-
Eventi Internazionali

Ostapenko, una gioia attesa due anni

La lettone vince il WTA del Lussemburgo in finale su Jelena Goerges. E' il terzo successo per la lettone, il primo dal torneo di Seoul nel 2017. Veniva dalla finale a Linz della settimana scorsa, primo torneo con Marion Bartoli come coach.

di Alessandro Mastroluca | 20 ottobre 2019

Torna a vincere un torneo WTA Jelena Ostapenko. La campionessa del Roland Garros e di Seoul nel 2017 conquista il terzo titolo in carriera nel WTA di Lussemburgo. Nel primo confronto firetto, ha dominato 64 61 la campionessa in carica Julia Goerges, testa di serie numero 2 del tabellone.

Goerges, alla diciassettesima finale in carriera, vede sfumare la possibilità di festeggiare l'ottavo titolo nel circuito maggiore. La tedesca aveva sempre perso il primo set nei primi tre turni questa settimana, riuscendo sempre a rimontare prima della semifinale contro Elena Rybakina, testa di serie numero 3.
Ostapenko migliora il risultato di una settimana fa, quando a Linza aveva ceduto nella sua prima finale WTA dal torneo di Miami del 2018.

Le ultime due settimane confermano quanto funzioni il suo rapporto con Marion Bartoli, che ha scelto come coach proprio dal torneo di Linz. "Siamo molto amiche" ha raccontato, "quando commentavo per la tv mi chiedeva informazioni sulle altre giocatrici: poi abbiamo uno stile simile". Bartoli, ha spiegato all'Equipe, non vuole stravolgerne la tecnica, anche se il servizio di Ostapenko rimane "un grande cantiere, ma certo non posso cambiare tutto in due giorni. Il mio ruolo è di restituirle positività, fiducia, dinamismo. Di darle idee sulle tattiche da usare nelle varie zone del campo, di individuare gli schemi giusti, un piano tattico chiaro. Jelena ha una grande capacità di ascolto e sa correggersi velocemente".

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi