-
Eventi Internazionali

Djokovic-Thiem nella bufera: sospesa

La pioggia ferma la seconda semifinale maschile nel terzo set: sul Philippe Chatrier, spazzato dalle raffiche di vento, l'austriaco si è aggiudicato il primo, Nole il secondo ma è sotto 3-1 nel terzo. La prosecuzione domani dalle 12.00, antipasto della finale femminile.

07 giugno 2019

SEMIFINALE DJOKOVIC-THIEM INTERROTTA - Il maltempo continua a penalizzare l’edizione 2019 del Roland Garros. La seconda semifinale maschile, protagonisti Novak Djokovic, numero 1 del ranking mondiale e del tabellone, e Dominic Thiem, numero 4 Atp e del seeding, interrotta un paio di volte per la pioggia, è stata definitivamente rimandata dagli organizzatori a sabato. Al momento dello stop sul “Philippe Chatrier” la situazione di punteggio era di un set pari (62 per l’austriaco il primo, 63 per il serbo il secondo), con Thiem in vantaggio per 3-1 nel terzo parziale di un incontro disputato in condizioni molto complicate, quasi surreali, con forti raffiche di vento che sollevavano la polvere rossa dal campo, pioggia a tratti e poco pubblico sugli spalti (aumentato poi man mano con il passare dei game).

L’AUSTRIACO SCATTA MEGLIO, NOLE REAGISCE DOPO LO STOP - Il primo allungo è del 25enne di Wiener Neustadt, che ha tolto la battuta al rivale nel terzo gioco (2-1) e ha persino bissato il break (5-2) approfittando di un Djokovic disorientato e in confusione per il vento (serve and volley sul 0-40, con volée di rovescio in rete). Il suo tennis d'anticipo e con poca rotazione ha sofferto delle condizioni ambientali molto più di quello dell'austriaco, basato su grandi rotazioni e parabole alte sopra la rete.

L’ennesimo errore del serbo – diritto in rete – ha consegnato la prima frazione, dopo appena 27 minuti, a un Thiem che sembra non risentire delle difficili condizioni. Sull’1-1 del secondo set con coraggio, facendo ricorso al serve and volley, Nole – alla 25esima semifinale Slam - ha cancellato due palle break consecutive. Sul 3-2 per il numero uno del mondo, poi, stop al gioco per meno di dieci minuti visto che l’intensità della pioggia è aumentata, alla ripresa Djokovic è rientrato in campo più dentro la partita, con la capacità di adattarsi a una situazione ambientale complicata. Logica conseguenza il break, che proietta sul 5-3 il 32enne di Belgrado, pronto a pareggiare il conto dei set con un preciso rovescio sulla smorzata dell’avversario, dopo aver piazzato anche due ace centrali.

ANCORA PIOGGIA: TUTTO RIMANDATO A SABATO - Nella terza partita, dopo aver salvato una palla break nel secondo gioco, il serbo è stato costretto a cedere il servizio nel turno successivo, ritrovandosi sotto 1-3, quando un altro scroscio di pioggia ha portato a una nuova interruzione. Quella definitiva, perché gli organizzatori hanno deciso per la prosecuzione al sabato. Ci dormiranno sopra, quindi, i due giocatori che si contendono il ruolo di sfidante del campione in carica Rafa Nadal, a un passo dal dodicesimo trionfo parigino. I precedenti testa a testa Djokovic-Thiem vedono il serbo avanti 6-2, con le due affermazioni dell’austriaco sulla terra, dove, comunque, il serbo resta in vantaggio 3-2 dopo il 76 76 di Madrid meno di un mese fa. 

CLICCA QUI PER IL TABELLONE MASCHILE