-
Eventi Internazionali

Barty compie un altro passo verso il trono

L’australiana supera Venus Williams nei quarti sull’erba di Birmingham e insegue uno storico sorpasso: Ashleigh, che in semifinale trova Strycova, in caso di conquista del titolo toglierà ad Osaka lo scettro. Ostapenko manca 5 match point e cede a Martic, che sfiderà Goerges

di Redazione | 21 giugno 2019

BARTY SUPERA VENUS E METTE IL TRONO NEL MIRINO - Asheigh Barty non intende lasciare nulla di intentato per provare a scalzare dal trono del circuito femminile Naomi Osaka, uscita prematuramente di scena al secondo turno del "Nature Valley Classic”, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 1.006.263 dollari in corso sull’erba di Birmingham. Deve conquistare il trofeo, per riuscirci, la talentuosa australiana, balzata sulla seconda poltrona mondiale dopo il trionfo al Roland Garros meno di due settimane fa, fin qui passata con disinvoltura dalla terra battuta all’erba. E dopo le agevoli affermazioni su Vekic e Brady, ha superato senza tremori anche la prova del nove che rispondeva al nome di Venus Williams, numero 55 del ranking, per la prima volta in gara in questo torneo grazie a una wild card: 64 63 il punteggio con cui, in un’ora e 26 minuti, la 23enne di Ipswich ha sconfitto la campionessa statunitense (cinque volte regina di Wimbledon), 39 candeline appena spente, ribadendo l’esito dell’unico precedente, nel 2017, al primo turno di Cincinnati.

 

A STRYCOVA IL DERBY CON KRISTYNA PLISKOVA - Sui prati verdi british il prossimo ostacolo per Barty sarà rappresentato dalla ceca Barbora Strycova, numero 51 del ranking mondiale, che confermando il risultato dei due precedenti testa a testa ha regolato per 62 64 la connazionale Kristyna Pliskova, numero 112 Wta, proveniente dalle qualificazioni, che nel turno precedente aveva estromesso a sorpresa la gemella Karolina, numero 3 della classifica mondiale e del torneo (wild card). Il bilancio degli “head to head” con la 33enne di Plzen vede in vantaggio per 2 a1  Ashleigh, che deve fronteggiare anche e soprattutto la pressione derivante dall’opportunità di impossessarsi dello scettro di regina, qualcosa di impensabile probabilmente appena un mese fa.

 

OSTAPENKO MANCA 5 MATCH POINT CON MARTIC – Mastica amaro che più amaro non si può invece la lettone Jelena Ostapenko, numero 38 Wta, che dopo un 2018 da dimenticare è arrivata davvero vicinissima a una semifinale che le manca da Wimbledon dello scorso anno. Contro la croata Petra Martic, numero 25 del ranking, la 22enne di Riga è stata avanti 76(4) 4-0 e poi 5-2 nel secondo, mancando anche cinque match point sul 5-4 (tre consecutivi, sullo 0-40), finendo per cedere con il punteggio di 67(4) 75 61 dopo due ore e 22 minuti di gioco. Ostapenko è stata condizionata da ben 20 doppi falli e 70 errori non procurati complessivi, davvero troppi per pensare di avere ragione di un avversaria in fiducia come la 28enne di Spalato, reduce dai quarti al Roland Garros.

 

GOERGES NON LASCIA SCAMPO A PUTINTSEVA – La tenacia della Martic sarà il prossimo test per tedesca Julia Goerges, numero 19 della classifica mondiale e ottava testa di serie, che nel quarto che chiudeva il programma di giornata ha concesso appena cinque game (63 62) alla kazaka Yulia Putintseva, numero 43 Wta, che con l’affermazione su Naomi Osaka aveva appena centrato la prima vittoria in carriera contro una numero uno del mondo. Proprio la 30enne di Bad Oldesloe, semifinalista a Wimbledon 2018, ha vinto l’unico precedente con la croata, ma datato 2008 a Portorose (63 46 64 nei quarti) quando la Martic era appena 15enne.

 

RISULTATI VENERDI’ – Quarti: (8) Julia Goerges (GER) b. Yulia Putintseva (KAZ) 63 62, Petra Martic (CRO) b. Jelena Ostapenko (LAT) 67(4) 75 61 [saved 5 MP], Barbora Strycova (CZE) b. (q) Kristyna Pliskova (CZE) 62 64, (2) Ashleigh Barty (AUS) b. (wc) Venus Williams (USA) 64 63.

 

"SuperTennis", la tv della Fit, trasmette in esclusiva il torneo WTA Premier di Birmingham. Questa la programmazione:

venerdì 21 giugno - differita alle ore 20.00

sabato 22 giugno - LIVE alle ore 12.30 (semifinale1); differita alle ore 19.00 (semifinale2)

domenica 23 giugno - LIVE alle ore 14.30 (finale)