-
Eventi Internazionali

Wuhan: Barty, vittoria col brivido. Pliskova vola

L'australiana supera in rimonta la Garcia, che l'aveva sconfitta due anni fa in semifinale. La ceca batte in due set la Anisimova. Le prime due teste di serie lottano anche per il posto di numero 1 del mondo: tutte le combinazioni.

24 settembre 2019

C'è il posto di numero 1 in palio a Wuhan, torneo Premier 5 arrivato alla sesta edizione nella città natale di Li Na, che ha celebrato l'induzione nella Hall of Fame. Una poltrona per due, verrebbe da dire. Ashleigh Barty, infatti, semifinalista un anno fa, deve difendersi solo da Karolina Pliskova, testa di serie numero 2, che ha vinto 10 giorni fa il quarto titolo della stagione a Zhengzhou e potrebbe risalire in vetta alla classifica per la prima volta da settembre 2017.

 

IL TABELLONE AGGIORNATO

578dd234-9458-4075-ac43-00bce13fd2ea
Play

Barty si prende la rivincita con Garcia

Ashleigh Barty ha debuttato direttamente al secondo turno superando in rimonta - 46 64 61 lo score, in due ore ed undici minuti - Caroline Garcia che l'aveva battuta proprio a Wuhan, in semifinale, nel 2017 prima di conquistare il titolo e bissare poi il successo a Pechino: un uno-due mai riuscito prima. Barty, che aveva sconfitto la francese l'anno scorso all'Elite Trophy di Zhuhai, alla sua terza partecipazione nel torneo ha rischiato grosso, visto che l'eliminazione avrebbe significato la perdita dello scettro mondiale a favore della Pliskova. 

Contro una delle tre vincitrici in tabellone insieme a Aryna Sabalenka, rivelazione un anno fa, e Petra Kvitova, la 23enne australiana di Ipswich ha iniziato piuttosto contratta e dopo aver perso il primo set ha rischiato di andare sotto di un break anche in avvio di seconda frazione. Poi piano piano il suo rendimento è migliorato mentre è calato quello della 25enne di Saint-Germain-en Laye che nel decimo game ha ceduto la battuta addirittura a zero permettendo alla numero uno del mondo di pareggiare il conto dei set. Frazione decisiva senza storia, dominata dalla Barty per 6-1. Al prossimo turno "Ash" dovrà stare molto attenta con la statunitense Sofia Kenin, numero 17 del ranking e 15 del seeding, che sabato a Guangzhou ha conquistato il terzo trofeo stagionale.

"Ho cercato di rimettere in sesto un match che si era messo male - ha commentato a caldo la Barty, prima qualificata per le WTA Finals a Shenzhen - poi ho iniziato a servire meglio ed a sbagliare meno. Nel primo set avevo servito troppe seconde permettendole di comandare gli scambi. Sono soddisfatta per come ho giocato la parte finale dell'incontro".

Barty e Pliskova, la corsa al numero 1

Semifinalista l'anno scorso, Barty difende 350 punti. Tuttavia Pliskova, che ha perso al secondo turno dodici mesi fa deve almeno arrivare ai quarti per guadagnare punti, altrimenti verrebbero conteggiati nella sua classifica i 180 punti del suo diciassettesimo risultato, il migliore degli esclusi, ovvero i 180 punti della finale di Tjanjin del 2018. Intanto la 27enne di Louny ha esordito con una convincente vittoria - 63 63, in 69 minuti di partita - sulla giovane statunitense Amanda Anisimova, numero 29 del ranking mondiale, che ha sprecato un break di vantaggio sia nel primo (due volte) che nel secondo set..  

