-
Campioni internazionali

Natale? Tutti in famiglia, per ricaricarsi

I tennisti con le famiglie al seguito alle prese con i preparativi per le Feste. Vale per Federer, Mirka e i quattro figli. Ma anche per Fognini e Pennetta o per la piccola di casa Williams. Ecco il Natale dei giocatori

di | 22 dicembre 2019

“Il Natale quando arriva, arriva”, diceva uno spot pubblicitario di alcuni anni fa. Certo, c’è da fare i conti con una pre-season che entra nel vivo e con diverse esibizioni in giro per il mondo, ma anche i grandi campioni, in particolar modo quelli con i figli, non rinunciano allo spirito del periodo più emozionante dell'anno. La famiglia, si sa, viene prima di tutto e allora proviamo a immaginarci le migliori star del circuito ATP e WTA alle prese con preparativi frenetici e alberi tutti da abbellire. In attesa dell’arrivo di Babbo Natale…

Casa Federer

Leo, Lenny, Charlene e Myla: sono ben quattro le letterine partite da casa Federer in direzione Polo Nord. Roger, che da diversi anni non trascorre il Natale nella sua Svizzera, potrebbe ripensarci dopo aver annunciato il forfait alla prima edizione della ATP Cup. “Dopo aver discusso con la mia famiglia e con il mio team – le parole dell’attuale numero tre del ranking – abbiamo valutato che due settimane in più a casa mi torneranno utili sia sul piano personale, sia per il mio tennis”.

Per una volta, forse, si prospetta un Natale nel magico scenario di Lenzerheide, dove l’elvetico possiede un fantastico chalet. Alla domanda se gli piacerebbe trascorre le feste nel suo Paese Federer ha risposto: “Sì, certo. In verità ogni anno proviamo a progettarlo. Il Natale a casa, in Svizzera, è accogliente e speciale. La montagna mi ricorda l’infanzia, quando ero piccolo e cercavo di rubare i cioccolatini con cui mia madre decorava la tavola. Gli occhi dei bambini quando inizia a nevicare brillano di una luce meravigliosa”.

Casa Fognini-Pennetta

Sarà un Natale tutto da vivere anche per Fabio Fognini e Flavia Pennetta, più che mai pronti alla nascita (imminente) del loro secondo figlio. Per la coppia più bella del tennis italiano sono giorni intensi che mettono a rischio la partecipazione del ligure all’ATP Cup. “Sono rilassato, mi sento bene – ha dichiarato l’azzurro durante l’esibizione in Arabia Saudita – anche se non mi sono goduto del tutto le vacanze perché Flavia è incinta e ho fatto la spola tra Roma e Barcellona. Siamo quasi al termine della gravidanza: questa e la prossima settimana, poi tornerò a casa e ci rimarrò fino alla fine”. Chissà, allora, che non sia proprio la sorellina il regalo più bello.

Casa Murray

Non c’è Natale che si rispetti senza Andy Murray pronto a sfoggiare un look stravagante, magari quest’anno in compagnia dei bimbi. Ormai alle spalle la decisione di ritirarsi presa durante gli Australian Open del 2019, il britannico si sta preparando al meglio per la nuova stagione. La condizione arriverà, per ora Andy e la moglie Kim Sears si godono la nascita di Teddy, primo maschietto dopo le bimbe Edie e Sophia.

Ormai lontani i tempi delle nottate davanti alla Play Station, l’ex numero 1 del mondo è un papà scrupoloso e apprensivo. “Quando è nata la mia prima figlia volevo starle vicino il più possibile. Siamo stati insieme in Australia ma una volta tornati a casa farle recuperare il fuso orario è stato un incubo. Non lo abbiamo più fatto”. Con un’ATP Cup alle porte tutta da vivere, siamo certi che nonna Judy e mamma Kim avranno un ruolo fondamentale nel creare la giusta atmosfera.

Casa Williams

Terzo Natale da mamma, infine, per la pluricampionessa americana Serena Williams. Dopo la nascita della figlia, avvenuta il primo settembre del 2017, la statunitense è tornata tra le prime dieci giocatrici del mondo senza però riuscire ad aggiudicarsi alcun titolo. Sembra ieri che mamma Serena pubblicava su Snapchat teneri momenti in compagnia della bimba davanti a vecchie partite di tennis. Babbo Natale, però, è pronto ad arrivare anche per Alexis Olympia Ohanian Jr.: giusto il tempo di una piccola pausa dagli allenamenti a Boca Raton (Florida), festeggiare e tornare a lavorare sodo in vista del Wta International di Auckland.

Chi certamente non sarà presente agli Australian Open è la bielorussa Victoria Azarenka, che nonostante le note vicende legate all’affidamento del figlio ha sempre visto la maternità come il più bello dei doni: “Potermi prendere cura del mio bambino è meraviglioso. Sto cercando di trovare un equilibrio e spero di essere un buon esempio per tutti, non solo per le persone che mi circondano”. Leo, nel frattempo, si prepara ad una valanga di regali sotto l’albero. Nascere a pochi giorni da Natale ha sempre quel qualcosa in più.

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi