-
Campioni internazionali

Paperone? No, Paperoger

Federer è il quinto sportivo più pagato, il numero uno degli sponsor: 86 milioni di dollari l’anno per "King Roger"!

di Vincenzo Martucci | 13 giugno 2019

“Soldi, soldi, soldi, chi ha tanti soldi vive come un pascià e a piedi caldi se ne sta”, cantava Betty Curtis negli anni Sessanta. Oggi la rivista specializzata Forbes mette in vetrina gli sportivi più ricchi, negli ultimi dodici mesi, cioè dal giugno 2018 al giugno 2019, con il calciatore argentino Lionel Messi al primo posto con 127 milioni di dollari (92 di stipendio e 35 di sponsor), dai rivali, il portoghese Cristiano Ronaldo con 109 (65 più 44). il brasiliano Neymar con 105. Poi c’è il pugile Canelo Alvarez con 94 e al quinto posto il re del tennis Roger Federer con 93.4 milioni di dollari (7,4 di premi e 86 di sponsor), di gran lunga il più pagato del suo sport e quello con una maggior incidenza degli sponsor. Che precede Russell Wilson (89.5), Aaron Rodgers (89.3), LeBron James (89), Steph Curry (79.8) e Kevin Durant (65.4).

Dal 2012, lo svizzero delle meraviglie del tennis è in crescita prodigiosa in maniera direttamente proporzionata alla sua età, che l’8 agosto lo porterà a 38 anni. Negli ultimi sette, i suoi introiti sono infatti cresciuti da 45 milioni (all’epoca era secondo dopo Tiger Woods), a 65 (co-primatista col Fenomeno del golf), sono ricalati a 52 (terzo dopo il solito Woods e il cestista LeBron), e hanno ricominciato la scalata del 2015, da quota 58, riportando il primatista di 20 Slam al primo posto nei guadagni fra gli atleti di punta mondiali, con 60, 58, 65, 86 milioni di dollari l’anno. Per poi restituire lo scettro agli dei del calcio nel 2018 e 2019.

Ricco ma generoso

 Il Magnifico è il più ricco fra i cinque tennisti nella classifica dei “top 100” dei guadagni - 10 sport, 25 nazioni, 4 miliardi di dollari di stipendi/premi e sponsorizzazioni - che vede Djokovic al numero 17, Nishikori al 35, Nadal al 37, e Serena Williams al 63. Il suo +5% rispetto all’anno scorso, che aumenta ulteriormente il margine-record garantito dagli sponsor, è da attribuire alle sempre più strette e importanti collaborazioni con grandissimi marchi come Rolex, Moet&Chandon, Uniqlo (30 milioni l’anno dal 2018 al 2028), Barilla (8.1 dal 2017 al 2022), Swiss telecomunications Sunrise (7 milioni dal 2014 al 2019), Mercedes, Rolex, Wilson, Lindt, Credit Suisse. Del resto, sempre secondo Forbes, è anche lo sportivo più influente, ottavo al mondo nella “top ten” che vede al comando Oprah Winfrey davanti a Lady Gaga e Steven Spielberg. E, nel tennis, l’impatto mediatico di Federer, la sua unicità, l’enorme attenzione che gli viene tributata dal pubblico anche solo per gli allenamenti, l’esempio positivo che trasmette dentro e fuori del campo, giustificano l’enorme massa di denaro che gli viene tributata dagli sponsor. E quindi dal ritorno pubblicitario che ne ricavano. Cifre che in parte il campione svizzero versa, dal 2003, alla fondazione umanitaria che porta il suo nome e che gestisce decine e decine di progetti educativi per i bambini africani (in Botswana, Malawi, Namibia, Sudafrica, Zambia e Zimbabwe) e per i ragazzi svizzeri a rischio di marginalità sociale.

Serena è la prima donna

 Djokovic ha invece aumentato i suoi introiti soprattutto grazie ai montepremi di Wimbledon e Us Open 2018, più Australian Open 2019, che gli hanno fruttato 20,6 milioni. Il giapponese Kei Nishikori precede il campione di 12 Roland Garros, lo spagnolo Rafael Nadal (37,3 contro 35 milioni), grazie alle sponsorizzazioni, particolarmente importanti nel suo paese in prospettiva Olimpiade di Tokyo 2020. 

Anche se la quotazione più eclatante è quella di Serena Williams, l’unica tennista in classifica, che, con 29,2 milioni, è a pari merito con il giocatore di baseball Miguel Cabrera.
La regina di 23 Slam, a una sola tacca dl record assoluto di Margaret Court a 24, vanta 25 milioni, precede i cestisti Kawhi Leonard, Kevin Love, il quarterback NFL Tom Brady e il ricevitore Odell Beckham, Jr.