-
Eventi Internazionali

Fognini a Madrid: olé!

Al rientro Fabio supera in due set il britannico Edmund dimostrando di aver superato il problema alla coscia. Saluta subito il “Mutua Madrid Open” invece Cecchinato, che cede all'argentino Schwartzman.

07 maggio 2019

Debutto positivo per Fabio Fognini al “Mutua Madrid Open”, quarto Masters 1000 stagionale, dotato di un montepremi di 6.536.160 euro, in corso sui campi in terra battuta della "Caja Magica" della capitale spagnola. Il ligure, numero 12 del ranking mondiale e decima testa di serie, al rientro nel circuito dopo il trionfo a Montecarlo (ed i successivi forfait a Barcellona e all’Estoril per l’infortunio alla coscia destra rimediato durante la finale del Principato), ha sconfitto per 64 63, in un’ora e mezza di gioco, il britannico Kyle Edmund, numero 22 Atp. La cronaca. Il 31enne di Arma di Taggia si è aggiudicato l’unico precedente, disputato lo scorso anno al terzo turno del Roland Garros (l’azzurro la spuntò solo al quinto set). Fabio è partito bene brekkando il suo avversario in avvio ma ha restituito immediatamente il favore. Il ligure, apparso abbastanza nervoso, si è salvato da 0-40 nel sesto gioco, imitato dal suo avversario in quello successivo. Nel nono game Edmund è andato nuovamente sotto 0-40 nel suo turno di servizio e stavolta Fognini non si è lasciato sfuggire l’occasione e poco dopo ha archiviato il primo set per 6-4. Nei primi game della seconda frazione sempre problemi per il giocatore al servizio: nel quinto gioco, però, Fognini è riuscito a strappare la battuta al britannico. Nel game successivo dopo aver salvato due palle-break e salito 4-2. Nel settimo gioco l’azzurro ha avuto due chance consecutive di doppio break per chiudere virtualmente il match ma non le ha sfruttate (4-3). Nel nono game una risposta formidabile ha portato Fabio al doppio match-point e sul secondo l’errore di Edmund ha chiuso il discorso.
Al secondo turno Fognini troverà l’australiano John Millman, numero 48 Atp: il 29enne di Brisbane si è aggiudicato l’unico precedente, disputato al secondo turno degli Us Open dello scorso anno.

Subito fuori, invece, Marco Cecchinato: il siciliano, numero 19 del ranking mondiale e 16esima testa di serie, reduce dalle semifinali a Monaco, ha ceduto per 60 46 61, in un’ora e un quarto di gioco, all’argentino Diego Schwartzman, numero 25 Atp. Partita strana giocata bene dall’azzurro solo per un set: il problema è che il sudamericano di set ottimi ne ha giocati due. La cronaca. In parità il bilancio dei precedenti, con affermazione del 26enne di Buenos Aires negli ottavi del challenger di Stettino nel 2013 e successo del 26enne palermitano nella finale di Buenos Aires lo scorso febbraio. Nel primo set Cecchinato non pervenuto. Marco ha sbagliato l’impossibile: da segnalare solo un drop-shot vincente ed un diritto imprendibile. Nella seconda frazione il siciliano è salito di parecchio, non ha concesso nemmeno una palla-break ed ha approfittato dell’unica palla-break concessa dall’argentino nel decimo gioco (la prima dell’incontro!) per pareggiare il conto dei set. Nemmeno il tempo di tirare il fiato che sull’uno pari della terza frazione si è spenta di nuovo la luce con il 26enne palermitano che ha perso cinque giochi di fila. E l’incontro.

Lunedì esordio amaro anche per Andreas Seppi: in una serata storta il 35enne di Caldaro, numero 67 del ranking mondiale, ha ceduto per 63 61, in appena 55 minuti, al francese Gael Monfils, numero 18 Atp e 15esima testa di serie.

Il torneo di Madrid vede come primo favorito il serbo Novak Djokovic, numero 1 del mondo e campione in carica, seguito nel seeding dallo spagnolo Rafa Nadal, numero 2 della classifica Atp, dal tedesco Alexander Zverev, numero 4 del ranking mondiale e campione in carica, e dallo svizzero Roger Federer, numero 3 Atp, che torna a giocare un torneo sul “rosso” dopo tre anni di astinenza (l’ultimo match fu proprio agli Internazionali d’Italia 2016 a Roma, con sconfitta contro Thiem di un ‘King Roger’ sofferente alla schiena). Da segnalare anche il rientro nel circuito dall’argentino Juan Martin Del Potro, numero 8 del ranking, che dopo la frattura della rotula del ginocchio destro ad ottobre a Shanghai in questa stagione ha giocato appena 3 match a Delray Beach in febbraio.
------------------------------------------------

RISULTATI
“Mutua Madrid Open”
ATP World Tour Masters 1000
Madrid, Spagna
6 - 13 maggio, 2017
€6.536.160 - terra battuta

SINGOLARE
Primo turno
Diego Schwartzman (ARG) b. (16) Marco Cecchinato (ITA) 60 46 61
(15) Gael Monfils (FRA) b. Andreas Seppi (ITA) 63 61
(10) Fabio Fognini (ITA) b. Kyle Edmund (GBR) 64 63

Secondo turno
(10) Fabio Fognini (ITA) c. John Millman (AUS)

DOPPIO
Primo turno
Juan Martin Del Potro/Kei Nishikori (ARG/JPN) b. Fabio Fognini/Robert Lindstedt (ITA/SWE) 57 64 10-4
Wesley Koolhof/Stefanos Tsitsipas (NED/GRE) b. Marco Cecchinato/Marton Fucsovics (ITA/HUN) 63 63