-
Campioni nazionali

Berrettini: "Guardo sempre avanti"

L'azzurro cede il primo set ma supera Bedene. "Sono concentrato solo sui Championships" dice. Ora sfiderà Baghdatis che lascerà il tennis dopo Wimbledon. "Spero sarà la sua ultima partita" scherza

di Roberto Cozzi Lepri, da Londra | 02 luglio 2019

Un inizio contratto, una vittoria di livello. Matteo Berrettini cede il primo set ma ribalta il match contro Aljaz Bedene, che sull'erba sa esprimersi particolarmente bene. La concentrazione, la tenuta, la motivazione hanno fatto la differenza, insieme a una prima sempre più determinante nel gioco dell'azzurro che potrebbe essere, al secondo turno, l'ultimo avversario in carriera di Marcos Baghdatis.

Un match iniziato in salita, non ti sentivi a tuo agio su questa erba diversa da quella dei campi di allenamento. Sei andato sotto di un set e di un break poi l’hai ripresa molto bene chiudendo con grande autorità.
Non me l’aspettavo ma sapevo che le difficoltà sarebbero arrivate. Lui è un giocatore completo io non sono partito neanche così male ma forse non ero abbastanza pronto. Bedene stava giocando meglio all’inizio e si meritava di stare avanti ma l’importante è che sono riuscito a reagire, a trovare la giusta pazienza e l’energia per far girare dalla mia parte un match che si era complicato.

Sei arrivato a Wimbledon sulle ali dell’entusiasmo con  tanti match vinti sull’erba. Quanto sei cambiato in questo anno come giocatore?
Quando si è nel tour, si ha poco tempo di fermarsi a pensare. Mi ricordo che l’anno scorso ho realizzato di aver vinto il mio primo titolo nel circuito maggiore (ATP 250 di Gstaad) solamente a fine stagione. 

Sicuramente sono consapevole di essere competitivo su questa superficie dove sto facendo tanti buoni risultati ma per come sono fatto tendo sempre a guardare avanti quindi in questo momento sto solamente pensando di fare bene qui, ai Championships.

Avrai adesso al secondo turno un match particolare perché affronterai Marcos Baghdatis che qui disputerà il suo suo ultimo torneo e che ha conquistato vittorie e risultati importanti in carriera anche da queste parti. Cosa ne pensi del tennista cipriota?
E’ sempre stato un piacere guardarlo giocare. E’ completo, sa fare tutto, ha una  buonissima mano , ottimo servizio, mi darà sicuramente del filo da torcere. Io però mi sento pronto ad affrontarlo e speriamo che contro di me sia la sua ultima partita (ride).