-
Archivio News

IL CALENDARIO "UNICO" DEGLI AMATORI ITALIANI

Una delle novità 2017 riguarda il ranking tornei, con la distribuzione più equa degli eventi su scala nazionale

di Enzo Anderloni | 10 gennaio 2017

Una delle novità 2017 riguarda il ranking tornei, con la distribuzione più equa degli eventi su scala nazionale. Vi spieghiamo modalità e segreti, con la programmazione completa (come l'Atp…) per preparare la nuova stagione

Da Sydney a Rotterdam, da Monte-Carlo a Barcellona, da Miami a Indian Wells… tutti in giro per l'Italia. Possibile? Sì, grazie al nuovo calendario unico targato Fit-Tpra, quello che permette una maggiore distribuzione di eventi (e dunque di punti) su scala nazionale. La scorsa settimana avevamo presentato i principi cardine della rivoluzione 2017, il limite di classifica abbassato a 4.4, le novità sui doppi e i nuovi tornei. Quelli con formula week-end, quelli che in fin dei conti modellano il ranking degli amatori e che a fine anno eleggono i numeri 1. Bene, questo calendario assomiglia sempre più a quello dell'Atp. Vediamo come.

Come funziona
Si parte con Sydney, dal 13 al 15 gennaio. Perché Sydney? Perché è una delle tappe d'avvicinamento agli Australian Open per le stelle Atp e Wta. Ora lo è anche per gli amatori. “Sydney” però si gioca dal venerdì alla domenica in tutta Italia, potenzialmente in ogni città. Perché fa parte di quella modalità di tornei, i Master 750, che possono essere organizzati liberamente da ogni circolo Fit immerso nell'universo Tpra. E così tra 13 e 15 gennaio si svolgeranno ben 86 tornei sparsi su 28 province ma il numero è destinato a crescere perché ogni club può aggiungersi in ogni momento richiedendo di ospitare un massimo di due categorie disponibili (open maschile, open femminile, limit65, limit45, doppio maschile, doppio femminile e doppio misto).

27 gennaio, Australian Open
Il tutto si ripeterà con gli altri tornei lungo la stagione (nel dettaglio qui a destra tutte le date). Sempre da tenere presente la distinzione di categoria del torneo. Perché per i Master 1300, i GrandPrix e, ovviamente, per i SuperSlam ci sono limitazioni territoriali. Per i primi due può essere disputato un solo torneo per ogni provincia, mentre per gli “Slam” uno solo per ogni regione. E a proposito di Slam, al primo appuntamento 2017 manca poco più di un mese: gli Australian Open sono in programma tra il 27 e il 29 gennaio. Insomma, è un calendario unico… in tutti i sensi.

TUTTO IL CALENDARIO 2017
Gennaio
13-15: Master 750 Sydney
27-29: SuperSlam Australian Open
Febbraio
10-13: Master 1300 Rotterdam
17-20: Master 750 Marsiglia
24-26: Master 1300 Dubai
Marzo
10-12: Master 1300 Acapulco
17-19: GrandPrix Indian Wells
31-2 aprile: GrandPrix Miami
Aprile
14-16: GrandPrix Monte-Carlo
21-23: Master 1300 Barcellona
28-30: Master 750 Estoril
Maggio
5-7: GrandPrix Madrid
12-14: GrandPrix Roma
26-29: Master 750 Nizza
Giugno
2-4: SuperSlam Roland Garros
9-11: Master 750 Stoccarda
16-19: Master 1300 Halle
23-25: Master 1300 Londra
Luglio
7-10: SuperSlam Wimbledon
21-23: Master 1300 Washington
28-30: GrandPrix Toronto
Agosto
4-6: Master 750 Atlanta
18-20: Master 1300 Cincinnati
25-27: Master 750 Winston Salem
Settembre
8-10: SuperSlam Us Open
15-17: Master 1300 Metz
22-24: Master 750 Shenzhen
Ottobre
6-9: Master 1300 Tokyo
13-15: GrandPrix Shanghai
27-29: Master 1300 Vienna
Novembre
2-4: GrandPrix Parigi
10-12: Master 1300 Basilea
24-26: AWT Finals (Masters)
Dicembre
1-3: Master 750 Stoccolma
15-17: Master 750 San Pietroburgo
22-24: Master 1300 Mosca