-
Eventi Internazionali

Berrettini che grinta, Cecchinato che rabbia!

Bella rimonta di Matteo che ha superato in quattro set lo spagnolo Andujar. Troppo "King Roger" per Sonego mentre Fabbiano ha ceduto in tre set a Cilic. Fuori a sorpresa Cecchinato, che si è fatto rimontare due set dal francese Mahut.

di Tiziana Tricarico | 05 giugno 2019

Un successo e tre sconfitte, questo il bilancio azzurro dopo la prima giornata del Roland Garros, secondo Slam stagionale scattato sulla terra rossa di Parigi. 

BENE MATTEO BERRETINI - Il 23enne romano, numero 32 Atp e 29esima testa di serie, alla seconda partecipazione nel main draw del Roland Garros (lo scorso anno era stato fermato al terzo turno da Thiem), ha battuto in rimonta per 67(3) 64 64 62, dopo quasi tre ore e mezza di lotta, lo spagnolo Pablo Andujar, numero 93 del ranking, all’undicesima presenza parigina (terzo turno nel 2015). Matteo ha chiuso con un ace, il quinto della partita. Dopo un brutto primo set in cui Matteo ha commesso troppi errori gratuiti nel tentativo di comandare gli scambi, pian piano è salito di livello soprattutto al servizio mettendo alle corde l'avversario costretto sempre a inseguire. Lottati il secondo e terzo parziale, Berrettini ha poi preso subito il largo nel quarto con Andujar in evidente difficoltà. Due break e match archiviato. Prossimo ostacolo per Berrettini il Next Gen norvegese Casper Ruud, 18enne di Oslo figlio d’arte, numero 63 del ranking mondiale, per la prima volta approdato al secondo turno al Roland Garros: tra i due non ci sono precedenti.

TONFO DI MATTEO CECCHINATO - Fuori a sorpresa il siciliano, numero 19 del ranking mondiale e 16esima testa di serie, alla terza presenza nel tabellone principale parigino dove dodici mesi fa aveva raggiunto una storica semifinale (attesa quarant’anni dal tennis italiano). Nel nuovo stadio “Simonne Mathieu” ha ceduto per 26 67(6) 64 62 64, in tre ore e 18 minuti, al francese Nicolas Mahut, numero 253 Atp, in tabellone con una wild card (al suo 17esimo e ultimo Roland Garros: miglior risultato il terzo turno nel 2012 e 2015). Per il 37enne di Angers si è trattato del terzo successo in altrettante sfide contro Cecchinato, il primo sulla terra. Il tennista palermitano ha sprecato numerose occasioni: è stato avanti di due set e nel quinto ha fallito tre palle break che lo avrebbero portato sul 4-3 con il servizio a disposizione.

SONEGO A LEZIONE DA FEDERER - Eliminato al primo turno anche Lorenzo Sonego: sul palcoscenico del “Philippe Chatrier” il 24enne torinese, numero 73 del ranking mondiale, per la prima volta nel main draw a Parigi (quarta presenza in un Major), è stato sconfitto per 62 64 64, in un’ora e 41 minuti di gioco, da Roger Federer, tornato a giocare lo Slam francese dopo quattro anni di assenza. Per il 37enne fuoriclasse di Basilea è la 17esima partecipazione: ha vinto nel 2009 ed è stato finalista nel 2006, 2007, 2008 e 2011, sempre stoppato da Nadal.  E' andata come logica voleva, ma Sonego dallo 0-4 nel secondo set si è sbloccato strappando il servizio a Federer (si è portato sino al 3-4) e non ha affatto sfigurato contro quello che molti considerano il tennista più forte di sempre.

TROPPO FORTE CILIC - Esordio amaro pure per Thomas Fabbiano. Nel match che ha aperto il programma sul “Suzanne Lenglen” il pugliese, numero 98 Atp, alla terza presenza nel main draw (secondo turno lo scorso anno il miglior risultato), ha ceduto per 63 75 61, in due ore e dieci minuti di gioco, al croato Marin Cilic, numero 13 del ranking mondiale e undicesima testa di serie, che in dodici partecipazioni al Major francese ha raggiunto due volte i quarti (2017 e 2018). Nel secondo parziale il 29enne di San Giorgio Jonico ha servito per il set ma il 30enne di Medjugorje gli ha strappato il servizio a 15. Anche nel terzo set il pugliese è partito bene centrando il break, ma da quel momento Cilic, che ha totalizzato 13 ace, ha infilato sei game consecutivi chiudendo agevolmente la sfida.

LUNEDI' TOCCA  A CARUSO - In tabellone al Roland Garros ci sono altri 5 azzurri. Lunedì in campo solo Salvatore Caruso: il siciliano, numero 148 Atp, alla seconda qualificazione Slam (dopo quella agli Australian Open 2018), dovrà vedersela con lo spagnolo Jaume Munar, numero 52 del ranking, alla seconda partecipazione al torneo parigino (secondo turno nel 2018): non ci sono precedenti fra il 26enne di Avola e il 22enne maiorchino.

MARTEDI' DERBY AZZURRO - Gli altri esordiranno tutti martedì. Derby tricolore fra Fabio Fognini, numero 11 del ranking mondiale e nona testa di serie, e Andreas Seppi, numero 66 Atp, che in tredici partecipazioni allo Slam francese ha come miglior risultato gli ottavi nel 2012. E’ in parità (5 a 5) il bilancio dei precedenti anche se il 32enne di Arma di Taggia ha vinto le ultime quattro sfide con il 35enne di Caldaro, la più recente due anni fa al secondo turno proprio a Parigi, dove Fabio vanta i quarti nel 2011 (quando per via di un infortunio non poté nemmeno scendere in campo contro Djokovic). Fognini è nello spicchio di tabellone del tedesco Alexander Zverev, numero 5 del ranking e del seeding, possibile avversario negli ottavi.