Lo scenario per il numero 1 del mondo si presenta così:

-Se Barty dovesse battere Garcia, Pliskova dovrebbe arrivare almeno in semifinale e perdere un turno dopo l'australiana
-Se dovessero arrivare in finale, la sfida deciderebbe anche la prossima numero 1

41304be6-24b2-48db-a98b-54788d6fc72c
Play
Anche Pliskova, comunque, è matematicamente qualificata per le WTA Finals, così può affrontare la stagione asiatica con meno pressioni. "Così è diverso, posso divertirmi di più" ha detto la testa di serie numero 2 che a Wuhan è tornata a lavorare con Conchita Martinez dopo aver sperimentato l'ex giocatrice Olga Savchuk come coach a Zhengzhou. "L'anno scorso sapere di non essere ancora qualificata per le Finals mi ha fatto tenere alta la concentrazione, così ho vinto il titolo a Tokyo. Vediamo se quest'anno, in condizioni diverse, la stagione asiatica andrà meglio visto che sono completamente rilassata".

Debutto positivo per Halep e Svitolina

Bene Simona Halep, alla sesta partecipazione a Wuhan. Semifinalista nel 2016, sconfitta all'esordio dopo il bye nelle ultime due edizioni (contro Kasatkina e Cibulkova), supera 63 62 Barbora Strycova. Nelle sei sfide nei main draw del circuito maggiore, Halep ha vinto dodici set su dodici. Halep conquista così la ventunesima vittoria in 30 partite sul duro in stagione. La ceca, che nel 2016 è arrivata ai quarti a Wuhan, incassa la 58ma sconfitta in 68 incontri contro una top 10 in carriera. 

"Ero motivata a entrare in campo e dare tutto" ha detto Halep, che ha chiuso con gli stessi vincenti dell'avversaria e nove gratuiti in meno. Halep affronterà per la prima volta Elena Rybakina, ventenne russa di nascita e kazaka di passaporto che è entrata in top 50 e migliorato il suo best ranking grazie alla recente finale di Nanchang. Rybakina, che in stagione ha vinto il suo primo titolo WTA a Bucarest e raggiunto la semifinale a ‘s-Hertogenbosch, ha eliminato martedì Ons Jabeur.

Avanza anche Elina Svitolina che incontrava per la decima volta Garbine Muguruza, finalista qui nel 2015, quando si ritirò contro Venus Williams per un infortunio alla caviglia sinistra. La 25enne di Odessa si è imposta pèer 75 62 portando a 6-4 il bilancio con 25enne nata a Caracas che prima di battere Shuai Peng lunedì aveva infilato una serie di quattro eliminazioni consecutive al primo turno (a Wimbledon, Cincinnati, US Open e Osaka). Al prossimo turno l'ucraina, che pare aver superato il problema al ginocchio destro che la scorsa settimana l'aveva costretta al ritiro negli ottavi a Guangzhou, troverà la veterana russa Svetlana Kuznetsova, numero 69 Wta, passata attraverso le qualificazioni. Nelle quattro precedenti partecipazioni al torneo Elina vanta come miglio risultato la semifinale raggiunta nel 2014.

6ccce35c-70d7-4cb2-b371-8e1e35ef4206
Play

Avanza Stephens

Avanza Sloane Stephens, testa di serie numero 10 e numero 15 del mondo, che supera 62 36 61 Yafan Wang, numero 48 WTA (suo  best ranking) dopo la semifinale a Seoul la scorsa settimana. Stephens ottiene così la quinta vittoria consecutiva contro avversarie cinesi e la 70ma nel circuito WTA al terzo set (7-6 il bilancio stagionale).

Stephens, che aveva commesso dieci errori gratuiti quando ha battuto Wang al secondo turno quest'anno a Wimbledon, raggiunge gli ottavi per la prima volta in quattro partecipazioni a Wuhan. Mai così avanti in un torneo WTA nel 2019 da Cincinnati, Stephens sfiderà Petra Kvitova per raggiungere i primi quarti di finale dal Roland Garros (allora perse contro Johanna Konta). La ceca l'ha sconfitta in Hopman Cup nel 2014, Stephens ha vinto due volte su due nella sua straordinaria estate del 2017, a Toronto e Cincinnati prima di vincere lo Us Open e diventare la quinta non testa di serie a conquistare uno Slam. Stephens, infatti, era rientrata sul circuito solo pochi mesi prima, a Wimbledon, dopo undici mesi di assenza per infortunio.

6a9d3eb9-22ce-45ba-b039-ec7e7ac1cebc
Play

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi