-
Eventi Internazionali

Non perdete il ‘Filo’: Grande Matteo, ottavi super con Federer

Il punto di Filippo Volandri, Direttore tecnico del settore maschile del Centro Federale di Tirrenia e commentatore di Sky, sulla vittoria di Berrettini che negli ottavi a Wimbledon affronterà King Roger. E ancora la sconfitta di Fognini con lo statunitense Sandgren. Nadal invece passeggia con Tsonga, ma la sorpresa della prima settimana è la giovane americana Gauff.

di Filippo Volandri | 07 luglio 2019

Matteo ha vinto una partita straordinaria, soprattutto a livello mentale perché Schwartzman gli ha risposto sempre. E trovare dall’altra parte del campo uno che ti risponde sempre non è facile. Matteo è stato bravo perché ha annullato tre match point, bravo ad annullare tante palle break e bravo perché il suo avversario gli ha fatto giocare tutti i punti della partita. Matteo ha fatto la differenza soprattutto dal punto di vista mentale, anche perché non ha ricevuto così tanti punti dalla prima di servizio, quindi se l’è dovuta sudare e faticare fino alla fine. E’ stato veramente molto molto bravo.

f89062dd-c927-449e-a0ee-99afc9f87934
Play
Berrettini adesso giocherà gli ottavi contro Federer. Una partita meravigliosa, quella che tutti aspettavano, soprattutto noi italiani. Sarà un match non scontato per lo svizzero, abbiamo visto Matteo quanto sta servendo bene soprattutto su una superficie dove è fondamentale servire veramente bene, sopra le 130 miglia orarie o sei costretto a costruirti il punto.

Matteo ha fatto la differenza soprattutto dal punto di vista mentale

Campo 14 anomalo per Fognini e si è fatto condizionare

Fabio Fognini invece aveva la grande opportunità di qualificarsi agli ottavi di finale di Wimbledon contro lo statunitense numero 94 del mondo Tennys Sandgren, un rivale non irresistibile. E invece l’azzurro ha risentito della superficie non perfetta del campo, si è innervosito ed ha perso in tre set. E’ stato un peccato perché Sandgren gli sta 80 posizioni dietro in classifica e ci si aspettava di più. Lo statunitense - va detto - ha comunque giocato bene, però Fabio ha sprecato l’occasione di andare alla seconda settimana del torneo. Ha pagato a caro prezzo i molti errori commessi in partita, è stato discontinuo rispetto alle gare precedenti. 
b79ab5c2-1a15-4b2f-9e34-c7132ad13d69
Play
Sicuramente non gli piaceva giocare sul campo 14. E’ vero che uno che è numero 10 del mondo non dovrebbe stare su quel campo, però era anche lecito aspettarsi qualcosa di più da lui perché è un professionista e deve dare il massimo. Invece penso si sia innervosito, poi quando le cose non girano benissimo i pensieri inevitabilmente vanno lì, sul campo che non ti piace, e va a finire che perdi il match. 
Fognini ha giocato un terzo turno e il suo bilancio non è così male, specie su una superficie che non è tra le sue preferite. Però con un tabellone del genere dispiace che abbia perso contro Sandgren.
Quando le cose non girano benissimo i pensieri inevitabilmente vanno lì, sul campo che non ti piace, e va a finire che perdi il match

Nadal tra i favoriti al successo dopo la ‘passeggiata’ contro Tsonga

Il primo sabato di Wimbledon ci ha mostrato un Rafa Nadal in grande forma. Dopo aver battuto Sugita e Kyrgios, lo spagnolo ha demolito senza problemi Tsonga in tre set. Sapevamo che avrebbe passeggiato fino agli ottavi. Il tipo di superficie di quest’anno lo agevola, non è la solita erba ma sembra un misto tra terra ed erba che si adatta meglio al suo gioco. E poi ha un tabellone molto buono. Non è ancora il favorito per il successo finale, ma è il candidato forte per arrivare fino in fondo specie se le condizioni dei campi resteranno così.

Federer finora ha speso poche energie

Federer, prossimo rivale di Berrettini, ha invece conquistato gli ottavi battendo Pouille in tre set al termine di una buona partita ma non strepitosa. Il francese gli ha reso la vita complicata, con il primo e terzo set molto lottati. Federer quando va a servire fa ancora la differenza anche se nell’ultimo match non sono arrivati tanti vincenti dal servizio, è stato costretto a costruirsi il punto. Finora il suo cammino è soddisfacente. Nella prima settimana è importante non disperdere molte energie e questo ha fatto finora. Speriamo ora che ne sprechi un po’ nella prossima partita…

La giovane Cori Gauff sorpresa di questa prima parte di torneo

La prima settimana di partite ha messo in luce Cori Gauff. Adesso è sulla bocca di tutti ma io la conosco già da parecchi anni, è una ragazza che ha dominato i tornei juniores. Nel terzo turno ha battuto la Hercog, anzi la slovena ha perso la partita contro la statunitense. La Gauff ha fatto una bellissima rimonta vincendo il tie break del secondo set e imponendosi al terzo 7-5. Ha 15 anni e mezzo ed è una predestinata, una cosa eccezionale. E’ sicuramente lei la sorpresa di questa prima settimana di Wimbledon.
34e9b80b-603b-4447-b973-ee7088f9e1f3
Play