle protagoniste di quest'anno comprende quattro giocatrici che sono state al vertice del ranking mondiale (Barty, Pliskova, Osaka ed Halep), cinque campionesse che hanno conquistato in carriera almeno un titolo Slam (Barty, Osaka, Andreescu Halep e Kvitova) ed un’altra tennista che ha giocato almeno una volta in carriera una finale in un Major (Pliskova). Per quanto riguarda le vincitrici Slam del 2019 ci sono tutte e quattro: Osaka (Australian Open), Barty (Roland Garros), Halep (Wimbledon) e Andreescu (Us Open). C’è una sola tennista mancina, Petra Kvitova, e ci sono ben cinque giocatrici europee: il “resto del mondo” è rappresentato dall’australiana Barty, dalla giapponese Osaka e dalla canadese Andreescu.

Tre delle otto “maestre” - Barty, Andreescu e Bencic - sono al Masters per la prima volta: nella storia del torneo solo Serena (2001), Sharapova (2004), Kvitova (2011) e Cibulkova (2016), hanno conquistato il trofeo alla loro prima apparizione.

C'è anche il doppio

Nessuna delle protagoniste di Shenzhen avrà un doppio impegno. Le otto coppie in gara - nell’ordine di qualificazione - sono infatti Elise Mertens/Aryna Sabalenka, Barbora Strycova/Su-Wei Hsieh, Kristina Mladenovic/Timea Babos, Yi-Fan Xu/Gabriela Dabrowski, Latisha Chan/Hao-Ching Chan, Barbora Krejcikova/Katerina Siniakova, Samantha Stosur/Shuai Zhang e Anna-Lena Grienefeld/Demi Schuurs.
Le campionesse in carica sono l’ungherese Timea Babos e la francese Kristina Mladenovic.
Plurivincitrice, anche in doppio, Martina Navratilova che ha conquistato complessivamente 11 titoli: dieci con Pam Shriver ed uno con Billie Jean King.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi