-
Eventi Internazionali

Nadal cede un set, che brividi per Nishikori

Lo spagnolo campione in carica centra gli ottavi superando in 4 set il belga Goffin, Federer regola il Next Gen norvegese Casper Ruud annullando un set point nel 3°: era dal 1972, con Nicola Pietrangeli, che un "over 37" non arrivava così avanti. Il giapponese, sotto 3-0 e 4-2 al quinto, si salva contro Djere

31 maggio 2019

KING ROGER METTE SOTTO IL NEXT GEN RUUD - Roger Federer approda di slancio alla seconda settimana del Roland Garros. Il 37enne campione svizzero, numero 3 della classifica mondiale e del seeding, ha fatto valere la sua legge anche nei confronti del Next Gen norvegese Casper Ruud, numero 63 Atp, cogliendo il terzo successo in tre set in altrettanti turni: 63 61 76(8) il punteggio, in due ore e 11 minuti, sul “Suzanne Lenglen”. In quello che era il suo 400esimo match a livello Slam – primo in assoluto ad arrivarci - dopo aver incamerato la prima frazione (63), il fuoriclasse di Basilea ha dominato la seconda (61, parziale di nove game consecutivi a cavallo dei primi due set), mentre nella terza è stato il 20enne figlio d’arte (il padre Christian aveva raggiunto due volte il terzo turno a Parigi, nel 1995 e nel 1999) a scrollarsi di dosso un po’ di soggezione e portarsi subito avanti di un break (2-0), venendo però riagganciato sul 2-2. Equilibrio che si è protratto rispettando i turni di servizio fino al “gioco decisivo”, anche se Federer ha dovuto fronteggiare tre palle break complessive. King Roger è stato avanti nel tie-break, ma con coraggio il giovane avversario ha cancellato 3 match point (sul 6 a 4 e 8 a 7), dopo aver mancato anche una palla set, concedendo però il quarto con un doppio fallo sull’8 pari, stavolta convertito dall’elvetico - tornato a Parigi dopo quattro anni di assenza e a dieci dal suo unico titolo su questi campi – con uno smash potente e preciso al termine di uno scambio da applausi.

KING ROGER IL PIU' OVER DOPO PIETRANGELI - Per Federer si tratta della 14esima volta agli ottavi al Bois du Boulogne – dove per ritrovare così avanti un giocatore della sua età bisogna ritornare al 1972, proprio a Nicola Pietrangeli – e la 64esima complessiva nei Major. Prossimo ostacolo sarà l’argentino Leonardo Mayer, numero 68 Atp, che ha posto fine in quattro set alla favola del 37enne Nicolas Mahut, numero 252 Atp, al commiato dal Major di casa con una wild card sicuramente onorata sino in fondo.

GOFFIN TOGLIE UN SET A NADAL - Un po’ più complicato è stato il compito di Rafa Nadal. Lo spagnolo, numero 2 del mondo e campione in carica, ha perso per la prima volta un set nel torneo ma si è imposto col punteggio di 61 63 46 63 sul belga David Goffin, n.29 Atp. Il maiorchino, dopo aver dettato legge nei primi due parziali, ha accusato un passaggio a vuoto nel terzo, perdendo il servizio in un game in cui ha commesso due gravi errori col dritto, il suo punto di forza. Però il mancino di Manacor, a caccia del 12esimo trionfo all’ombra della Torre Eiffel, nel quarto set è salito di nuovo in cattedra, staccando il pass per gli ottavi, dove affronterà l'argentino Juan Londero, che in cinque set (26 63 64 57 63) ha fatto svanire i sogni di gloria del francese Corentin Moutet.  

DJERE SPAVENTA NISHIKORI, AVANZA PAIRE - Se l’è invece vista brutta il giapponese Kei Nishikori, numero 7 Atp e del tabellone, costretto a una vera e propria maratona per domare il serbo Laslo Djere, numero 32 del ranking e 31esima testa di serie, uno dei giocatori emergenti del tour: il 29enne di Shimane si è infatti sotto 3-0 al quinto con doppio break (e poi anche 4-2), ma dimostrando tenacia e anche tenuta atletica è riuscito a spuntarla per64 67(6) 63 46 86 dopo quasi 4 ore e mezza di lotta. Il pupillo di Michael Chang troverà a contendergli un posto nei quarti il francese Benoit Paire, risalito al numero 38 Atp dopo il titolo a Lione la settimana scorsa, che ha avuto via libera per il ritiro dello spagnolo Pablo Carreno Busta, numero 57 Atp e nei quarti due anni fa, sul 62 46 76(1).

KLIZAN, TIRO MANCINO A POUILLE – Un risultato, la vittoria di Paire, che ha parzialmente consolato i tifosi dei Bleus, che poco prima avevano dovuto ingoiare un amaro boccone. Saluta infatti lo Slam di casa Lucas Pouille, numero 26 della classifica mondiale, che nella prosecuzione dell’incontro di secondo turno interrotto giovedì sera per oscurità è caduto sotto i colpi dello slovacco Martin Klizan, numero 55 Atp: 76(4) 26 63 36 97 il punteggio con cui sul Philippe Chatrier si è arreso il giocatore allenato da Amelie Mauresmo, al quale non è bastato salire 5-3 nel quinto e servire per il match sul 5-4. Klizan sfiderà sabato per un posto negli ottavi il russo Karen Khachanov, numero 11 del ranking mondiale.

 

CLICCA QUI PER IL TABELLONE MASCHILE