-
Beach tennis

Giochi mondiali sulla spiaggia: un oro e tre legni per l'Italia

Bilancio dolceamaro per gli azzurri nella prima storica edizione dell'evento simil-olimpico. A Doha, in Qatar, alloro per Flaminia Daina e Nicole Nobile. Quarto posto per Calbucci/Cappelletti, Cimatti/Gasparri e Daina/Giovannini.

di Fabio Bagatella | 17 ottobre 2019

È dolceamaro il bilancio della spedizione azzurra nella prima storica edizione dei Giochi mondiali sulla Spiaggia 2019, una sorta di 'mini-Olimpiade' di sport acquatici o praticati sulla sabbia (che non rientrano nel programma delle Olimpiadi estive) disputata a Doha, in Qatar, dal 12 al 16 ottobre.

Il 'dolce' è tutto nella medaglia d'oro rosa conquistata da Flaminia Daina e Nicole Nobile. L'amaro è, invece rappresentato, dai tre quarti posti che hanno negato la medaglia ad Alessandro Calbucci e Michele Cappelletti (doppio maschile), a Sofia Cimatti e Giulia Gasparri (doppio femminile) ed a Flaminia Daina e Tommaso Giovannini (doppio misto). 

L'oro di Flaminia Daina e Nicole Nobile

Il cammino che ha condotto le campionesse italiane indoor Flaminia Daina e Nicole Nobile (teste di serie numero 2) alla conquista della medaglia d'oro si è rivelato un crescendo di difficoltà, con le azzurre capaci di alzare l'asticella step by step e di non arrendersi mai, anche quando l'alloro sembrava ormai svanito.

Dopo il duplice 6-1 alle cugine sammarinesi Alice Grandi e Marika Colonna nel match d'esordio ed il doppio 6-3 alle brasiliane Lorena Melo e Marcela Vitae nei quarti di finale, Daina/Nobile hanno piegato per 7-5 5-7 10/3 le russe Darina Churakova e Irina Glimakova (4) in semifinale, raggiungendo così la finale contro la coppia numero uno brasiliana: Joana Cortez e Rafaella Miller (3).

La sfida per l'oro è stata una vera battaglia, tecnica, tattica e nervosa, dalle quale Daina/Nobile sono uscite vincitrici per 6-7(6) 7-6(2) 13/11 dopo aver recuperato uno svantaggio di 2-5 nel secondo set ed annullato anche un match-point sul 4-5. Ad aggiungere suspense al finale thrilling anche un improvviso black-out elettrico che ha interrotto il gioco proprio durante uno dei match-points per le azzurre, sul 10-9 nel super tie-break.

Le tre medaglie di legno

Dalla gioia per un alloro strappato con le unghie ed i denti alla delusione per tre medaglie sfuggite proprio nella sfida decisiva per il bronzo. Nel doppio maschile i campioni del mondo Alessandro Calbucci e Michele Cappelletti (1) hanno perso per 6-1 6-4 contro i russi Nikita Burmakin e Sergey Kuptsov.

Nel doppio femminile e nel misto il terzo posto è svanito proprio sul filo di lana: le campionesse italiane outdoor ed europee Sofia Cimatti e Giulia Gasparri (1) hanno ceduto per 4-6 6-1 10/7 alle russe Churakova/Glimakova (4), mentre Flaminia Daina e Tommaso Giovanni (2) si sono inchinati per 4-6 7-6 10/8 ai brasiliani Cortez/Font (4).

Nei tabelloni principali le tre coppie azzurre avevano precedentemente perso in semifinale al cospetto di altrettanti binomi brasiliani: Calbucci/Cappelletti k.o. per 4-6 6-2 10/7 contro Andre Baran e Vincius Font (3); Cimatti/Gasparri per 6-2 6-3 contro Cortez/Miller (3); e Daina/Giovannini per 6-4 7-6 contro Miller/Baran (3).

Prematura uscita di scena per le altre due coppie italiane presenti a Doha: nel maschile Luca Cramarossa e Tommaso Giovannini (2) si sono arresi per 5-7 6-1 10/8 ai russi Burmakin/Kuptsov in un esordio-schok che metteva in palio già un pezzo di medaglia, mentre nel misto Sofia Cimatti e Michele Cappelletti (1) hanno perso nei quarti di finale contro i russi Liudmila Nikoyan e Nikolai Gurev, a segno per 6-4 6-2.

I 'Giochi': l'Italia chiude terza nel medagliere

I Giochi mondiali sulla spiaggia sono una sorta di 'mini-Olimpiade' che punta a diffondere, promuovere ed integrare tutti quegli sport acquatici o praticati sulla spiaggia che non rientrano nel programma delle Olimpiadi estive.

I 'Giochi', la cui idea fu lanciata nel 2015 e che sono organizzati dall'Associazione dei comitati olimpici nazionali (ANOC), si sono disputati a Doha in Qatar, nel Medio Oriente asiatico, dal 12 al 16 ottobre. Gli atleti in gara sono stati circa 1200, provenienti da un centinaio nazioni. 14 le discipline in programma e 350 le medaglie assegnate.

L'Italia era presente con una quarantina di partecipanti (8 per il beach tennis) e ha chiuso al terzo posto nel medagliere con 4 ori, 1 argento e 1 bronzo (1° posto per la Spagna, 2° il Brasile). Il beach tennis ha assegnato tre titoli: doppio maschile, doppio femminile e doppio misto.

I binomi partecipanti sono stati definiti in base al ranking ITF combinato del 24 giugno 2019, con la clausola che una nazione possa avere al massimo due tandem per tabellone.

Tutti gli incontri di beach tennis si sono giocati con la formula dei due set su tre, con tie-break sul 6-6 nei primi due parziali e super tie-break a 10 punti nell'eventuale terza partita.

I risultati delle finali

Doppio Maschile: Antonio Ramos / Gerard Rodriguez (Esp) b. Andre Baran / Vinicius Font (Bra) 7-6 7-5. Finale 3°/4° posto: Nikita Burmakin / Sergey Kuptsov (Rus) b. Alessandro Calbucci / Michele Cappelletti (Ita) 6-1 6-4.
Podio: 1° Antonio Ramos / Gerard Rodriguez (Esp), 2° Andre Baran / Vinicius Font (Bra), 3° Nikita Burmakin / Sergey Kuptsov (Rus).

Doppio femminile: Flaminia Daina / Nicole Nobile (Ita) b. Joana Cortez / Rafaella Miller (Bra) 6-7 7-6 13/11. Finale 3°/4° posto: Darina Churakova / Irina Glimakova (Rus) b. Sofia Cimatti / Giulia Gasparri (Ita) 4-6 6-1 10/7.
Podio: 1° Flaminia Daina / Nicole Nobile (Ita), 2° Joana Cortez / Rafaella Miller (Bra), 3° Darina Churakova / Irina Glimakova (Rus).

Doppio misto: Andre Baran / Rafaella Miller (Bra) b. Marie Heve Hoarau / Nicolas Giannotti (Fra) 6-1 6-1. Finale 3°/4° posto: Joana Cortez / Vinicius Font (Bra) b. Flaminia Daina / Tommaso Giovannini (Ita) 4-6 7-6 10/8.
Podio: 1° Andre Baran / Rafaella Miller (Bra), 2° Marie Heve Hoarau / Nicolas Giannotti (Fra), 3° Joana Cortez / Vinicius Font (Bra).

Commenti

Partecipa anche tu alla discussione, accedi