-
Campioni internazionali

Numb3rs: 6 già grande Daniil

Medvedev ha quasi doppiato Roger e Nole in quanto a finali giocate nel 2019 (9 contro le 6 di Federer e Djokovic); in più è il sesto nella storia con 3 finali consecutive in altrettanti Masters 1000. Intanto Berrettini è il 2° azzurro di sempre…

di Giorgio Spalluto | 15 ottobre 2019

CHE NUMERI MEDVEDEV

6 i tennisti che nella storia hanno disputato 3 finali consecutive in altrettanti Masters 1000. Medvedev, protagonista negli ultimi atti di Montreal, Cincinnati e Shanghai va ad aggiungersi a campioni del calibro di Novak Djokovic (per ben 8 volte capace di raggiungere 3 finali 1000 di fila), Rafael Nadal (7), Roger Federer (4), Stefan Edberg e Andre Agassi, capaci in una sola occasione di raggiungere 3 finali consecutive a livello Masters 1000.

 

9 le finali raggiunte nel 2019 da Daniil Medvedev. Il tennista russo è di gran lunga colui che ne ha giocate di più, davanti a Novak Djokovic, Roger Federer, Rafael Nadal, Dominic Thiem e Stefanos Tsitsipas, tutti fermi a quota 5 finali.

FENOMENO COCO

15 anni e 7 mesi l’età di Coco Gauff, la baby prodigio statunitense in grado di aggiudicarsi il titolo Wta a Linz.

 

Cori diventa la 9a più giovane di sempre a vincere il suo primo alloro dopo Tracy Austin (14 anni e 28 giorni), Kathy Rinaldi (14 anni e 6 mesi), Jennifer Capriati (14 anni e 6m), Andrea Jaeger (14 anni, 7 mesi), Mirjana Lucic (15 anni, 1 mese), Nicole Vaidisova (15 anni, 3m), Monica Seles (15 anni, 4 mesi) e Gabriela Sabatini (15 anni, 5 mesi).

GLI ITALIANI NEI MASTERS 1000

2 gli italiani ad aver raggiunto una semifinale in un Masters 1000 sul veloce. Con quella raggiunta a Shanghai, Matteo Berrettini ha eguagliato Fabio Fognini, semifinalista a Miami nel 2017.

 

7 le presenze italiane in una semifinale di un Masters 1000. A quella di Berrettini in quel di Shanghai, si aggiungono le 3 di Fabio Fognini (Monte-Carlo 2013 e 2019, Miami 2017) e quelle di Andrea Gaudenzi (Monte-Carlo 1995), Filippo Volandri (Roma 2007) e Andreas Seppi (Amburgo 2008).

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi