-
Campioni nazionali

I numeri del Next Gen Sinner. E quelli dei Fab Three alla stessa età...

Da lunedì sarà numero 101 del ranking. Il muro potrebbe essere abbattuto già a Vienna, dove è in tabellone grazie a wild card. Solo Nadal più precoce deel 18enne altoatesino

di Angelo Mancuso | 21 ottobre 2019

A inizio 2019 Jannik Sinner era numero 553, da lunedì grazie alla semifinale di Anversa, la prima in carriera, salirà al numero 101 del ranking mondiale a un passo dai top 100. Una posizione dietro un altro tennista italiano, Salvatore Caruso. L'appuntamento è solo rimandato e la top 100 (diventerebbe il più giovane tennistya italiano nei top 100 dell'era open) e potrebbe arrivare già la prossima settimana a Vienna dove l'altoatesino sarà in tabellone grazie a una wild card. E non si fermerà certo lì: ha la capacità di innalzare l'asticella giorno dopo giorno e di restare lucido nelle diffcoltà, qualità questa dei campioni. Il futuro sembra scritto: basterà scorrere le prossime pagine. C'è chi in questi giorni ha azzardato un paragone con i Fab Three, i tre fenomeni che da 15 anni e passa stanno riscrivendo la storia del tennis. Senza volare troppo con la fantasia e evitando di mettergli troppa fretta, anche se a dirla tutta è lo stesso Jannik che va di corsa (ma per fortuna sembra non conoscere la parola pressione nonostante la giovane età...), può essere interessante un raffronto con i numeri di Nadal, Federer e Djokovic alla sua età. I numero non dicono tutto, ma possono spiegare molto.

UN PREDESTINATO

Il più precoce è stato il mancino spagnolo, capace di varcare la soglia dei top 100 già ad appena 16 anni e 9 mesi: era il 21 aprile 2003. Solo quattro mesi dopo Rafa riuscì ad abbattere il muro dei top 50 (numero 49 il 4 agosto 2003). Numeri forse irripetibili, ma se si prendono in considerazione i titoli vinti il maiorchino non è così distante da Sinner: quando nel 2004 vinse a Sopot il suo primo titolo Atp, aveva 18 anni, 2 mesi e 15 giorni. Vincendo a Vienna, Jannik (18 anni, 2 mesi e 4 giorni) lo supererebbe seppur di poco. Solo un sogno? Meno precoce rispetto a Nadal è stata l'ascesa di Federer e Djokovic. Quando fecero il loro ingresso tra i primi 100 avevano entrambi 18 anni e un mese: il 20 settembre 1999 King Roger salì al numero 95, mentre il 4 luglio 2005 Nole era numero 94. Il serbo conquistò il primo titolo Atp ad Amersfoort nel 2006: aveva 19 anni e 2 mesi, uno esatto in più dell'attuale età di Sinner. Ha invece dovuto attendere qualcosina in più lo svizzero: il primo trofeo Atp lo fece suo a Milano nel 2001, quando aveva 19 anni e 6 mesi.

Intanto Sinner ce lo godremo alle Next Gen Atp Finals di Milano dal 5 al 9 novembre all'Allianz Cloud. Ci sarà anche lui tra i migliori 8 giovani della stagione e reciterà da protagonista. Come compete a un predestinato.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi