-
Eventi Internazionali

L'Italia scende in campo

Day 1: tocca a Berrettini, Sinner e Seppi. Grande attesa per le tre generazioni di italiani al via: Matteo Berrettini sfida Pouille, per Jannik Sinner ostacolo Johnson. Andreas Seppi affronterà Bautista-Agut.

di Tiziana Tricarico | 12 maggio 2019

Matteo, Jannik, Andreas (in ordine di discesa in campo). Subito tre azzurri a catalizzare l’attenzione degli appassionati nella prima giornata del main draw agli Internazionali BNL d’Italia al Foro Italico (inizio ore 11.00).

Il tour sui courts dei tifosi del tricolore comincia all’ora di pranzo dal Grand Stand (secondo match del programma) con Matteo Berrettini, numero 31 del ranking mondiale - lo scorso anno a Roma ha battuto Tiafoe prima di perdere da “Sascha” Zverev -, reduce dal successo a Budapest e dalla finale a Monaco di Baviera, che affronta per la prima volta in carriera il francese Lucas Pouille, numero 28 Atp, capace nel 2016 di arrivare fino in semifinale dopo essere stato ripescato come lucky loser (il vincente di questo incontro troverà Zverev).

Quindi tutti su Centrale (terzo match del programma) per dare un’occhiata a Jannik Sinner, 17enne altoatesino numero 262 del ranking, rivelazione di questo avvio di stagione in cui ha vinto un challenger (Bergamo) e raggiunto un’altra finale (Ostrava) oltre ad aver centrato due futures (Trento e Pula).

Il talento seguito da Riccardo Piatti, che ha ottenuto una wild card attraverso le pre-qualificazioni, deve vedersela con lo statunitense Steve Johnson, numero 59 Atp (il vincente di questo match sarà l’avversario d’esordio di Stefanos Tsitsipas). Jannik non ha nulla da perdere contro un avversario che a Roma in carriera una sola volta ha superato un turno (lo scorso anno sconfisse Wawrinka prima di fermarsi contro Carreno Busta).

Sempre sul Centrale, in chiusura di programma, tutti a sostenere un altro altoatesino, Andreas Seppi, che al Foro vanta i quarti nel 2012 quando mise in fila Istomin, Isner e Wawrinka prima di arrendersi a Federer. Il 35enne di Caldaro, numero 67 del ranking, debutta contro Roberto Bautista Agut, numero 21 Atp, avversario ostico che a Roma ha raggiunto gli ottavi due anni fa e che soprattutto si è aggiudicato le due sfide precedenti, al primo turno del “1000” di Miami del 2012 ed al primo turno degli Us Open del 2018, sempre sul cemento.

A completare il “menù” di gusto italiano altri due match: la sfida tra il georgiano Nikoloz Basilashvili, 14esima testa di serie, e l’ungherese Marton Fucsovics, e quella tra il tedesco Philipp Kohlschreiber ed il francese Gilles Simon.

ORDINE DI GIOCO
SINGOLARE MASCHILE
DOPPIO MASCHILE
QUALIFICAZIONI MASCHILI