-
Eventi Internazionali

Basilea: Federer nei quarti. Sarà derby con Stan?

Lo svizzero, che ha vinto nove volte il titolo nel torneo di casa, passeggia sul moldavo Radu Albot. Nei quarti potrebbe incrociare Wawrinka. Il torneo ha perso la testa di serie numero 2, Alexander Zverev, sconfitto da Taylor Fritz.

di Alessandro Mastrouca | 24 ottobre 2019

"Giocare contro una superstar, sentire il pubblico tutto per lui è diverso. Quando hai finalmente la possibilità di affrontare il migliore, e sentire i suoi colpi, penso sia un bel traguardo". Così parlava Radu Albot a Miami dopo aver perso in tre set, avendo vinto il primo, contro Roger Federer nella sua prima sfida in carriera contro un top 5. Si sono ritrovati a Basilea. E Albot non si è divertito granchè.
Federer, che aveva eliminato in meno di un'ora Peter Gojowczyk al primo turno, ha vinto nove titoli nel torneo di casa: solo ad Halle ha trionfato più volte, dieci. Non a caso gli hanno dedicato una strada nei pressi dell'impianto che ospita il classico appuntamento sull'erba prima di Wimbledon, promosso tra gli ATP 500, in calendario nella settimana del Queen's. Stasera c'era il pubblico delle grandi occasioni e lui, The Swiss Maestro, andava di fretta. 

Albot, numero 49 del mondo, al primo turno aveva superato il serbo Dusan Lajovic 26 63 64, completando la sesta rimonta della stagione anche grazie al 66% di punti con la seconda. Quest'anno ha vinto il suo primo torneo ATP, a Delray Beach. Ha vinto 29 partite in stagione, il suo record, ma non ha ancora mai sconfitto un top 10. A 29 anni, è il moldavo con la miglior classifica di sempre: numero 39 dopo la semifinale a Los Cabos lo scorso agosto.
Ex numero 11 junior, l'anno scorso ha centrato il terzo turno a Wimbledon, battendo in cinque set Carreno Busta allora numero 12 del mondo (l'avversario meglio classificato che abbia sconfitto), e raggiunto la semifinale in doppio allo US Open. Nessun moldavo si era spinto così avanti in uno Slam prima.
Quando giochi contro Federer, diceva a Miami, "non devi cercare di fare qualcosa di troppo diverso dal solito. Devi applicare quello che ti riesce meglio, non cambiare tutto improvvisamente solo perché hai di fronte Roger". 
Ha applicato molto coerentemente questa teoria il moldavo, ma non ha funzionato. Roger gli è passato sopra in un'ora e due minuti di orologio (6-0 6-3 il punteggio), un tempo sufficiente lungo per regalare una manciata di ululati di piacere estetico al suo pubblico ma sufficientemente breve a non rovinare con il sudere il pigiamino giapponese da tennis (bianca la maglia, rossi i pantaloncini) preparato per la serata elvetica.
Federer ha vinto così le ultime 22 partite di fila a Basilea, dalla finale del 2013 contro Del Potro. Al secondo turno aveva perso solo nel 2003, contro il suo attuale coach Ivan Ljubicic.

Ha fatto bene a risparmiarsi: nei quarti di finale  potrebbe aspettarlo la 27eseima edizione del 'clasico rossocrociato', l'ennesimo faccia a faccia con Stan Wawrinka, battuto da Andy Murray in finale ad Anversa tre giorni fa, che ha disposto in due set di Pablo Cuevas. Oggi deve superare l'ostacolo Next Gen, Frances Tiafoe. Se ci riuscirà si guadagnerà l'opportunità di migliorare il bilancio dei confronti che è 23 a 3 per Roger. Stan nel torneo di casa è alla 14ma partecipazione a Basilea, dove ha giocato al massimo due semifinali, nel 2006 e nel 2011.

Intanto lo Swiss Open ha già perso una testa di serie di rilievo, la numero 2 Alexander Zverev, che rende molto più aperto il quarto più basso del tabellone vista l'eliminazione anche del numero 8, il francese Benoit Paire. Zverev, settimo nella Race, la classifica che considera solo i risultati stagionali, non è ancora sicuro della qualificazione alle ATP Finals che ha vinto l'anno scorso. Il tedesco non ha sfruttato il 4-0 nel tiebreak del primo set e ha subito un solo break in tutto il match, ma è bastato a Taylor Fritz per chiudere 76 64 e raccogliere la quarta vittoria contro un top 10 della stagione, la quinta in carriera. 

Ha raggiunto il secondo turno Stefanos Tsitsipas, che ha eliminato lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas e completato l'ottava vittoria nelle ultime dieci partite. Già qualificato per le ATP Finals, è sceso in campo più rilassato e si è concesso anche il lusso di sperimentare qualcosa di diverso nel suo gioco. 

Importante per le  implicazioni di classifica, la vittoria in due set (64 64) del belga David Goffin sul croato Marin Cilic. Goffin, è decimo nella Race indietro di 200 punti rispetto a Matteo Berrettini, in corsa per le ATP Finals e la top 10.
SuperTennis", la tv della Fit, trasmette in diretta ed in esclusiva il torneo ATP 500 di Basilea. Questa la programmazione:

mercoledì 23 ottobre - LIVE 
alle ore 15.00
Goffin v Cilic

alle ore 17.00, 
Cuevas v Wawrinka

alle ore 19.00 
Federer v Albot

alle ore 21.00
De Minaur v Fritz

giovedì - 24 ottobre - LIVE alle ore 15.00, alle ore 17.00, alle ore 19.00 ed alle ore 21.00
venerdì 25 ottobre - LIVE alle ore 15.00, alle ore 17.00, alle ore 19.00 ed alle ore 21.00
sabato 26 ottobre - LIVE alle ore 15.00 ed alle ore 17.00 (semifinali)
domenica 27 ottobre - LIVE ore 15.00 (finale)

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi