-
Campioni internazionali

Niente Australia per Andy Murray

Lo scozzese ha annunciato il forfait sia per l'Atp Cup, la cui prima edizione scatta venerdì prossimo gennaio, che per gli Australian Open, al via il 20 gennaio. "Sono davvero desolato di non poter giocare in Australia il prossimo gennaio"

29 dicembre 2019

Ancora problemi per Andy Murray. Lo scozzese ha reso noto oggi che nel 2020 salterà la trasferta australiana: non parteciperà quindi né all'ATP Cup né agli Australian Open. "Ho lavorato talmente duro per mettermi in condizione di poter competere al top che sono davvero desolato di non poter giocare in Australia il prossimo gennaio", ha detto il 32enne di Dunblane, lo scorso gennaio si era sottoposto ad un intervento all'anca. 

"Dopo gli Aus Open di quest'anno, quando non ero nemmeno sicuro se sarei stato in grado di giocare ancora, ero davvero entusiasta di tornare in Australia e dare il massimo, e rende tutto ciò ancora più deludente per me".

"Sfortunatamente ho accusato una battuta d'arresto di recente, ed in via precauzionale è meglio che continui ad allenarmi prima di tornare in campo".

 

 

"So quanto Andy fosse felice di tornarre a competere in Australia a gennaio, e quanto sia dispiaciuto di non poterlo fare", ha dichiarato Craig Tiley, CEO di Tennis Australia. "Il suo ultimo match agli Aus Open sono stati cinque set da montagne russe (contro lo spagnolo Bautista Agut, ndr) che nessuno che abbia assistito all'incontro potrà mai dimenticare".

"La sua determinazione e la sua forza sono noti a tutti, così come il suo spirito da combattente che gli ha consentito di passare da un infortunio che potenzialmente avrebbe potuto mettere fine alla sua carriera ai risultati che ha ottenuto quest'anno (su tutti il ritorno al successo ad Anversa, ndr). Ad ogni modo non possiamo che augurargli di ristabilirsi al più presto e non vediamo l'ora di rivederlo in campo".

 

 

 

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi