-
Eventi Internazionali

Federer, due match point
non bastano: vince Thiem

King Roger cede nei quarti a Madrid a Thiem che salva due match point nel tie-break del secondo set e vince al terzo. L'austriaco sfida Djokovic, che ha raggiunto la sua 62esima semifinale in un "1000" per il forfait di Cilic causa 'intossicazione alimentare.  Nadal domina Wawrinka e trova Tsitsipas che elimina Zverev

10 maggio 2019

Novak Djokovic e Dominic Thiem sono i primi semifinalisti del "Mutua Madrid Open", quarto Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 6.536.160 euro, che sui campi in terra battuta della "Caja Magica" incoronerà un nuovo campione vista l’uscita di scena di Alexander Zverev nei quarti. Il serbo, numero uno del mondo e del tabellone, è approdato al penultimo atto senza nemmeno scendere in campo: un'intossicazione alimentare ha messo infatti fuori gioco il croato Marin Cilic, numero 11 Atp e nona testa di serie. E' stato proprio il 30enne di Medjugorje ad annunciare pubblicamente la sua indisponibilità a scendere in campo contro il favorito numero 1: <i>"Ho passato una notte terribile a causa di cibo avariato, mi spiace davvero ma devo ritirarmi"</i>, scrive rivolto ai tifosi, agli organizzatori e al suo avversario.

THIEM ANNULLA DUE MATCH POINT A FEDERER - Il 31enne di Belgrado, campione a Madrid nel 2011 e nel 2016, nella sua 62esima semifinale in un Masters 1000 non troverà dall’altra parte della rete però Roger Federer, numero 3 della classifica mondiale e quarta testa di serie, bensì Dominic Thiem, numero 5 Atp e del tabellone: l’austriaco, reduce dal successo a Barcellona, si è imposto in rimonta con il punteggio di 36 76(11) 64, annullando anche due match point nel tie-break della seconda frazione. Un autentico contrappasso per il 37enne fuoriclasse di Basilea, tornato a calcare il “rosso” dopo tre anni di assenza (ultima apparizione proprio agli Internazionali BNL d’Italia del 2016, quando sofferente alla schiena cedette a Dominic Thiem) e che giovedì aveva a sua volta salvato due palle match contro il francese Gael Monfils (sul 6-5 del terzo set, prima di dominare il “gioco decisivo”). Sotto il sole della capitale spagnola, spinto da un servizio incisivo e in grado di supportare la sua propensione offensiva, Federer ha inizialmente messo sotto pressione il rivale, indotto a commettere numerosi errori. Ma a partire dal secondo set l'austriaco ha progressivamente ritrovato pesantezza di palla prendendo poco a poco il controllo della situazione. “King Roger” è comunque arrivato per due volte a un punto dalla semifinale, annullati però con personalità da Thiem, che poi ha saputo convertire il sesto set point. E nel terzo ha costretto l’elvetico a scambi sempre più lunghi, salendo sul 3-1. Ma un ultimo sussulto del campione rossocrociato gli ha permesso di riagganciare il 4-4, però il colpo di acceleratore decisivo è stato ancora del 25enne di Wiener Neustadt. Sarà l’ottavo testa a testa fra Djokovic eThiem, con il serbo avanti 5 a 2 ma Dominic ha vinto le ultime due sfide, entrambe sulla terra.

 

TSITSIPAS STOPPA SASCHA ZVEREV – Si è risolto al terzo set anche il quarto di finale “più giovane”, nel quale il Next Gen greco Stefanos Tsitsipas, numero 9 della classifica mondiale e ottavo favorito del seeding, reduce dalla conquista del suo primo titolo sul “rosso”, all’Estoril, ha eliminato il tedesco Alexander Zverev, numero 4 della classifica mondiale e terzo favorito del tabellone, nonché campione in carica: 75 36 62 lo score in favore del 20enne greco, che ha battuto per la seconda volta in tre testa a testa il 22enne di Amburgo.

 

RAFA TRAVOLGE WAWRINKA – A senso unico, invece, il match serale che chiudeva il programma di giornata, nel quale Rafa Nadal, numero 2 del ranking mondiale e del tabellone, si è sbarazzato per 61 62 in poco più di un’ora dello svizzero Stan Wawrinka, numero 34 del ranking, che aveva sgambettato negli ottavi il giapponese Kei Nishikori, numero 7 Atp e 6 del seeding, cogliendo la 18esima affermazione in 21 incroci con il 33enne di Losanna. Stan the Man non aveva ancora ceduto il servizio, ma contro il mancino di Manacor ha subito quattro break, non riuscendo a creare problemi al re del rosso, che dopo gli stop in semifinale a Montecarlo e Barcellona va a caccia al primo titolo 2019, in un torneo che ha già conquistato cinque volte (2005, 2010, 2013-2014 e 2017) e dove ora vanta un ruolino di marcia di 50 match vinti e 8 persi. Nadal si è aggiudicato le tre precedenti sfide con l’ellenico: due lo scorso anno, in finale a Barcellona e nel “1000” canadese, e poi in semifinale a Melbourne in questa stagione.

RISULTATI QUARTI: (1) Novak Djokovic (SRB) b. (9) Marin Cilic (CRO) per ritiro, (5) Dominic Thiem (AUT) b. (4) Roger Federer (SUI) 36 76(11( 64, (8) Stefanos Tsitsipas (GRE) b. (3) A. Zverev (GER) 75 36 62, (2) Rafa Nadal (ESP) b. Stan Wawrinka (SUI) 61 62.