-
Eventi Internazionali

Madrid: Osaka che fatica, Halep come un treno

La numero uno del mondo costretta al terzo set dalla qualificata spagnola Sorribes Tormo. La due volte campionessa del “Mutua Madrid Open”, indietro di un break con la Konta, infila un parziale di 11 giochi a 2.

07 maggio 2019

Hanno colpito in positivo e in negativo Simona Halep e Naomi Osaka. Ma entrambe hanno centrato la qualificazione agli ottavi di finale del “Mutua Madrid Open”, torneo Wta Premier Mandatory dotato di un montepremi di 7.021.128 euro che si disputa sulla terra rossa della Caja Magica di Madrid, in Spagna (combined con un Masters 1000 Atp). La rumena, numero tre del ranking e del seeding, due volte campionessa del torneo (2016-2017), si è imposta per 75 61 sulla britannica Johanna Konta, numero 41 del ranking mondiale. La 27enne nata a Sydney, che era avanti per 3-1 nel bilancio dei precedenti, è anche partita bene nella prima sfida sulla terra contro la coetanea di Costanta, ma dopo aver sprecato un vantaggio di 4-2 del primo set, dal cinque pari ha subito un parziale di sei giochi consecutivi da parte della Halep che ha “ucciso” il match. Con la Konta che è solo riuscita ad evitare il “bagel”. 

Molto più sofferta e faticosa la qualificazione della numero uno del mondo, che per la prima volta giocava un secondo turno a Madrid. Dopo il debutto “semi-convincente” contro la slovacca Dominika Cibulkova, numero 33 Wta, la 21enne giapponese di Osaka - che pare aver superato il problema agli addominali che una decina di giorni fa le aveva impedito di scendere in campo per le semifinali a Stoccarda - ha lottato per oltre due ore e mezza prima di riuscire ad imporsi per 76(5) 36 60 sulla spagnola Sara Sorribes Tormo, numero 73 Wta e in tabellone grazie ad una wild card, che davanti al suo pubblico ha reso decisamente dura la vita alla Osaka, a differenza di quanto accaduto al primo turno di Wimbledon due anni fa.

La sorpresa di giornata è stata invece l’uscita di scena della quinta favorita del tabellone, la ceca Karolina Pliskova, numero 5 Wta, che si è fatta sorprendere dall’ucraina Kateryna Kozlova, numero 85 del ranking mondiale, proveniente dalle qualificazioni, mai affrontata in carriera: 75 26 64 lo score, dopo quasi due ore di lotta, per la 25enne di Nikolayev.

E’ invece saltata una delle sfide più interessanti, quella tra la tedesca Angelique Kerber, numero 4 del ranking e del seeding, che a Madrid vanta solo un “quarto” raggiunto nel 2013, e la croata Petra Martic, numero 36 Wta, che un paio di settimane fa ad Istanbul ha conquistato il suo primo trofeo nel circuito maggiore e che all’esordio a Madrid ha eliminato in due set tirati la beniamina di casa, la spagnola Garbine Muguruza, numero 20 del ranking mondiale. La 31enne mancina di Brema è stata infatti costretta a dare forfait per un problema alla caviglia destra ma in conferenza stampa ha detto che punta a rientrare già a Roma.

RISULTATI MARTEDI’ - secondo turno: (3) Halep (ROU) b. Konta (GBR) 75 61, Sasnovich (BLR) b. (q) Schmiedlova (SVK) 62 62, (1) Osaka (JPN) b. (q) Sorribes Tormo (ESP) 76(5) 36 60, (q) Kozlova (UKR) b. (5) Ka.Pliskova (CZE) 75 26 64, Martic (CRO) b. (4) Kerber (GER) rit, Zheng (CHN) b. Cornet (FRA) 62 36 64, Garcia (FRA) b. (wc)Cirstea (ROU) 64 36 61.