-
Archivio News

LA RETE DOVREBBE ESSERE SEMPRE ALTA UGUALE

Al centro deve essere 0,914 metri

di Enzo Anderloni | 23 ottobre 2016

Al centro deve essere 0,914 metri. Durante il gioco però può succedere che a causa delle sollecitazioni la misura cambi. L'arbitro può e deve verificare, ma quando va fatto dipende da chi ha richiesto il controllo…

La situazione
Alfredo sta giocando una partita di singolare contro Virgilio. Sul punteggio di 40-15 in favore Virgilio, che à al servizio, Alfredo chiede all'arbitro di misurare l'altezza delle rete perché secondo lui questa è più alta di quanto dovrebbe essere.

Che cosa succede?
Come tutti sappiamo, da regolamento, la rete deve rispettare determinate misure sia in larghezza che in altezza. Essa ai lati deve essere delimitata da due pali posti a 0,914 metri dalla riga laterale esterna: la maggior parte dei campi esistenti hanno i corridoi così da poter disputare sia il doppio che il singolare. Di conseguenza tutte le reti (o quasi) presentano una estensione tale da consentire di giocare il doppio: per giocare i singolari, si utilizzano i paletti da singolare che delimitano la giusta larghezza della rete per rispettare la regola. Al centro però, in tutti i casi, la rete deve essere alta 0,914 metri.

Se la rete si “muove”
A volte succede che la cinghia posizionata al centro della rete che regola la sua altezza possa non mantenere la corretta altezza a causa delle continue sollecitazioni ricevute. Ed è possibile che quindi tenda a fare alzare di qualche millimetro l'altezza della rete al centro. Non è una pratica consueta, ma sarebbe corretto da parte dell'arbitro, magari alla fine del set, verificare per sicurezza che l'altezza al centro sia mantenuta conforme alle regole.

Chi ha chiesto la verifica?
Nel nostro caso, quando a chiedere la verifica dell'altezza della rete sia il ricevitore, essa dovrà essere concessa alla fine del gioco, quando essa non causerà ritardi e interruzione al ritmo del battitore. Questo per evitare che tale richiesta possa essere fatta appositamente per rallentare il ritmo del proprio avversario. Nel caso in cui a richiederla fosse il battitore invece, il quale vuole evitare di servire con la rete troppo alta, è possibile farlo immediatamente.

Se la rete si rompe
È evidente che questo differente trattamento viene applicato in situazioni normali, in cui la rete non presenti altre problematiche: se si dovesse rompere la cinghia che la sostiene, oppure se dovesse staccarsi il sostegno che tiene la rete legata a terra, non ci sarà nemmeno bisogno della richiesta dei giocatori, ma l'arbitro dovrà fermare immediatamente il gioco e ripristinare la corretta posizione della stessa.