Stefano Travaglia, 27enne di Ascoli Piceno, numero 120 Atp, che ha ottenuto la sesta qualificazione al main draw di uno Slam (la prima al Roland Garros), esordirà invece contro il francese Adrian Mannarino, numero 49 del ranking, che in dieci presenze nel tabellone principale non è mai andato oltre il secondo turno (2014 e 2016): anche in questo caso si tratta di una sfida inedita.

Avversario francese anche per Simone Bolelli, numero 191 Atp, promosso dalle qualificazioni e che disputa il tabellone principale del Roland Garros per la 13esima volta consecutiva (la 33esima in un Major). Il 33enne di Budrio, che a Parigi ha raggiunto due volte il terzo turno (2008 e 2015), troverà dall’altra parte della Lucas Pouille, numero 25 del ranking e 22esimo favorito del torneo: il bilancio dei precedenti vede il bolognese avanti per 3 a 1 ma il 25enne di Grande-Synthe ha vinto proprio l’ultimo.
-------------------------

RISULTATI
"Roland Garros"
Grand Slam
Parigi, Francia
26 maggio - 9 giugno, 2019
€42.600.000 - terra rossa

SINGOLARE
Primo turno
(q) Salvatore Caruso (ITA) c. Jaume Munar (ESP) - lunedì, Campo 4, 3° match a partire dalle ore 11
(9) Fabio Fognini (ITA) c. Andreas Seppi (ITA)
(q) Stefano Travaglia (ITA) c. Adrian Mannarino (FRA)
(q) Simone Bolelli (ITA) c. (22) Lucas Pouille (FRA)
(11) Marin Cilic (CRO) b. Thomas Fabbiano (ITA) 63 75 61
(wc) Nicolas Mahut (FRA) b. (16) Marco Cecchinato (ITA) 26 67(6) 64 62 64
(29) Matteo Berrettini (ITA) b. Pablo Andujar (ESP) 67(3) 64 64 62
(3) Roger Federer (SUI) b. Lorenzo Sonego (ITA) 62 64 64

Secondo turno
(29) Matteo Berrettini (ITA) c. Casper Ruud (NOR)

DOPPIO MASCHILE
Primo turno
Marco Cecchinato/Andreas Seppi (ITA) c. (13) Nicolas Mahut/Jurgen Melzer (FRA/AUT)
Matteo Berrettini/Lorenzo Sonego (ITA) c. (2) Jamie Murray/Bruno Soares (GBR/BRA)

QUALIFICAZIONI MASCHILI
Primo turno
Mathias Bourgue (FRA) b. Matteo Viola (ITA) 46 61 63
(31) Salvatore Caruso (ITA) b. Norbert Gombos (SVK) 57 64 64
Enzo Couacaud (FRA) b. (3) Paolo Lorenzi (ITA) 46 64 60
Facundo Arguello (ARG) b. Filippo Baldi (ITA) 36 63 62
(32) Mikael Ymer (SWE) b. Roberto Marcora (ITA) 64 26 61
Simone Bolelli (ITA) b. (5) Kamil Majchrzak (POL) 75 76(5)
Uladzimir Ignatik (BLR) b. Matteo Donati (ITA) 63 46 4-1 rit.
Andrea Arnaboldi (ITA) c. Geoffrey Blancaneux (FRA)
Gianluigi Quinzi (ITA) b. Mark Polmans (AUS) 61 16 63
Pedja Krstin (SRB) b. Lorenzo Giustino (ITA) 64 62
Stefano Napolitano (ITA) b. Federico Gaio (ITA) 76(3) 64
(13) Stefano Travaglia (ITA) b. Jurij Rodionov (AUT) 16 63 76(4)
Alexandre Muller (FRA) b. Alessandro Giannessi (ITA) 57 76(7) 61
(24) Gianluca Mager (ITA) b. Enrique Lopez Perez (ESP) 76(7) 60

Secondo turno
(31) Salvatore Caruso (ITA) b. Ze Zhang (CHN) 62 62
Simone Bolelli (ITA) b. Dominik Koepfer (GER) 61 36 63
Manuel Guinarde (FRA) b. Gianluigi Quinzi (ITA) 63 76(4)
(23) Oscar Otte (GER) b. Stefano Napolitano (ITA) 64 61
(13) Stefano Travaglia (ITA) b. Nino Serdarusic (CRO) 64 64
Santiago Giraldo (COL) b. (24) Gianluca Mager (ITA) 46 76(4) 3-0 rit.

Turno di qualificazione
(31) Salvatore Caruso (ITA) b. Dustin Brown (GER) 46 64 63
Simone Bolelli (ITA) b. Go Soeda (JPN) 61 76(5)
(13) Stefano Travaglia (ITA) b. Steve Darcis (BEL) 76(3) 63
DOPPIO MASCHILE
Primo turno
Marco Cecchinato/Andreas Seppi (ITA) c. (13) Nicolas Mahut/Jurgen Melzer (FRA/AUT)
Matteo Berrettini/Lorenzo Sonego (ITA) c. (2) Jamie Murray/Bruno Soares (GBR/BRA)

CLICCA QUI PER IL TABELLONE MASCHILE
ea83536d-3757-4649-807e-f65c878c12a5
Play
8bcd1df6-be41-41a2-ba87-3845c451ef18
Play